Pizza | De Magistris vieni a vedere la scatola anti-rifiuti!

Tempo di lettura: 1 minuto

Qualche giorno fa sulla bacheca del pizzaiolo Gino Sorbillo c’era una vecchia foto di un ragazzo che portava la pizza in una stufa. Era la consegna a domicilio di quel tempo, anzi per meglio dire, la tentata vendita in mezzo alla strada e in ogni posto dove qualcuno poteva avere voglia di pizza.

Il Corriere della Sera ha rilanciato un progetto di food design avanzato che promette bene: un contenitore per una singola pizza in acciaio da utilizzare e riutilizzare eliminando il cartone. Pi Pan, questo il nome scelto dalla factory Good news reuse, è un progetto in cerca di finanziatori e i fondatori  Susan Lopes and Jeffrey Saake hanno deciso di raccoglioere i fondi necessari alla commercializzazione per mezzo di Idiegogo.


Negli USA sono tre miliardi i cartoni per la pizza che vanno riciclati e spesso nell’indifferenziato. Eh già, perché non tutti sanno che l’olio non li rende equiparabili alla carta. In Italia solo un italiano su sei smaltisce correttamente.

Forse a Napoli il sindaco Luigi De Magistris potrebbe dare uno sguardo a questo prodotto innovativo. Il ritorno al futuro della pizza napoletana potrebbe giocarsi anche sulla sostenibilità oltre che sul connubio con l’alta qualità delle materie prime e della fantasia.

3 Commenti

  1. per dovere di cronaca:
    la foto è stata scattata nella pizzeria SALVO di san giorgio a cremano della quale io sono uno dei proprietari.
    la foto ritrae Pasquale Sannino nostro pro-zio negli anni in cui a portici e san giorgio era famoso oltre che per la sua abilità di pizzaiolo, anche per la sua innegabile maestria a guidare la moto con la stufa delle pizze in testa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui