Il partito della mozzarella non è mai stato così diviso. Dopo la presentazione della lista di Roberto Saviano e il richiamo al “‘o ciato ‘e bbufala” ossia “il fiato di bufala”  , dopo la Top Five dedicata alla mozzarella dei caseifici di Capaccio Paestum, il nostro lettore mantaray ha chiesto: “E Caserta?”

Ecco, il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana, attraversato da qualche vento scissionista (qualcuno ha letto anche in questa chiave la decisione dell’ex Salone della Mozzarella ora Strade della Mozzarella di restringere l’evento al solo comune dei templi) copre comuni di diverse province (Benevento, Napoli, Frosinone, Latina, Roma, Foggia e Isernia) ma la sfida è tra la dolce salernitana e la più sapida casertana.

Scattidigusto con mantaray sabato 21 maggio farà un’escursione tra i caseifici della provincia di Caserta. Il bottino sarà portato a Roma e domenica 22 maggio all’osteria L’Incannucciata di Dino De Bellis si terrà una degustazione per assaporare le mozzarelle e costruire una Top Five Caserta.

Quindi, se avete voglia di partecipare a questo evento last-minute, inviate una mail a info[at]scattidigusto.it e preparatevi a far diventare giudici le vostre papille.

I posti sono limitati e la partecipazione è gratuita. Oltre alla mozzarella, assaggeremo la ricotta come condimento della pasta.

E chi ha voglia di leggere della mozzarella di bufala su scattidigusto, ecco il tag di riferimento.

7 Commenti

  1. Coccia non prenota. Pellone è molto popolare e la pizza è buona.
    Il pizzaiolo del Presidente e Matteo sono altri 2 buoni indirizzi
    Salvo a San giorgio a Cremano e Starita a materdei

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui