Attenti ai ‘pacchi’ di Natale. I Nas sequestrano 500 mila confezioni di prodotti scaduti

Grazie al solito “stacca-attacca”, merce scaduta tornava come nuova. Protagonisti della truffa grossisti del settore alimentare che distribuivano merce oltre la data di scadenza in mercati rionali e discount.

nas-bologna

L’intervento dei Nas di Bologna, su denuncia della Procura di Ravenna, ha messo fine al raggiro e 500 000 confezioni di prodotti scaduti tra thé, acqua tonica, aranciata ma anche pelati, fagioli e funghi, sono stati sequestrati insieme agli oltre 40 litri di diluenti chimici utilizzati per rimuovere le etichette originali. Un gioco particolarmente facile considerato che “l’87% degli Italiani non controlla la data di scadenza”, come ha ricordato Coldiretti Emilia Romagna. Che così ha commentato il blitz pre-natalizio dei Carabinieri: “Il rischio di smercio di confezioni senza i necessari requisiti sanitari è un crimine particolarmente odioso perché si fonda soprattutto sull’inganno a chi, per la ridotta capacità di spesa, è costretto a risparmiare sugli acquisti di alimenti”. Denunciati operatori del settore alimentare delle province di Salerno, Napoli, Foggia e Piacenza.

[Fonte: Agi, Helpconsumatori.it, Coldiretti]

Foto: Bergamosera.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui