Aragoste sulla pizza? Negli Usa non è più un tabù (colpa della crisi)Tempo di lettura: 2 min

Aragoste sulla pizza? Accade negli Stati Uniti dove il più raffinato dei crostacei, l’afrodisiaco di lusso che imperversa nei ristoranti del New England, non è più un tabù come ingrediente in piatti precotti e surgelati: sulla pizza o con la pasta, nelle polpette o nello sformato.

Se l’aragosta scende dal piedistallo e entra nel microonde il merito è soprattutto dei prezzi, crollati nel 2009 a 2 dollari la libbra (quasi mezzo chilo) per effetto della crisi economica, risaliti a 3,31 dollari nel 2010 ma ancora lontani dal picco dei 4,63 dollari raggiunto nel 2006.

Il calo dei prezzi è anche il risultato di un incremento dell’offerta di aragoste che nello Stato del Maine, grande fornitore mondiale, ha raggiunto nel 2010 i 93 milioni di libbre pescate, in crescita rispetto agli 81 milioni dell’anno precedente. Grazie  a severe leggi a protezione della specie, in vigore da parecchi anni negli Stati Uniti e alla minore presenza del più temibile predatore, il merluzzo, lo stock di aragoste dell’Atlantico è in crescita costante.

E’ così che dal combinato disposto dell’aumento degli stock per motivi biologici e della minore richiesta nei ristoranti americani per effetto della crisi, l’eccesso di offerta ha trasformato molti pescatori in esportatori verso lo Cina oppure in fornitori di grandi catene di ristoranti e di produttori di alimenti già pronti. Come i ‘macaroni all’aragosta e al formaggio’, acquistabile nei negozi di generi alimentari ad un prezzo ben più allettante di una pietanza da consumare al ristorante.

In questa direzione si è mossa anche la Calendar Islands Maine Lobsters di Portland, azienda specializzata in preparati a base di aragosta e nella pesca del pregiato crostaceo al largo del Maine, povero di grassi saturi e colesterolo, pescato nelle acque gelide e incontaminate del Canada Atlantico con trappole e funi come si fa da generazioni. Troppo gustoso e pregiato per finire su una pizza o come condimento di una pasta precotta.

Ma ormai il dado è tratto. La pizza all’aragosta e la pasta con aragosta e formaggio prodotte dalla Calendar Islands Maine Lobster saranno presentate il prossimo mese al Boston Seafood Show. Per chi non si rassegna all’aragosta in salsa fast food, però, ricette e consigli su come cucinarla non mancano davvero!

Fonte: New York Times, inewyork.it, tastelobster.ca

Foto: mainelobstergourmet.com, ricette.pourfemme.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui