Sappi che se in Giappone praticassi il body sushi la polizia avrebbe da ridire

Tempo di lettura: 2 minuti

Avete sempre pensato che lo Nyotaimori, più o meno la presentazione del corpo resa famosa da Samantha in una scena di Sex & The City, fosse una tradizione giapponese per gustare al meglio il sushi? Convinti che fosse una di quelle pratiche che congiungono felicemente anima, eros e cibo da mille anni a questa parte?

Bene, anzi, male. Non è così. Dopo che la pratica mangereccia è sbarcata a Roma, rendendo famoso il ristorante Yoshi di via Ostiense 64 in cui ci assicurano dal sito che è tutto regolare, igienico ed è vietato dare un’aggiustatina al vassoio umano, l’Ambasciata Giapponese attraverso l’ufficio culturale ha preso carta e penna e si è un attimo risentita con una lettera che fa sentire noi cibomani occidentali dei perfetti ignoranti.

«E’ stata divulgata a fini commerciali – si legge nella lettera – la leggenda metropolitana che servire pietanze di sushi o sashimi sul corpo di donne nude rientri nella cultura giapponese e tale convinzione è tuttora diffusa in alcuni Paesi esteri. Tuttavia non c’è assolutamente alcuna reazione con la tradizione e la cultura giapponesi. I comuni cittadini dotati di buon senso non hanno mai assistito a queste modalità di presentazione delle pietanze». E la lettera partita dalla sede diplomatica di Roma prosegue : «Qualora ci fossero in Giappone persone che influenzate dalle suddette leggende metropolitane diffuse all’estero si dedicassero a tali attività verrebbero tacciate di deviare dal senso comune e le autorità sanitarie e di polizia competenti chiederebbero conto di tali comportamenti». [Corriere della Sera]

L’indignazione della diplomazia giapponese diventa anche la nostra non fosse altro che è già complicatissimo maneggiare sushi e sashimi in un piatto di ordinaria amministrazione figurarsi se bisogna anche evitare di infliggere un colpo di bacchetta all’occhio di una modella. Tutelare le autentiche tradizioni gastronomiche giapponesi è una richiesta sacrosanta dell’Ambasciata Giapponese.

Ma allora, e non sono certo il primo a domandarmelo, perché non diffondere una bella lista di ristoranti giapponesi doc con tanto di timbro ufficiale? Paura di orientare il mercato e di creare qualche caso diplomatico con i ristoratori nippo-cinesi e di Hong Kong?

Nel frattempo, si potrebbe stendere una lista ad uso interno di pochi sushi-maniaci per evitare di andare dai falsi più clamorosi e mettere la salsa di soia nell’ombelico di qualcuno in nome di chissà quale simbologia.

13 Commenti

  1. Le autorità sanitarie del Giappone intervengono? Lo farebbero anche in Italia se ci fossero problemi igienici. Non è che ora dobbiamo per forza prendere lezioni da qualcuno. E che palle

  2. Prima che si vada oltre, dichiaro le mie intenzioni che non sono quelle di salvare o condannare il naked sushi ma di sapere quali sono i ristoranti giapponesi da frequentare a nord a sud e al centro ;-D

  3. Di cattivo gusto, idiota, maschilista… Vorrei tanto sapere chi ci va in questo locale… Ma un a domanda sorge spontanea: anche la modella la “abbattono”? 🙁

  4. Se qualcuno in Giappone servisse gli spaghetti sulla pancia di una bruna mediterranea avremmo da ridire (forse sì, forse no). In abbinamento un sakè da ombelico così non c’è timore di ubriacarsi!!!!!!!

  5. Trovo la cosa abbastanza fuori moda, pensavo che queste cose fossero tramontate, invece mi accorgo che gli italiani, forse per distrarsi dalla crisi, ancora le gradiscono, io trovo questa mercificazione del corpo femminile abbastanza volgare e non mi dite, “ma è per divertirsi? divertitevi con qualcos’altro…

    • E cosa racconti il lunedì in ufficio? Che hai mangiato il miglior sushi ma nel piatto? Nooooooooooo troppo normale

  6. Io da yoshi ci ho mangiato… Nun me parono giapponesi e nun me pare parleno giapponese… Non lo so parlare ma occhio e croce lo riconosco poi po esse pure che me sbajo ma nun lo so..
    Comunque dicevo, 62 €uri e mezzo di conto, meno male che ho mangiato bene sennò facevo 4 chiacchiere a serrata abbassata…. M’era partita la risata isterica alla visione del conto.

  7. E preciso,sono uno che spende 80€ di sushi e sashimi in scioltezza dalla mia spacciatrice del XIII municipio originale nipponica. Fa un futo maki da venissene nelle mutande perdonate il francesismo.

    • Poi se ppe ccaso c’avesse il nome derra spacciatrice e la via nun stessimo a cercà – ma che lingua parlate??? 😆

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui