In cucina q.b. Anche se siete invasati della rete, la carta vi piace sempre

Notizie

E’ arrivata in edicola In cucina q. b. quanto basta, una nuova rivista di cucina, densa di ricette, agile nel formato di 96 pagine e accattivante nella grafica. La pubblica il Gruppo Editoriale di Roma fino ad ora conosciuta soprattutto per i magazine sull’auto. In un mondo digitale c’è ancora spazio per la carta stampata? L’editore ne è convinto e ha stampato per questo primo numero dedicato alle ricette delle feste e allo street food 180 mila copie.

Scatti di Gusto “tiene a battesimo” sul web la testata che richiama l’utilizzo degli ingredienti con una presenza sul numero cartaceo e con questo rinvio al sito su cui troverete le istruzioni per realizzare un Mont Blanc.

A seguire, vi proponiamo un primo piatto adatto per la cena di magro del Natale che vi permetterà di apprezzare i contenuti principali della pubblicazione, appunto le ricette.

Pensate che l’offerta di lancio a 2,50 € (i numeri successivi costeranno 3,50 €) potrebbe fare al caso vostro?

Paccheri con il pescespada

Ingredienti
500 g di paccheri
400 g di pescespada a fette, alte 1 cm
2 melanzane lunghe
30 g di pinoli
8 pomodori ciliegini di Pachino o datterini
5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 spicchio di aglio
1/2 bicchiere di vino bianco secco
 q.b. ricotta salata
 q.b. peperoncino
 q.b. sale

Tagliare a dadini, non troppo piccoli, il pescespada e le melanzane. Tostare in una padellina antiaderente i pinoli.
In una capiente padella antiaderente far imbiondire lo spicchio d’aglio nell’olio quindi eliminarlo. Aggiungere  le melanzane a dadini e far rosolare per 5-6 minuti a fuoco medio sfumando poi con il vino bianco.
Aggiungere i pomodori tagliati in quarti e far saltare a fuoco vivo per un paio di minuti ancora. Unire il pescespada alle melanzane e portare a cottura  in 2 minuti al massimo.
Aggiustare di sale, aggiungere i pinoli tostati ed il peperoncino tritato a piacere.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e scolare ben al dente conservando un bicchiere di acqua di cottura.
Aggiungere la pasta al sugo di pescespada e saltare a fuoco vivo aggiungendo, se necessita, dell’acqua di cottura per creare una emulsione con i grassi del condimento.
Impiattare  e completare con un giro di olio a crudo e la ricotta salata grattugiata.