BastardChef. Crozza: Joe, meglio una pizza a domicilio del mappassone

Tempo di lettura: 2 minuti

E venne il momento della finale anche per BastardChef con l’ormai mitico Maurizio Crozza che fa la parodia di Joe Bastianich. Giudice monocratico, al contrario del tribunale di MasterChef originale che conta sul giudizio del trio rinforzato dal buono Bruno Barbieri e dal fighissimo Carlo Cracco. Non c’è l’avvocato Tiziana Stefanelli che ha surclassato in finale Maurizio e diventando il modello da seguire per i prossimi concorrenti di MasterChef 3, ma Nazareno, Cecilia, Maria Vittoria e il “solito” napoletano Gargiulo.

Tante battute per descrivere situazioni irreali e alla fine Gargiulo spopola presentando il suo piatto (vuoto): Impasto di farina con una laccatura di pomodoro san marzano scaglie di siero di bufala, veli di prosciutto e dadolata di funghi. Cosa srebbe? Ma una pizza consegnata a domicilio perché non ha avuto il tempo di cucinare! E poi Cecilia che sfida la sorte e, pur avendo un problema con il sale, presenta un’orata (e daje) al sale. Ma fatta con lo “zucchiro”. E per spiegare il concetto di dilusione dà alla malcapitata una foto della madre con il suo fidanzato. Maria Vittoria, invece, prepara il suo complesso piatto a base di salmone in 2 minuti e rotti suonando l’arpa celtica invece della fisarmonica. E fa il suo ingresso squlla scena il merdometro, perché lui, Joe Crozza è un merdomante che non ha interesse per la cucina fatta bene ma per quella fatta male. O no?

E come al solito, le chicche della puntata (a nostro giudizio).

  1. E’ la woodstock delle mosche. Fra poco si radunano e fanno la tre giorni di pace amore e merda.
  2. C’è delusione di diluendo. Un canadair pieno di dilusione
  3. Tuo padre fa l’elemosina ai mendicanti con le monete fuori corso?
  4. Piatto sette passi come mamba, faccio sette passi e poi muoro
  5. Tua nonna era quella che andava in chiesa nel confessionale faceva la puzzetta prima che arrivava prete?
  6. Fai le scalette degli sketch mettendo berlusconi all’inizio?
  7. Una matrioska di dilusione
  8. Sento presagio di muoro
  9. A scuola erano i professori che facevano assenza per non vedere te?
  10. non sto credendo a vedendo sentendo
  11. Complesso di diludendo
  12. Tu non devi pensi tu devi cucina
  13. Sai cos’è questo strumento? Merdometro. Perché io sono un merdomante
  14. Stai facendo l’imitazione di un essere umano ma ti è venuta male
  15. Taglio del nastro. Possiamo dare inizio alla fiera della merda

Le altre puntate di BastardChef

3 Commenti

  1. Ok ok, ma solleviamo qualche problema di filologia della copia: perché, a parte il godibilissomo emilianeggiante Barbieri dell’inizio sketch, e qualche “mappazzone” qua e là, non mi sembra di aver percepito particolari riconducibili a Cracco (o sono disattento)? Forse che Cracco è “incraccabile”? Difficoltà reale, sgomento autoriale, irriproducibilità del fascino glaciale, mancanza di spunti veri?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui