Hamburger. Ma nel Mc d’Oca alla Romana c’è un bipede o un quadrupede?Tempo di lettura: 1 min

Copioincollo senza troppi giri di tastiera dall’invio dell’ufficio stampa

Ha conquistato il cuore dei clienti. Da quando è in carta è il piatto più richiesto e anche il più sfizioso. E’ il Mc d’OCA, un cheeseburger “alla Romana” in cui ogni ingrediente che lo compone è tipico romano. Nella versione originale è un hamburger d’abbacchio avvolto da un panino, fatto in casa appena sfornato, e condito con pomodoro di amatriciana, soffice cacio romano filante, e per le chips tanti petali di carciofo fritto. 10 euro.

Approdato da due mesi al ristorante, lo chef trevigiano Roberto Franzin, continua a ricercare nuove sfide con una costante attenzione alle materie prime e ai sapori genuini che considera sempre il punto di partenza per una sana e buona cucina.

Una sfida è una sfida. Roberto Franzin ha mollato definitivamente i piatti di pesce dopo ilSanLorenzo e il Pier 21 (in cui aveva fatto installare una bella vetrina dedicata) per abbracciare la campagna e convertirsi alla cucina romana.

Ma mi spiegate perché chiamare un panino con l’abbacchio (nella versione originale? Perché, ce n’è una edulcorata?) Mc d’OCA? Io mi aspetterei dell’oca o un bipede pennuto. Non un quadrupede. Siete d’accordo, soprattutto se il ristorante si chiama La Penna d’Oca (forte questo naming che gioca con l’antico e stiloso strumento di scrittura fortuitamente allocato in via della Penna)?

PS. Non me ne voglia l’ufficio stampa ma il titolo è irripetibile con il concept concepito 🙂

Mc d’OCA “ALLA ROMANA”

UN NUOVO CONCEPT DI CONCEPIRE IL CHEESEBURGER

IDEATO DAL NUOVO CHEF ROBERTO FRANZIN

DEL RISTORANTE LA PENNA D’OCA DI ROMA

PPS. E poi il Mec Puddu’s, a proposito di assonanze con McDonald’s, è imbattibile.

3 Commenti

  1. Sembra che sia scoppiata la moda dell’hamburger all’italiana.
    Tantissime le recensioni sul web.
    Questa è più originale.
    Bisogna assaggiarla perchè è difficile immaginarla.
    Certo che Franzin,ne ha di coraggio!

  2. In realtà credo che il tentativo sia stato quello di trasferire il nome del proprio locale nel brand-cheesburger. In tal senso sarebbe stato più appropriato “Mc dell’Oca” visto che “Mc D’Oca” è come voler dire “Mc Chicken” solo che stavolta la gente s’aspetta di trovarci l’oca e non il pollo nel panino. Avrebbero potuto giocare con il concept del cheesburger alla romana e riversarlo nel nome stesso. Ma poi, a pensarci bene, perchè riprendere la sigla del “Mc” di Mc Donald’s? Non ha tanto senso visto che si tratta di un prodotto diverso. In questo caso si tratta di un prodotto originale e genuino, realizzato da uno chef “attento alle materie prime”di un ristorante di “sana e buona cucina”. Logica totalmente opposta a quella del famoso fast food. Quindi, perchè trasferire una potenziale immagine distorta sia nel contenuto (carne d’oca) che nel significato della parola “cheeseburger”? Io se leggo la sigla “Mc” penso al fast food…e non credo di essere la sola. Il nome è fondamentale nella scelta di un prodotto, soprattutto se si vuole farne (come nel caso in questione) icona e simbolo distintivo del proprio ristorante rispetto alla concorrenza.

  3. Io questo panino lo ho assaggiato,
    sabato scorso sono stato a mangiare al ristorante “LA PENNA D’OCA” e come secondo veniamo attratti dal piatto più insolito presente nel menu ovvero il MC D’OCA, (chiamato così, non per il contenuto del panino, ma per omaggio al ristorante, immagino),
    comunque questo piatto è un gioco voluto dall`estroso chef ROBERTO FRANZIN, nel quale fa vedere come ci può essere una ottima cucina anche in un panino, racchiudendo in esso tutti i sapori della tradizione romana,
    infatti come l’originale panino del famoso fastfood, é presente un hamburger, ma qui si tratta di ottima carne di abbacchio cotta a puntino, ce il pomodoro anche se in forma confit, salsa all’ amatriciana e salsa di pecorino insomma un panino gourmet.
    Dico che ne vale veramente la pena andare ad asaggiarlo e non solo quello.

    CONSIGLIATO!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui