Polifosfati nei formaggini. Tra i 16 bocciati c’è Susanna tutta panna

Tempo di lettura: 1 minuto

Formaggini, troppi polifosfati. Sul cibo simbolo dell’infanzia parte il dardo del settimanale Il Salvagente. Che ne ha testati 24, tra marchi storici e prodotti più economici. Con una sentenza senza appello: i due terzi contengono troppi polifosfati, camuffati in etichetta sotto la dicitura “sali di fusione”, usati per rendere il formaggino più spalmabile.

Il problema è che, mentre assicurano quella morbidezza che li rende tanto graditi ai piccini, i polifosfati, vietati nel baby food e nei prodotti pubblicizzati come “salutari”, ostacolano l’assimilazione del calcio, così utile alla crescita dei bambini.

Opaca quando non assente, attacca Il Salvagente, è poi l’etichetta dei formaggini che volentieri omette di specificare il contenuto di sodio e calcio, le informazioni più rilevanti per la scelta del consumatore. In ben 4 casi manca l’etichetta nutrizionale, mentre in altri 10 la tabellina tace sui valori di sodio e calcio. Quando non millanta proprietà inesistenti, come capita agli Stracremosi Galbani, avverte Il Salvagente, spacciati come prodotto ricco di calcio di cui non è dato però sapere il quantitativo.

Di seguito la lista dei 16 formaggini che contengono polifosfati.

Prodotto Susanna – Kraft
La Mucca che ride – Auchan
Certosa, formaggini alla crescenza – Galbani
Dinki – Prealpi
Quadrifoglio – Prealpi
Crema Belpaese – Galbani
Tenery – Lidl
Rik & Rok – Auchan
Reybier
Crema Belpaese – Gli Stracremosi – Galbani
Milkana Blu
Milkana oro
Land – Eurospin
Simply
I golosi triangolini – Leerdammer
Fromage fondu – Primo prezzo – Auchan

[Fonte e foto: ilsalvagente.it]

2 Commenti

  1. la famosa minestrina con il formaggino sciolto dentro, preferibilmente MIO!
    narra la leggenda di famiglia che da piccola rifiutassi di ingurgitarla nonostante blandizie e minacce e che alla fine, presa da sfinimento, mia madre, per non buttarla, la consegnasse alle fauci di mia sorella più grande. con sua grande gioia.

    se non si fosse capito a me, tranne alcune rare eccezioni, il formaggio non lo AMO.

    8)

  2. E le otto marche che hanno passato l’ esame dove sono ? Io posso capire che non sarebbe corretto fare una classifica ma le informazioni devono essere complete altrimenti non ha senso sparare nella mucchia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui