Guide 2012. Ecco i vincitori Foodies del Gambero Rosso

Ecco gli 8 vincitori Foodies 2012.

Nella categoria Mangiare:
Consorzio (Torino)
Percorsi di Gusto (L’Aquila)
Reale (Castel di Sangro – Aq)
Timpani e Tempura (Napoli)

Nella categoria Comprare:
Vulaiga (Fobello – VC)
Il feudo (Zocca – MO)
Food on the road (Roma)
Pasticceria Russo (Santa Venerina – CT)

Foodies è una guida fuori dagli schemi che, libera da classifiche, si diverte a scorazzare lungo il nostro territorio per mettere in fila un indirizzario a prova di vero appassionato. Non assegna voti ma seleziona i locali. Una strana guida, nata dalla collaborazione fra Gambero Rosso e Negroni, lo storico marchio dei salumi italiani promotore nel 2009 della prima ricerca volta a tracciare il profilo del neo appassionato del food and drink, nella quale si ritrovano fianco a fianco il mago del pane naturale e i cuochi più geniali e divertenti delle grandi città; i mercati più ghiotti e le botteghe più sfiziose, la signora che raccoglie erbe in alta quota e gli artefici degli street food più autentici.

Ogni regione è introdotta da un testimonial d’eccezione (un giornalista, un attore, un regista, un imprenditore) che svela i suoi luoghi del gusto. Tra gli altri, si sono divertiti a raccontare il loro amore per la cucina e a svelare i loro luoghi foodies Dario Vergassola, Anna Bonaiuto, Carlo Mazzacurati, Maria Concetta Mattei, Massimo Ghini, Cesara Buonamici, Luca Madonia. In apertura di regione c’è anche un “Momento d’autore by Negroni”: una finestra riservata a un grande maestro del gusto del territorio che confessa le sue passioni gastronomiche e i suoi locali foodies.

E si arriva al cuore della guida: gli itinerari pensati e costruiti per mettere insieme tutto il buono che c’è in ogni regione. Percorsi anche questi fuori dagli schemi classici, selezionati in base alle ricchezze enogastronomiche: tante schede e approfondimenti con divertenti box a tema

8 ESERCIZI PREMIATI COME “LOCALI FOODIES DELL’ANNO” DA UNA GIURIA DI ESPERTI

Foodies 2012 contiene oltre 1.100 locali (oltre 400 nuove segnalazioni rispetto alla prima edizione e itinerari completamente nuovi). Fra tutti i locali segnalati, 53 sono contraddistinti da una stella: sono quelli che incarnano meglio lo stile foodies.
Le stelle sono state affidate a una giuria di note firme dell’enogastronomia italiana, che ha espresso due preferenze per la categoria mangiare e due per la categoria comprare.

Questo il comunicato ufficiale. Intanto si aggirano nelle sale della Città del Gusto i vincitori.

Daniela e Barbara di food on the road sono due api operaie del food sono già pronte con il loro banchetto di assaggi. Hanno un laboratorio da fine maggio una sorta di alveare dove lavorano 4 persone più due fattorini ma anche loro quando serve partono e consegnano. “La parola catering non ci piace, ci piacciono le cose buone da portare nella pausa pranzo di lavoro che possa essere un momento lieto e non frustrante”. Tecnica di cottura sottovuoto e a bassa temperatura tra i piatti forti molti ma non tutto bio: panino con salame felino, caciotta di mucca, peperoni arrostiti e alici sott’olio. Crema di zucca, amaretti, scaglie di parmigiano e aceto balsamico. Da bere birra del borgo chinotto e gazzosa lurisia. Caspita prenotate una pausa pranzo. (06 94537211)

L’Abruzzo sorride con Niko Romito e Marzia Buzzanca

La presentazione della strana guida così la descrive Laura Mantovani ha inizio. Ci sono due guide molto divertenti del Gambero, i Bar e le Foodies arrivata alla seconda edizione. Una guida fatta con la collaborazione dei palati di registi attori come Mimmo Calopresti. Il Foodies è mettere insieme il buono che c’è.

Le sezioni sono divise di questa guida mangiare. Comprare e le stelle Foodies…
1.100 locali Foodies senza punteggio e premiazioni per alcuni.

Premiato Igles Corelli per la sua nuova avventura toscana. Uno chef solido tifo da stadio per lui. Dai tempi dell’indimenticabile Trigabolo di Argenta…

Per finire gli otto premi speciali della giuria di qualità …..Antonio Paolini mostra una foto di Marzia Buzzanca sotto un palazzo dell’Aquila in rovina. Racconta di Marzia la sua cucina il cuore e il palato. Ed io aggiungo la grazia e la sua energia…..

Paolini sguazza tra le sue stelle dell’Abruzzo Nilo Niko Romito piccolo budda chef serafico dice Antonio. Bocchetti gli fa eco con stelline negli occhi. Decisamente di parte… ( come dargli torto????)

La pizza a Roma. Stefano Callegari e Giancarlo Casa.

Il piatto di Niko Romito: una semplice crema di patate con pane e olio. Per festeggiare il gradimento dei Foodies per un ristorante bistellato come il Reale di Castel di Sangro.

La crema di patate di NiloNiko Romito è confortante come un cibo preparato per un bebè con tutte quelle altre accortezze … Un salto nel passato anche con le lenticchie di Altamura grandi, consistenti e masticose . Roba forte!!

E poi c’è la pizza di Marzia Buzzanca che tanto successo ha riscosso anche durante le Cene a 4 Mani promosse con Scatti di Gusto.

Ed ecco le Stelle assegnati ai locali che maggiormente incarnano lo spirito foodie.

«C’era una volta il gourmet, oggi c’è il foodie, racconta Laura Mantovano, curatore della guida e vicedirettore del Gambero Rosso – l’appassionato di cibo e vino, libero da preconcetti; il buono è ovunque e tutto vale un viaggio: un pane, un panino d’autore, un piatto di un grande cuoco, un formaggio, un gelato, una pizza. Foodies è la guida giusta per lui; una guida che non dà voti ma regala emozioni e sapori da scovare lungo il nostro territorio: in città, in provincia ma anche in luoghi sperduti perché un foodie non ha confini».

Le Stelle Foodies Mangiare

PIEMONTE
Locanda del Borgo Antico Barolo (CN)
Il Cascinalenuovo Isola d’Asti (AT)
Slurp Torino

LIGURIA
Cappun Magru in Casa di Marin Riomaggiore (SP)

LOMBARDIA
Ristorante Macelleria Motta Bellinzago Lombardo (MI)
Nicola Cavallaro Milano
Enocratia Milano
LaTaste Seregno (MB)

VENETO
Saporè San Martino Buon Albergo (VR)
Osteria Sottoriva Verona

TRENTINO ALTO ADIGE
Taubers Vital Chienes/Kiens (BZ)

EMILIA ROMAGNA
Osteria del Gran Fritto Milano Marittima (RA)
Nud e Crud Rimini
Da Amerigo Savigno (BO)

TOSCANA
Il Cernacchino Firenze
Atman Pescia (PT)

MARCHE
Fish Ittiturismo Grottammare (AP)

UMBRIA
L’Alberata Collazzone (PG)

LAZIO
Aminta Genazzano (RM)
Arcangelo Roma
La gatta mangiona Roma
Tonda About Pizza Roma
Remigio Roma

MOLISE
Ribo Guglionesi (CB)

CAMPANIA
Ottavonano Atripalda (AV)
Pane e Cocco’s Cetara (SA)
La Stanza del Gusto Napoli

PUGLIA
Pashà Conversano (BA)

CALABRIA
La Romana Crotone
Dattilo Strongoli (KR)

SICILIA
Kursaal Kalhesa Palermo
Cibus Palermo
Pocho San Vito lo Capo (TP)

SARDEGNA
Retroburger Cagliari
Gastronomia e Paninoteca Loi Nuoro
La Rosa dei Venti Sennariolo (OR)

Le Stelle Foodies Comprare

PIEMONTEMighetto Asti

Bir&Flut Rivoli (TO)

LIGURIA
Douce Genova

LOMBARDIA
Gelato Giusto Milano

VENETO
La Capreria Montegalda (VI)

TRENTINO ALTO ADIGE
Acherer Brunico/Bruneck (BZ)

FRIULI VENEZIA GIULIA
SaluMare Trieste

EMILIA ROMAGNA
Alessandra Spinsi Vecchia Scuola Bolognese Bologna

TOSCANA
La bottega della frutta Firenze
Gino Cacino Siena

MARCHE
Gelateria Carboni San Benedetto del Tronto (AP)

UMBRIA
Macelleria Tagliavento Bevagna (PG)
Pizzoni Panis et Vinum Foligno (PG)

LAZIO
The Fooders Roma

PUGLIA
Antica Casa di Gesù Altamura (BA)
Vero Lucano Matera (MT)




- giovedì, 10 novembre 2011 | ore 11:45

11 commenti su “Guide 2012. Ecco i vincitori Foodies del Gambero Rosso

  1. sia sforno che tonda continuano a bruciacchiare le pizze in modo esagerato …. è una cosa che non riesco a capire , eppure ci sono e ci siamo stati ( parlo di esperienze di altri amici ) ormai diverse volte… peccato

  2. volevo aggiungere che a pagina 194 c’è una bella recensione che parla del Michelangelo Pi(a)zzesco (dal carattere direi piuttosto il Miles Davis….), questa cosa mi rende molto felice
    perchè sarebbe incompleta questa guida senza Pizzarium.

  3. ha risposto a stefania monaco: Ma questa è una NON guida. Bonci è fuori da quella ufficiale di Roma. E poi spiegatemi il valore di una guida che mette dentro tutto e il contrario di tutto. Un ristorante 2 stelle, i fooders che organizzano cene underground (che vuol dire comprare? il biglietto degli eventi), l’osteria del gran fritto piuttosto turistica, un fast food aperto quest’estate – velocissimi a inserirlo non altrettanto a levare Nicola Cavallaro che ha chiuso.

    A me vien da ridere e questi fighetti devono avere una buona stella a guidarli

  4. che poi su 5 premi sul mangiare premiare due locali de L’Aquila mi sembra un po’ esagerato. Con tutto il rispetto per il grande Romito..la pizzeria non la conosco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.