Al RistoranTeatro si recita a menu in ricordo di Giancarlo Siani

Tempo di lettura: 1 minuto

Un menu dove il cibo è dell’anima, un ristorante dove ordini pietanze scelte dal repertorio delle idee. Tutto in uno spettacolo teatrale in cui cade la quarta parete tra attori e spettatori, la location è un ristorante, il commensale è uno spettatore . E’ il RistoranTeatro di Ferdinando Maddaloni, l’attore (il coach de La Squadra) e regista napoletano che sabato 22 settembre metterà in scena questa inusuale successione di commande. Scenario la rassegna “Settembre a Capodimonte – La collina gentile”, al Parco del Poggio ai Colli Aminei, promossa dalla Pro Loco di Capodimonte e dalla Terza Municipalità e patrocinata dal Comune di Napoli. Uno alla volta, è lo spettatore a pescare dal menu un brano tratto dal repertorio classico, umoristico, poetico, tragico, erotico.

Tra i menu disponibili e accanto al Baby (per i più piccoli con classici come Pinocchio nel menu) e al Quiz (con la possibilità di scegliere una seconda portata), un posto d’onore spetta al “menu anticamorra” con brani dedicati a Giancarlo Siani, il cronista del Mattino assassinato  il 23 settembre del 1985 a soli 26 anni. Al giornalista sarà dedicato un monologo tratto dall’ultimo articolo pubblicato sul Mattino dal titolo “Nonna manda il nipote a vendere l’eroina”.

“E’ un modo affinché attraverso il teatro venga ricordato un giornalista che ha sacrificato la propria vita per amore della verità e della giustizia”, ha spiegato Maddaloni. “Un giovane cronista precario che credeva in quello che faceva e voleva informare senza scendere a compromessi”.

[Link: casertanews.it, campanianotizie]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui