Senza traccia agghiacciante. Chef uccide moglie e la cucina 4 giorni

Tempo di lettura: 1 minuto

Marito e moglie litigano per questione di soldi. Poi lui le tappa la bocca con il nastro isolante, le lega mani e piedi e va a dormire. La sfortunata 39enne, Dawn, muore e il marito, David Viens, la trova esanime il mattino successivo.

Preso dal panico pensa di far scomparire la moglie. E lo fa in maniera atroce. David Viens è lo chef del ristorante Thyme Contemporary Cafe, di Lomita, nella contea di Los Angeles, in California, per cui pensa di cancellare le tracce cucinandola.

Taglia a pezzi la donna e la cucina per quattro giorni di seguito in un recipiente fino a quando può versare il contenuto nelle fogne. La scomparsa è dell’ottobre del 2009, ma il modo in cui Dawn è scomparsa si è saputa solo due anni dopo quando David Viens, torchiato dagli agenti che sospettano un suo ruolo nella vicenda, si getta da una scogliera a Rancho Palos Verdes rompendosi le braccia. Solo a quel punto confessa al sergente Richard Garcia l’atroce sequenza.

[Link: Los Angeles Times via Corriere della Sera. Immagine: Mark Boster / Los Angeles Times]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui