E’ in corso e si chiuderà domani alla Fiera di Milano l’ottava edizione di ‘Fa’ la cosa giusta!‘, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili.

Un settore in crescita, quello dell’economia solidale, decretata quest’anno da un +22% del numero degli espositori (750 in tutto) rispetto all’edizione del 2010 con l’agricoltura biologica e biodinamica, la filiera corta e il km 0 che si candidano a comparti trainanti nonostante la crisi economica.

E all’alimentazione sostenibile è dedicata la sezione speciale della fiera con ‘Mangia come parli’: 6000 metri quadri di esposizione e 200 produttori presenti. Per assaporare cibi sostenibili il visitatore avrà a disposizione tante occasioni di degustazione: formaggi artigianali con Onaf, l’Associazione Nazionale Assaggiatori di Formaggi, birre artigianali con UnionBirrai, i prodotti bio dell’Umbria con Aiab, il vino con l’Officina Enoica, il cioccolato Mascao del commercio equo e quello di Modica e con i prodotti tipici declinati in chiave biologica come le olive ascolane o le bombette di Alberobello.

Oltre a ‘Mangia come parli’ la fiera ospiterà le sezioni dedicate alla moda ‘critica’, all’abitare sostenibile, al commercio equo e solidale, al turismo e alla mobilità solidale, all’editoria indipendente e alle esperienze di eccellenza nate nelle carceri italiane.

Tra gli appuntamenti culturali segnalati dagli organizzatori ci sono un incontro sulla mobilità sostenibile (‘Soft mobility – come ci muoveremo nella città di domani’), una lectio magistralis del Segretario Generale delle Cgil Susanna Camusso (‘Dalla crisi al futuro’), un incontro sul referendum sull’acqua, un convegno sull’economia carceraria (‘Sprigionamoci’ è l’appuntamento con i prodotti realizzati in carcere).

Chi vorrà proseguire la visita anche a cena, potrà scegliere tra sei punti ristoro con alimenti da produzione biologica, di stagione e a filiera corta, vegan e prodotti dei presidi Slow Food.

I visitatori, si legge sul sito della fiera, sono pregati di raggiungerla con ogni mezzo non inquinante: possibilmente treno, car pooling, mezzi pubblici. L’ingresso è gratuito per i ragazzi fino a 14 anni.

Fonte: helpconsumatori.it

Foto: falacosagiusta.terre.it, mondodelgusto.it, vinoecibo.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui