Forzati della dieta, sappiate che occorrono 15 minuti per essere sazi

Tempo di lettura: 1 minuto

avanzi-di-cibo

L’appagamento a tavola? Non è una questione di quantità, ma di tempo. Un’altra ricerca, l’ennesima, sul cibo. Che stavolta viene in soccorso al popolo dei forzati della dieta.

Siate pazienti, non disperate, raccomandano i ricercatori dell’Università di Collins (Usa). Se a fine pasto vi manca quel senso di soddisfazione che segue una mangiata abbondante, è una questione di tempo. Datevi 15 minuti e l’appagamento arriverà. E’ solo allora infatti che, spiegano i ricercatori, cervello e pancia si sintonizzano sulla stessa lunghezza d’onda. Solo allora la pienezza dello stomaco diventa consapevolezza nel cervello.

macaron-Andrea-De-Bellis-ph-Souheila-Soula-2

Lo dimostra l’osservazione del comportamento di 100 persone divise in due gruppi che, esposti a quantitativi di cibo differenti, hanno raccontato di provare lo stesso senso di sazietà  un quarto d’ora dopo la fine del pasto. Conclusioni che, in un certo senso, confermano (e addolciscono) quell’antica credenza secondo cui occorre alzarsi da tavola con un po’ d’appetito per essere certi di non aver esagerato.

A dare voce alle rassicurazioni dei ricercatori americani è la rivista “Food, Quality and Preference”. “La ricerca”, spiega Brian Wansink, uno degli autori dello studio, “indica che anche mangiando poco si soddisfa la fame e non si amplifica la voglia di piluccare”.

E’ iniziata l’era del quarto d’ora… gastronomico.

[Link: nlm.nih.gov, adnkronos.it Immagine: Souheila Soula]

1 commento

  1. Si sapeva da un po’ questa storia.
    In realtà il tempo di 15 min (che io sapevo essere 30) serve ai ricettori della sazietà, che sono all’interno dello stomaco, per dialogare tra loro per poi inviare i dati al cervello.
    Ecco perchè è consigliato di mangiar piano e non solo per migliore digestione : se mandate giù molto cibo velocemente non date ai ricettori il tempo di “sentirlo”…. ergo vi abbuffate e poi vi sentite esageratamente pieni…
    Meditate gente, meditate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui