Nuovo allarme diossina a Mantova. Uova contaminate in allevamenti di galline ruspanti

Tempo di lettura: 1 minuto

Uova alla diossina nel mantovano sono state rinvenute nel corso di controlli di routine avviati lo scorso ottobre dai tecnici della Asl di Mantova in sei allevamenti di galline ruspanti. Le aziende agricole oggetto della rilevazione si trovano nelle vicinanze di impianti industriali nelle località Sustinente, Viadana, Dosolo, San Giorgio e San Martino Dall’Argine dove gli animali sono allevati all’aperto e alimentati con becchime autoprodotto.

Nelle uova sono state rinvenute anche concentrazione di molto superiori ai limiti di legge di Pcb, composti organici inquinanti dotati di una carica tossica assimilabile a quella della diossina e come la diossina molto solubili in oli e grassi e molto persistenti. Negativi risulterebbero, per il momento, i riscontri nel latte mentre positive sarebbero risultate, finora, sei partite di uova.

Sono scattati immediatamente i primi divieti di vendita delle uova, degli ovoderivati e della carne contaminati. Il Ministero della Salute sta valutando se estendere o meno i controlli a tutta l’Italia.

Fonte: agi.it, gassetttadimantova;gelocal.it, corriere.it

Foto: lachiacchiera.it

1 commento

  1. Un caso che fa riflettere. Tendiamo a pensare che le uova delle galline che razzolano libere siano per forza più buone e più sane. Qui sembra di capire che la posizione, la vicinanza con qualche fabbrica e non un produttore di mangime disonesto come in Germania è la causa di tutto. Triste, tristissimo pensare di non poter stare mai tranquilli!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui