Save the food. Culinaria a Roma, Omnivore a Parigi, Barbieri al Mart

Tempo di lettura: 6 minuti

Culinaria

Culinaria, si parte. Da oggi fino a lunedì 18 marzo, al Mercato Rionale coperto alla Garbatella di Roma, l’8^ edizione di questo appuntamento romano con i grandi chef quest’anno celebra il mercato, luogo di incontro tra merci e cibi, incrocio di culture e sapori. Si torna, giocoforza, indietro nella storia, e di molto, a quando il mercato ha reso possibile l’incontro tra tradizioni culinarie di paesi diversi.

Consultate qui il programma delle tre giornate e l’elenco degli chef che parteciperanno.

Omnivore-2013

Ancora qualche ora invece per Omnivore, il gastroevento parigino che fa da vetrina ad alcuni dei più interessanti giovani chef del mondo. Un appuntamento imperdibile se si vogliono orientare le antenne sulle tendenze più innovative della cucina mondiale. A rappresentare i sapori italiani provvederà Fromages d’Italie, il progetto pensato per condividere, con chef provenienti da 13 paesi, la grande tradizione dei formaggi italiani: Asiago, Gorgonzola, Mozzarella di Bufala Campana e Parmigiano Reggiano.

Bruno-Barbieri

Da MasterChef al Mart di Rovereto. Approda alla mostra “Progetto Cibo – La forma del gusto“, in programma fino al 2 giugno, lo showcooking di Bruno Barbieri, atteso per mercoledì 20 marzo. E’ uno dei grandi protagonisti dell’alta gastronomia a fare la sua apparizione a questa mostra dedicata all’incontro tra cibo e design, accanto Massimo Bottura, Antonio Canavacciuolo, Carlo Cracco, Daniel Facen, Davide Oldani e Davide Scabin.

Questo il menu che Barbieri preparerà all’Hotel Rovereto:
Uovo in cocotte con fonduta di gorgonzola, polvere di bacon e nocciole tostate
Intingolo di moscardini rossi con profumi del sud crema di mais all’olio
Fregula all’acqua di mare e zafferano
Quaglia in cartoccio fegato ingrassato con caponata di verdura con due gocce di vecchio balsamico
Cannolo di mandorle con ricotta all’arancia e pistacchi in un frullato di frutti di bosco sciroppati

A Venezia arriva Gusto in Scena, in programma il 17, 18 e 19 marzo presso la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista di Venezia. Un laboratorio ideato da Macello Coronini per l’alta cucina con il compito di conciliare il gusto e la salute e offrire l’opportunità di gustare l’eccellente pescato della laguna, le verdure delle isole, i prodotti. Protagonista la cucina veneziana da questa sera, sabato 16 marzo, quando inizieranno le cene di Fuori di Gusto: menu speciali con piatti della cucina veneziana a prezzi interessanti, cucinati a quattro mani con gli chef ospiti. Qui l’elenco dei locali che aderiscono.

Tre gli eventi protagonisti di Gusto in scena: Chef in Concerto, il congresso di alta cucina durante il quale importanti nomi della ristorazione interpreteranno il tema proposto da Marcello Coronini per questa edizione di “Cucinare con,­ Cucinare senza… Zucchero; Seduzioni di Gola, una selezione di numerose specialità gastronomiche italiane e europee (dal caviale al baccalà mantecato, da assaggi di patanegra e culatello a diverse stagionature di Parmigiano Reggiano fino alle noci al miele e ad una selezione di cioccolato di un grande cioccolatiere italiano) e infine I Magnifici vini, un banco d’assaggio di vini selezionati per la loro qualità e legati alla storia del territorio riuniti nelle quattro categorie mare, montagna, pianura e collina.

Scuola-del-cioccolato-Perugina

L’uovo di cioccolato sarà il protagonista del prossimo corso di “cioccolato e design” promosso dalla Scuola del Cioccolato Perugina in collaborazione con Città del gusto NapoliDomenica 17 marzo, dalle 10.30 alle 13.30 a Villa Vittoria, l’esperto Maestro Cioccolatiere della Scuola del Cioccolato Perugina guiderà i 14 partecipanti in una lezione per la realizzazione di uova di cioccolato decorate con alcune tecniche del food design (chi vorrà potrà inserire anche una personalissima sorpresa all’interno della propria creazione. I ragazzi fino a 13 anni possono partecipare come ospiti,  insieme all’adulto che li accompagna. Le lezioni hanno la durata di tre ore ciascuna. Il costo a persona è di 65,00 euro. Per informazioni e prenotazioni chiamare il numero verde della Scuola del Cioccolato Perugina 800 800 907).

Festival-Culinario-Bernard-Loiseau

C’è un evento del cibo che si svolge all’altro capo del mondo. E’ il Festival Culinario Bernard Loiseau, dal 16 al 23 marzo, al Constance Belle Mare Plage a Mauritius. Protagonisti 6 chef stellati europei e altrettanti chef del gruppo alberghiero provenienti dalle isole dell’Oceano Indiano. Obiettivo: preparare menu innovativi che utilizzino prodotti tipici locali. Ogni chef locale avrà come mentore uno chef europeo e presenterà un menu nella serata finale della manifestazione. Vince lo chef locale che riuscirà a mettere in pratica al meglio i consigli e gli insegnamenti del suo mentore.

Ecco i sei chef stellati europei: Ezio Gritti (Osteria di via Solata, Italia), Anita Klemensen (Den Rode Cottage, Danimarca), Roman Paulus (Ristorante Alcron, repubblica Ceca), William Drabble (St. James’s Hotel & Club , UK), Robert Speth (Ristorante Chesery, Svizzera, Thierry Fernandes (Ristorante Le Prieuré, Francia).

Cucinare per strappare un sorriso. Lunedì 18 marzo lo chef Filippo La Mantia presenta il libro “A tavola con le quattro stagioni” (Morellini Editore) nel suo ristorante presso l’Hotel Majestic di Roma. I proventi andranno alla Fondazione Operation Smile che cura i bambini affetti da malformazioni facciali. Il volume è un ricettario di piatti che prediligono gli alimenti stagionali e le pietanze per i più piccoli. Il libro è il secondo della collana “Le ricette del sorriso” ideata e realizzata a scopo benefico dalle giornaliste Gloria Broiatti e Monica Sartori Cesari.

E’ in corso l’11^ edizione della settimana della prevenzione oncologica, promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori e il cibo è quest’anno protagonista. Non c’è più dubbio infatti che una sana e corretta alimentazione sia uno degli strumenti di prevenzione più efficaci. Declinato nella dieta mediterranea, tanto famigliare a queste latitudini, il modello nutrizionale può essere un valido supporto contro l’insorgenza delle patologie tumorali. Olio extravergine d’oliva, verdure e frutta fresca i protagonisti di un’alimentazione che riscopre e ha a cuore la salute. 12 blogger di cucina hanno regalato alla Lilt menu e ricette sane e stuzzicanti, tutte raccolte in un opuscolo scaricabile.

san-patrizio

A San Patrizio manca meno di un giorno. L’imbarazzo della scelta è decidere dove festeggiarlo. Qualche idea noi ce l’avremmo.

Oggi, dalle 16,30, il patrono d’Irlanda, la festa più attesa dell’anno per assaporare e annegare nella birra scura, si festeggia al Beer Shock a Viterbo (Via San Bonaventura, 36).  Domenica 17 marzo S. Patrizio si sposta al  Serpente Pub, a S. Lorenzo, a Roma (Via dei Marsi, 21) dove si beve e si mangia dalle 11.30 del mattino fino a tarda notte. Tutte le birre alla spina verranno servite a 3,50 euro e saranno accompagnate da un fantastico brunch e vari aperitivi, tutti offerti da Vania!

Domenica17 marzo, dalle 19 in Taberna, a Palestrina, si festeggia S. Patrizio, Patrono d’Irlanda, con un aperitivo a base di Perle ai Porci, l’oyster stout di Birra del Borgo, brassata con ostriche fin de clair n.2 e telline del litorale romano. Ogni Perle ai Porci ordinata sarà abbinata a scelta: ad un ostrica o ad un sushi di salmone con salsa di soia o alle cozze fritte (il prezzo di ogni birra sarà 5 euro. Per chi vuole fermarsi a cena prenotare al 0695270920).

(Ha collaborato Adriano desideri)

3 Commenti

  1. io non capisco perchè dovrei festeggiare S. Patrizio, patrono d’Irlanda.
    effettivamente non comprendo nemmeno le smanie per Hallowenn…

    • Giusta osservazione, giusta quanto precisina da prima della classe.
      Non lo devi festeggiare, è una scusa per andare in un pub come si deve e berti tanta birra stout, porter o similari.
      Si approfitta della festa irlandese per organizzare festicciole tra amici a base brassicola.
      Non ci si veste di verde o da gnomo, non si va in giro con una marmitta piene di monete d’ oro (finte, sic!).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui