Masterchef 2 Italia. La diretta della ottava puntata

tiziana masterchef

Scusate il ritardo. La diretta delle ultime due puntate di Masterchef Italia 2 Imma Gargiulo le ha saltate per un eccellente motivo: fiocco rosa, il secondo. Nel frattempo abbiamo apprezzato la nascita di Bastard Chef, la parodia di Joe Bastianich pensata da Maurizio Crozza che ha creato un nuovo personaggio qui ribattezzato Bastardich. Quindi, mentre vanno in onda spot, pubblicità e affini, potete provare a confrontare Crozza con Bastianich e verificare quanto di vero c’è in questo personaggio.

E se volete comprendere quanto è diventato rilevante Masterchef nell’immaginario collettivo, non perdetevi uno spot elettorale con un concorrente immaginario costretto a levarsi il grembiule.

Quale sarà il tormentone della serata? Oltre a Tiziana che non è uscita per questioni di olio e ad assicurarsi che nessuno “muora”, ovviamente! [SdG]

Ciao amici vi sono mancata? Il mio lato egocentrico spera proprio di si, il mio lato tranquillo spero solo che vi siate divertiti gustandovi le due puntate di MC2 per le quali sono stata assente.

A proposito se vi foste chiesti dove ero finita vi dico solo che ero impegnata ad aumentare di una perla la popolazione italiana. Si infatti lunedi scorso è nata la mia seconda bimba, Eva.

Mancano pochi minuti e ricomincia la falciata dei grembiuli.

Sarà strano non vedere nella cucina Suien, Agnese e Michele, ma la gara è questa e noi ci pieghiamo al volere dei fornelli e dei nostri mastini.

21:18 La sigla devo dire mi piace molto… dinamica e, come ho già detto in altra puntata, credo che colga l’essenza dei concorrenti.

21:20 Ecco la prima mistery bax, come dice Bastianich. Dalla premessa dobbiamo aspettarci che i ragazzi preparino la prima ricetta del loro libro?
gli ingredienti sono baccalà, tomino, pollo, porcini, ananas, patate, uova, zucchine, prugne

La difficoltà non è solo negli ingredienti disparatissimi, ma nella tecnica di cottura da utilizzare. Ognuno dei concorrenti ha in sorte una tecnica differente.
Daiana bollire
Marika al forno
Andrea brasare
Maurizio saltare
Paola cottura sotto vuoto
Tiziana vapore
Ivan cottura alla griglia
Nicola friggere

Sembra veramente di ricordare la canzoncina anni ’80 di Claudio Cecchetto Gioca Juè.

Tutti sono un po’ in difficoltà rispetto alle cotture. Se volevano spaventarli ci sono proprio riusciti. Non c’è nessuno che mi sembra entusiasta di quello che gli è capitato. Per uno chef questa prova è come cercare di uscire da una scatola immersa nell’acqua con le manette. Chi è in contatto con Houdini?

Paola vede nella prova una cospirazione misogina. Non è che ora si alza la maglietta per mostrare che non porta il reggiseno in pieno spirito anni ’60?

21:25 Daiana si sente un po bloccata con la sua cottura… BOLLITO. Sembra quasi che il suo mantra la stia penalizzando. Tutti i concorrenti la giudicano un po’ lenta, un po retrò, un po troppo tradizionalista e cosa le capita? Proprio il bollito. Per antonomasia la cottura antica e poi non venitemi a dire che dentro quelle cucine non ci sono i fantasmi!

Nicola ha pensato di proporre una tempura di tutto quello che gli capita a tiro. Un fritto misto all’italiana con gli occhi a mandorla.

Paola dal canto suo ha pensato di mettere sotto vuoto tutto quello che le capita, tomino compreso. Ma cosa pensa di realizzare da un tomino sotto vuoto? Sono proprio curiosa dopo la sua drastica affermazione circa il sottovuoto perversione intellettuale degli chef maschi.

Ed in tutto questo la nostra avvocato Tiziana cosa sta combinando? Non la si vede da nessuna parte. La cottura a vapore da sola è bastata a vaporizzare tutti i suoi bollenti spiriti?

21:33 Ora vediamo chi sono i 3 migliori e quali tecniche hanno spaventato ma alla fine hanno anche ispirato. Ecco il primo è Andrea con il suo brasato: baccalà, patate e funghi. Grande idea quella di utilizzare la pelle del baccalà con il suo collagene per creare la cremosità della salsa. Una pacca sulla spalla il nostro Andrea se la merita tutta. Riuscire in un’ora a realizzare un grande piatto brasato non è facile.

Ecco il secondo o meglio la seconda persona. Una femmina? No è Nicola, il pirata finger food, con la sua frittura. Pregio del nostro Nicola riuscire non solo a preparate un’ottima frittura ma anche riuscire nell’impossibile. Impiattare in modo armonioso la frittura.

Ed a grande sorpresa per tutti, ma non per gli affezionati, Daiana. La bollitura non è mai stata più vicina alla santità. A guardare il suo piatto si pensa subito alla leggerezza ed all’armania e mai ad un triste piatto da ospedale.

21:35 E a vincere è però il nostro Andrea, che per quanto sia alto e prestante mi fa sempre pensare a Cappuccetto Rosso. Non so perchè ma è cosi che lo immagino. Dolce, sensibile, ma al momento giusto capace anche di resistere ai succhi gastrici dei nostri famelici lupi-giudici che cercano di fagocitarlo ogni volta che lo avvicinano.

21:39 Ed eccoci ora nella dispensa per scoprire il tema e gli ingredienti di questo nuovo Invention test. Il tema è CI VUOLE STOMACO, stomaco per maneggiarli, per mangiarli o per cucinarli?

Protagonista il 5° quarto, le interiora.
Coratella di agnello
Cervella
Rognone

Difficoltà della prova credo che sia su più livelli. Da quello della tecnica fino ad arrivare a difficoltà molto più profonde ed ataviche. Quanti dei concorrenti sono disposti ad assaggiare questi ingredienti? Oggi come oggi questi ingredienti, frequenti su tutte le tavole della tradizione, oggi sono presenti nei menu e per i palati solo di gourmet impenitenti.

21.44 Avete il vostro elemento proibito? Io si. La cervella mi sarebbe piaciuta tantissimo.Andrea invece sceglie il rognone.

Tiziana ha già la ricetta in tasca. Ma è la sua o quella di Cracco? Visto che per sua ammissione dice di averne assaggiato uno cucinato alla perfezione.

Daiana invece mi sembra maga Magò di fronte al pentolone delle pozioni magiche: porri, ravanelli e occhi di lucertola (ops, forse questo non è uno degli ingredienti di cui ha parlato… Ma insomma mi avete capita, no?)

21:47 Ad ogni modo ognuno fa la sua scelta. Corsa in dispensa, sgomitata per gli ingredienti e arrivo a meta sulla postazione.
Tutti sono pronti per poter inziare a spignattare con gli ingredienti recuperati, ma i giudici non danno il via alla preparazione, bensì danno il via alle danze del sadismo. Andrea ha come vantaggio quello di scambiare i cestini dei suoi compagni e destabilizzare ogni certezza di fronte all’ingrediente sconosciuto. La cattiveria dell’ingrediente si moltiplica con la cattiveria dello scambio dei cestini fatta fa Andrea.

21.48 Ma la cattiveria non è ancora esaurita. Il tempo di preparazione è di solo mezz’ora. Ma cosa hanno mangiato i giudici prima di iniziare la prova? Pane e carogna?

21:49 Allora, vediamo un po’ cosa stanno combinando il nostri concorrenti. Marika non conosce la materia prima. Mancano anche l’ABC… come si pulisce? Non è che butta via bambino e sapone?

21:50 Maurizio non è spaventato, di più! I suoi valori di sudore sono ai massimi livelli. Non è che in mancanza di ingredienti ha pensato di utilizzare la sapidità dei suoi umori?

21.51 Tiziana si lascia guidare da Carlo Cracco.

21.56 Vediamo ora cosa succede all’assaggio. Joe dice che Andrea ha avuto il vantaggio più grosso nella storia di MC e questo può starci alla grande. E a quanto pare è riuscito a realizzare un buon piatto, tranne che ha i rognoni troppo cotti. Per il resto tutto bene.

21.57 Maurizio presenta il suo bel René la fantasia vola altissima. Ma purtroppo, per quanto voglia sembrare superiore alla difficoltà, è stato proprio messo alle strette. Cottura perfetta dei rognoni ma troppo acido.

21.59 Paola ha fatto un piatto non di merda ma di piscio. Bastianich certo che di fronte alla cucina ha un approccio veramente viscerale…hihihihihihihi! Anche Barbieri arriva all’assaggio con il cappuccio da boia. Cosa ne dite? Stiamo subodorando cosa accadrà a Paola?

22:01 Ecco ora Marika. Che a detta di Barbieri ha acceso per la prima volta l’interruttore della lampadina nel suo cervello. E, dopo la sua affermazione circa il cliché di bella e stupida, magari la sua lampadina è a luce rossa.

22:02 Ecco ora Ivan alla gogna. Per cercare di confondere le acque e non farsi tagliare la testa ha pensato bene di portare un po’ di sangue nel piatto per saziare la sete di sangue dei nostri Cerbero.

22:04 Ecco ora Tiziana che nonostante non abbia accontento alla perfezione Barbieri per il piatto gli ha dato soddisfazione non avendo messo a letto il rene. Infatti la sua presentazione è di petali di rognone su dadolata di verdure e non su letto di verdure. Annotiamo la precisazione ed andiamo avanti.

22:07 Nicola spiazzato dal cestino di Ivan, senza ingredienti a detta sua, ha fatto un disastro. Speriamo che Bastianich non faccia volare il piatto. Joe fa affiorare qualche suo vissuto da lavapiatti e ripulisce il piatto di Nicola per far sparire ogni traccia d’unto. Per ora possiamo aver centrato i peggiori:
Paola
Nicola
Marika?

Ma il vincitore chi sarà?

22:08 Per me Andrea ha le carte giuste. Ma anche la nostra Tiziana, con il suo genio della lamapada, può avere una chance. E il vincitore è

A ndrea

Si, sono d’accordo!

22:13 A sorpresa nella terna dei peggiori non c’è Marika (mi scuserà se ho dubitato troppo del tuo piatto). Ma c’è Ivan.
Quandi abbiamo Andrea vincitore della prova e prossimo capo squadra dell’esterna e

Nicola
Ivan
Paola

tra i peggiori.

Paola è quella con i giudizi più duri, ma Nicola ha fatto rivivere lo spettro del lavapiatti a Bastianich per cui alla fine è lui a perire.

Ma Nicola, se posso esprimere un parere mio, i piatti lasciali pulire ai tuoi futuri clienti con grandi scarpette perchè secondo me hai le carte giuste per avere un ristorantino tutto tuo, magari su di un’isoletta.

22:18 E ora la prova in esterna. I concorrenti ancora una volta sono dispari, cosa succederà? Qualcun altro verrà messo in stand by o sarà una sfida uno contro uno?

22:20 Lo scenario di questa nuova prova è spettacolare. Da togliere il fiato. La prova quale sarà? Riuscire a trovare la strada dopo essere stati abbandonati nel bosco con un panino in tasca in dotazione?

22:21 Ed invece no. Gli ingredienti e la cucina è quella tipica trentina e i clienti saranno delle guide alpine. Per cui possiamo solo dire ai nostri concorrenti in bocca allo stambecco.

22:24 Ed eccoci di fronte al problema del settimo concorrente. Andrea deve rimandare alla casella di partenza uno dei concorrenti. La candidata alla gogna Paola, a dire di Andrea una delle spalle forti. La squadra di Andrea invece è Maurizio e Marika. Il genio e la pupa.

22:26 Dall’altra parte, con il grembiule blu abbiamo Daiana, Tiziana e Ivan. Ma vi siete accorti che i poveri concorrenti sono vestiti come Totò e Peppino a Milano al contrario? Se questi in piena estate sono arrivati a Milano con colbacchi e pellicce, i nostri poverini sono in T-Shirt e Bermuda a 3.000 metri di altezza.

Altra cattiveria della regia?

22:27 Sapori tipici del Trentino in 1 ora e mezza. Miracoli a Go Go in questa puntata. Non si parlava di cotture lente e riflessive nella tradizione alpina?

22:28 Nella squadra blu la caposquadra è Daiana. Ma dopo pochissimi secondi Tiziana si sbrana la nostra Daiana e, in preda ai raptus dell’aria fina inzia, a svalvolare.

22:30 Nella squadra rossa tutto procede con calma e disciplina. Andrea delega i suoi compagni. Marika svolge il suo compitino da brava bimba. Maurizio dietro le quinte aspetta buono buono il momento per impiattare.

La squadra rossa inizia una danza da perfetti pattinatori.

22:32 La squadra blu invece somiglia ad un accampamento di leoni marini, molli e lenti, ma pronti ad azzannarsi ad ogni minimo movimento inconsulto.

22:34 Dietro i nostri concorrenti Blu si intravede come un’inquietante presenza la NEBBIA. Forse impietosita da cotanto strazio e pronta a coprire ogni tristezza con il suo manto.

Ed invece no, la montagna è talmente contrariata da quello che i nostri concorrenti stanno combinando che inizia a prenderli a sassate. Chicchi di grandine piovono impietosi e crudeli sui nostri poverini, ora vestiti almeno un po più caldini.

22:35 Siamo ora alla presentazione. Tiziana presa dal suo genio della lampada inizia un impiatto che neppure in una cucina dotata di salamandra riuscirebbe ad arrivare a tavola caldo al punto giusto.

22:37 E’ ora il momento del giudizio del piatto dei Blu. Così anche il piatto di gnocchi ha un giudizio positivo.

22:38 Gli gnocchi di Daiana piacciono. Che sarà stata la consistenza creata dalla farina a rendere perfetti gli gnocchi?

22:39 Sella di cervo al timo e vellutata di crauti. Questo il piatto dei rossi. Giudizi positivi per il gusto e l’impiatto. Ora vediamo cosa succede allo strudel. Maurizio gongola per un fiore piantato dentro il dolce a mo’ di spada nella roccia. Mah!

22:42 La squadra rossa a prova inzia a tirarsi dietro tutta la sfiga. Ognuno di loro si sente già a pressure con il fiato di Paola sulla collottola. Maurizio pensa di aver dato il massimo, ma non ci crede fino in fondo. Andrea è convinto che ci siano foschi presagi all’orizzonte. Marika non pensa ad altro che allo sguardo assassino di Paola.

Ma vuoi vedere che questa è una danza scaramantica? Dalle mie parti si dice: Chi chiagn fott a chi rir. Traduzione: Chi piange frega chi ride.

22:45 Vediamo un po’ a chi sorrideranno le caprette e a chi le nuvole faranno ciao.

22:47 Il vincitore lo decreterà Cracco con un lanciarazzi! Wow! Una sfida all’ultimo soccorso. E di che colore è il fumo del lanciarazzi? Ma come non avete letto il proverbio che ho citato? Beh, allora si, lo sapete. I vincitori sono proprio quelli che hanno pianto sino ad ora: i Rossi.

22:48 Abbiamo allora ora al pressure test

Daiana
Tiziana
Ivan

e poi al duello
Paola

Chi sarà il prossimo ad andare a casa e a lasciare libero un altro tassello?

22:50 La squadra blu ha perso per la presentazione. Ma perché non hanno pensato anche loro a piantare un po di erbette in mezzo al piatto? Magari un po’ di stelle alpine o stelle pachistane…

22:52 Il pressure test consiste nello stabilire il peso di un po’ di ingredienti che i nostri concorrenti hanno di fronte. Marika, che a detta sua è contro i cliché, si affida ad uno di questi per stabilire che il vantaggio è nelle mani di una casalinga come Daiana.

22:53 I concorrenti devono tagliare dai vari ingredienti delle porzioni delle dimensioni richieste dai giudici.
Praticamente devono fare i salumieri più che i casalinghi.

La prima manche con l’Asiago è vinta da Ivan.

22:55 Seconda manche un pezzo di mortadella di 900 grammi. Daiana ha uno scarto di 25 grammi. Ivan invece ha uno scarto di 50 e quindi non fa l’en plein. Tiziana arriva fresca fresca ed azzecca il peso per 10 grammi e soffia il punto a Daiana.

22:56 Terza manche. Una fetta di pane da 40 grammi. Ivan sbaraglia con uno scarto di 2 grammi. Tiziana fuori di 11 grammi.

E Ivan è salvo. Proclamato tale da Joe con la serietà che si conviene (quasi come quella dell’annuncio di un’amnistia ad un condannato a morte).

22:58 Altra manche una fetta di zucca da 100 grammi. Daiana è fuori di più di 120 grammi.

Tiziana a questo punto arriva gongolando, sicura di aver vinto la prova. E ne approfitta anche per relazionarsi con Cracco. Sembra una gatta su una carta vetrata.

23:01 A questo punto è Daiana che deve affrontare Paola. La prova è tutta basata sulla preparazione delle chiacchiere, frappe, cenci… ditela come volete ma sempre chiacchiere sono. Dolci poverissimi ma di difficoltà insidiosa.
Sono infatti dolci che possono risultare duri, se con troppa farina. Stucchevoli se con troppo zucchero. Untuosissime se si sbaglia la frittura. Ad ogni modo Daiana potrebbe essere avvantaggiata, visto che la stessa Paola, per sua ammissione, odia questi dolci.

23:02 Paola secondo Tiziana in questa prova è veramente goffa, ma forse lei non l’ha vista mai cucinare. Gli stessi giudici sostengono che il minimo e indispensabile è il suo motto.

23:04 Questo duello tutto sembra tranne che una lotta all’ultimo sangue. Lente lente lente. Fino a che non iniziano a correre all’impazzata o è solo la musichetta di sottofondo che ci fa illudere della velocità? MasterChef e i suoi messaggi inconsci. Sarà legale?

23:06 Dai commenti che abbiamo sentito sino ad ora, tutti danno per spacciata Paola. Anche la stessa Paola. Ma abbiamo imparato che non sempre quello che si dice in un momento può aiutare a capire cosa sarà dopo.

Sembra che per Daiana non ci sia scampo.

23:07 Bastianich ad un certo punto cosa dice? Le chiacchiere devono chiacchierare. Quelle di Daiana mugugnano!!
Per oggi Bastianich è il nostro giudice che sussurra alle chiacchiere.

23:10 Daiana totalizza 20 chiacchiere. Paola totalizza 17 chiacchiere. Per Daiana una chiacchiera è perfetta, le altre così così. Per Paola sono immangiabili. I giudici chiacchierano un po’ e poi decretano che chi ha chiacchierato di più vince la prova. Così Paola depone il grembiule e senza più chiacchiere lascia le cucine di MC2.

23:12 Paola in confessionale si congeda con molta dignità e con un monito per i suoi a casa: non mangerete per almeno 3 mesi perché per ora lei non vuole vedere le pentole neppure in cartolina. Magari è ancora reduce dall’aria rarefatta della montagna.

23:14 E anche oggi possiamo andare a letto carichi di meraviglia per le avventure dei nostri concorrenti e dei nostri giudici.

Un in bocca al lupo a Nicola e al suo ristorante (perché sono certa che ce la potrà fare) e in bocca al lupo alla famiglia di Paola che per almeno 3 mesi dovrà rinunciare alla sua cucina. Notte notte a tutti, tranne che a me, visto che mi aspetta la mia bella dose di poppate e pannolini. Ci risentiamo prossima settimana per una nuova avventura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui