Dal 2 al 5 giugno “Festa a Vico” è da 10 anni l’appuntamento con la migliore ristorazione e con la beneficenza. “Tu vuo’ fa l’americano ma si made in Italy” il titolo dell’edizione di quest’anno che parte domenica 2 giugno (alle 20,30), non a caso in un giorno di festa nazionale: la Festa della Repubblica. E s’intitola Repubblica del Cibo anche questo appuntamento nelle strade del centro di Vico Equense (Napoli) dove gli chef emergenti saranno ospitati dai negozi per la preparazione dei loro piatti.

Si prosegue lunedì 3 giugno con la “Notte Bianca della Gastronomia“: furgoni e bancarelle sul lungomare di Seiano metteranno in mostra i piatti degli chef stellati Massimiliano Alajmo, Andrea Berton, Massimo Bottura, Antonino Cannavacciuolo, Moreno Cedroni, Chicco e Bobo Cerea, Pino Cuttaia, Giancarlo Perbellini, Valeria Piccini, Fabio Pisane ed Alessandro Negrini di Aimo e Nadia, Davide Scabin, Salvatore Tassa, Mauro Uliassi e, naturalmente, Gennaro Esposito e i dolci preparati da 12 chef pasticcieri. A seguire concerto del Maestro Nicola Piovani presso Le Axidie e finale con buffeti di dolci.

Martedì 4 giugno c’è “Festa a Vico“, al Bikini. Cento top chef offriranno i loro piatti per una serata di beneficenza affiancati da alcuni tra i più grandi pizzaioli che parteciperanno all’evento “Pizza delle Stelle“, organizzato da Scatti di Gusto e Dissapore.

pizza-centimetro-q

Mercoledì 5 giugno si chiude con “Pizza centimetro per centimetro: le tecniche di stesura” in collaborazione con Molino Caputo. Appuntamento al ristorante Gigino di Vico Equense dove i pizzaioli interpreteranno l’arte antichissima dell’impasto. Seguirà degustazione.

Appuntamento al prossimo week-end per assaggiare e comprare la buona carne di razza piemontese. L’8 e 9 giugno a Piazza Sforzini, tre macellai di Cavour, il primo comune della provincia di Torino per numero di aziende e numero di capi allevati, i macellai Silvio Brarda, Giovannni Caffer e Claudio Perrone proporranno le classiche specialità gastronomiche della carne di questo territorio: battuta di carne, insalata di bollito estivo e il bollito 4 tagli.

Martedì 4 giugno si va a scuola di semifreddo con Stefano Laghi, campione del mondo di pasticceria, dalle 9,00 fino alle 18,00, all’Accademia Barilla, al Barilla Center di Parma. Solo a fine corso misteri come il bilanciamento dei composti di base, abbattimento, stoccaggio, glassaggio e decorazione del semifreddo non saranno più un segreto (costo: 100 euro a persona).

A Milano, all’Enoteca Viola, giovedì 6 giugno si parte con la prima delle serate dedicate allo street food napoletano. In cucina Chef Monzù, protagonista il “Cuoppo di alici”. Seguirà, il 12 giugno, Il Bror e’ Purp (Polpo in Guazzetto), martedì 25 giugno le Crocc ’e Pall ’e Ris (crocchette di riso) e giovedì 4 luglio la Frittata ‘e Maccarun’ (frittata di pasta).

mappa-pianeta-bufala

Pianeta Bufala è ormai entrata nel vivo. Nel centro storico di Eboli (Salerno), dopo l’apertura riservata a Gino Sorbillo e Alfonso Pepe e i cooking show di Giovanni Mandara e Giuseppe Giordano, questa sera, sabato 1 giugno, sarà la volta di Lorenzo Principe e delle sue pizze fritte e di Pietro Macellaro della Pasticceria Agricola Cilentana. E’ l’occasione, piuttosto rara, per acquistare un panettone fatto coi fagioli di Controne e burro di bufala.

Domenica 2 giugno la mozzarella incontra la panificazione con gli chef Gennaro Marciante e Luca Calce. Chiude, dopo Pietro Parisi, il pasticciere salentino Antonio Campeggio mentre Rosanna Marziale presenta il suo ultimo libro “Evviva la mozzarella”, edito da Gribaudo.

Progetto-Cibo-La-forma-del-gusto-2

Gran finale per la chiusura di “Progetto Cibo. La forma del gusto” al Mart di Rovereto (Trento). Domenica 2 giugno il Museo di arte moderna e contemporanea dedica un’intera giornata al cibo con dimostrazioni culinarie sui dolci sardi e sulla pasta Filindeu (foyer del primo piano alle 10,30 e alle 15,30); con uno show-cooking insieme agli chef stellati trentini Alfio Ghezzi e Vinicio Tenni (piazza del Mart, alle 16,00); letture di brani letterari legati al tema del cibo e con tappe dedicate ai sensi (Sale della mostra Progetto Cibo, alle 16,00). Si chiude con una cena nelle sale della mostra in collaborazione con alcuni ristoranti della Vallagarina (Locanda Le tre chiavi, Ristorante dell’Hotel S. Giacomo, Locanda D&D Maso Sasso, Ristorante  Tema, Ristorante 900, Ristorante San Colombano e Ristorante Antica Gardumo. Prenotazione obbligatoria al 335 215570).

gelato festival 2013 firenze

Lo sappiamo bene che il meteo ha rimandato a tempi migliori la voglia di gelato. Ma il calendario incalza e Milano è pronta ad accogliere il road show organizzato dagli ideatori di Firenze Gelato Festival. Un’occasione per celebrare l’inizio della “fase moderna” del gelato che fa la sua comparsa nei caffè milanesi all’inizio del Novecento con le “parigine”, il gelato tra due ostie di wafer importato dalla Francia. In corso fino a domenica 2 giugno, durante gli Expo Days, in piazza Castello. Consultate il programma di oggi, sabato 1 giugno e di domani, domenica 2 giugno.

Milano-Gelato-Festival

Ogni giorno una selezione di chef si esibirà nella preparazione di ricette originali. E chi non è curioso di assaggiare, accanto ai classici, qualche gusto nuovo come sbrisolona e ciliegia, armonia di mascarpone e panettone di Milan, Irish ginger banana e Black ice amarena? E’ una novità anche il Buontalenti, il primo laboratorio mobile di gelato artigianale che prende il nome dall’inventore del gelato nel Rinascimento e che sfornerà coni e coppette a tutte le ore davanti ai visitatori. Il costo è di 12 euro (10 euro per gli under 18).

Ciliegia-di-Marostica-Igp

Dalla terza domenica di maggio alla prima di giugno Marostica (Vicenza) e dintorni festeggiano la  Ciliegia Igp, la prima ciliegia italiana ad aver raggiunto il traguardo della certificazione europea con 15 varietà coltivate e una produzione di 6000 quintali. Hanno aperto le danze le Sandre, le Bigareaux, le Roane e le Romane, varietà precoci esposte a Pianezze San Lorenzo. Si è proseguito il 25 maggio a Marostica con la vendita diretta delle ciliegie e dei prodotti del territorio. Sabato 1 giugno Mason Vicentino ospita la Sagra delle ciliegie con esposizioni della varietà Rosse mentre domenica 15 giugno si chiude a Corsare di Marostica con i Duroni e le ciliegie tardive. Per tutto il periodo la ciliegia è protagonista anche nei menu di 30 locali tra ristoranti e agriturismi del territorio. Per informazioni contattare l’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Vicenza al numero 0444-994750.

Girotonno-Carloforte

E’ in corso a Carloforte (Carbonia-Iglesias)Il Girotonno“, quattro giorni, fino al 2 giugno, per scoprire l’isola di San Pietro con il tonno (e la tonnara) protagonista, risorsa da proteggere. Tra i curatori della manifestazione, per la quale sono attese 30 mila persone, lo chef Luigi Pomata, patron del ristorante omonimo a Cagliari. Il tema di quest’anno è “Dal Sulcis al Sushi” e non c’è molto da spiegare. Alle 18,30 di sabato 1 giugno Luigi Pomata presenta la sua ricetta a base di tonno fichi d’india e distillato d’alghe. Il programma prevede live cooking all’aperto, ristoranti che cucineranno ricette tipiche e la competizione internazionale “Tuna competition” con 6 nazioni in gara: Italia, Spagna, Francia, Argentina, Mauritius e Giappone.

Numerosi gli appuntamenti del vino nel week end in corso e nei prossimi. Tornano gli Happy Gambellara, i venerdì-aperitivo a base di Gambellara classico nelle cantine che aderiscono al Consorzio Tutela Vini Doc Gambellara. Si comincia alle 19,00 con assaggi di vino e buffet di prodotti gastronomici preparato dai ristorantori della Strada del Recioto. Due le aziende coinvolte ogni sera, una cantina ospitante e un’altra che presenta i vini al pubblico. Dopo l’appuntamento di ieri, venerdì 31 maggio all’Azienda Agricola Virgilio Vignato con i vini di Lina Sordato, sarà la volta, venerdì 14 giugno, della coppia Natalina Grandi/Davide Vignato. Venerdì 21 giugno l’appuntamento è alla cantina di Gambellara con i vini dell’azienda agricola Davide Vignato. Gran finale in jazz il 28 giugno con la casa Vinicola Zonin e Montecrocetta. Il costo di ogni singola serata è di 10 euro e prevede tre assaggi di vino e un ricco buffet. Per info e prenotazioni: 328 8920757.

Dal 30 maggio al 22 giugno a Roma c’è Vinòforum che festeggia i suoi 10 anni con un fuorisalone. In questi giorni, e  fino a giovedì 6 giugno, enoteche, ristoranti, winebar, boutique storiche e persino gioiellerie, gallerie d’arte e di design si trasformano in luoghi del bere e del mangiare con degustazioni guidate, aperitivi e sfide gastronomiche. Come “Wine & Design” presso Cappiello Design Show Room, la “Sfida a colpi di Amatriciana” con Stefano Callegari e Giancarlo Casa al Salotto di Porto Fluviale e “Ostriche e Champagne” nel concept store Fleur. Dal 7 al 22 giugno, nei giardini di Lungotevere Maresciallo Diaz, si entra nel vivo della manifestazione enologica con 2500 etichette vitivinicole presenti e, anche, osterie e grandi chef.

Natural-Critical-Wine-Bologna

Natural Critical Wine è la fiera vinicola organizzata dall’associazione Contadini Critici con l’obiettivo di raccontare la biodiversità in bottiglia. Alla sua prima edizione, attesa per sabato 1 e domenica 2 giugno presso lo Spazio Verde del parco della Montagnola a Bologna, ospiterà vini e storie di vignaioli di diverse regioni italiane e francesi che hanno scelto di praticare agricoltura con metodi naturali, biologici e biodinamici. Natural Critical Wine, che raccoglie l’eredità di Vini di Vignaioli, iniziativa del 2001 nata da un’idea dell’ambientalista Marie Christine Cogez, è aperta al pubblico sabato dalle 10,00 alle 19,00 e domenica dalle 11,00 alle 18,00.

Vitigno-Italia-2013-Napoli

Vitigno Italia, da domenica 2 al giugno al Castel dell’Ovo, a Napoli, è una vetrina dei vini del Sud che, giunta ormai alla sua nona edizione, ha contribuito senza dubbio alla crescita dell’export di vino campano (+20%). Degustazioni guidate, anteprime, gastronomia gli appuntamenti consueti di questa manifestazioni alla quale partecipano ogni anno 500 operatori e 30 buyers stranieri. Quest’anno, accanto ai vini, ci sarà anche la gastronomia: pasta artigianale di Gragnano e formaggi Dop.

C’è grande attesa per la mostra “Giorgio de Chirico. Il ritratto – Figura e forma” al via sabato 8 giugno alla Fortezza di Montepulciano (Siena) fino al 30 settembre. Un percorso attraverso 68 opere dell’inventore della pittura metafisica che gli organizzatori hanno voluto esposte nel luogo che ogni anno ospita l’Anteprima del vino Nobile e che dal 2014 ospiterà anche gli uffici del Corsorzio del Vino Nobile. Ma non è il solo punto d’incontro tra l’arte straordinaria di De Chirico e un grande vino del territorio. E’ previsto infatti un programma di degustazioni promosse dal Consorzio del Nobile.

A Moniga del Garda (Brescia) si svolgerà, da venerdì 7 a domenica 9 giugno, “Italia in rosa“, palcoscenico dei vini rosé italiani. Cornice della manifestazione i giardini della Villa Bertanzi, proprio dove è stato codificato il procedimento dei  rosé Valtenesi Chiaretto Doc. Ospiti le cantine del territorio e anche d’Oltralpe per un totale di 150 etichette tra le quali alcune presenze premiate alle due principali manifestazione del settore: il “Mondial du Rosé” di Cannes e il “Concorso Enologico dei Rosati d’Italia” di Otranto. Degustazioni, premiazioni (miglior Chiaretto della vendemmia 2012) e la possibilità di assaggiare, nei ristoranti di Moniga, il piatto ufficiale di Italia in Rosa: il coregone all’olio, tipica ricetta del territorio. Costo del biglietto: 10 euro.

E’ in corso fino a sabato 8 giugno, in 16 comuni della Strada del Vino dell’Alto Adige, “Vino in festa“. Domenica 2 giugno dalle 12,00 alle 18,00 c’è Wine & Bike day, una giornata in bici per godersi, senza automobili fra i piedi, il paesaggio e il vino del territorio (l’evento non avrà luogo in caso di pioggia). Poi, gran finale con la “Notte delle Cantine”, sabato 8 giugno, quando le cantine lungo la Strada del Vino apriranno le loro porte ai visitatori (per informazioni tel. 0471 860 659).

Sabato 8 e domenica 9 giugno due giornate dedicate al Lambrusco a Sabbioneta (Mantova) patrimonio Unesco, con “Lambrusco a palazzo“. Nelle cantine storiche del palazzo Ducale i migliori Lambruschi saranno protagonisti di degustazioni guidate, seminari e approfondimenti a cura dei consorzi delle tre province Mantova, Modena e Reggio-Emilia.

Cominciate a rovistare nell’armadio alla ricerca di indumenti rigorosamente bianchi. Unconventional Dinner. La Cena in Bianco Torino 2013 si avvicina e se va come l’anno scorso sarà una grande festa! Vi terremo aggiornati. Nell’attesa, date uno sguardo al sito dedicato. E tenetevi pronti, l’evento non andrà più in là di giugno!

salmerino-affumicato-Ratanà-Milano

E’ stato dato alle stampe l’Atlante Qualivita Food&Wine 2013. Alla settima edizione, l’uscita è un appuntamento di rigore per professionisti enogastronomici e osservatori. Il volume contiene una descrizione dei prodotti agroalimentari e vitivinicoli italiani Dop, Igp e Stg aggiornata al 24 maggio 2013. Alla presentazione, che si terrà venerdì 7 giugno nella sede del Ministero delle Politiche Agricole, a Roma, interverrà il nuovo ministro delle Politiche Agricole Nunzia De Girolamo. Alla fine della presentazione saranno consegnate targhe-riconoscimento agli ultimi 8 prodotti iscritti nel registro europeo delle Dop, Igp e Stg e cioè: Ciliegia di Vignola Igp (Emilia Romagna), Sale Marino di Trapani Igp (Sicilia), Salame Felino Igp  (Emilia Romagna) Mela Rossa Cuneo Igp (Piemonte), Ficodindia di San Cono Dop (Sicilia), Panforte di Siena Igp (Toscana), Salmerino del Trentino Igp (Provincia Autonoma di Trento), Agnello del Centro Italia Igp (varie Regioni).

Sex and the ADI” è un convegno che promette, nientemeno, di svelare “Tutto quello che avresti voluto sapere su cibo e sessualità e non hai mai osato credere”. Sabato 8 giugno, presso la Camera di Commercio di Bologna (Via Verdi, 2), a partire dalle 8,30, medici, dietisti e psicologi diranno la loro su un intrigante tema: “Il cibo come fonte di piacere” e “Piacere alimentare e piacere sessuale”. L’occasione giusta per veder sviscerare temi inediti come… gli effetti della pancia maschile sulle prestazioni sessuali!

Slow-Food-Story

E’ arrivato nelle sale “Slow Food Story“, il film di Stefano Sardo dedicato alla nascita del movimento. Dal lancio a Parigi nel 1989 a oggi, l’organizzazione che “promuove cibo buono e di qualità, proveniente da produzione che rispettano l’ambiente e tutelano la biodiversità”, ha conquistato 150 paesi e ha trasformato il modo di fare e vedere la gastronomia. Slow Food Story è la storia di un gruppo di amici di provincia: una storia di bischerate, di passioni politiche, di ristoranti, di riti contadini riesumati, di vino e di viaggi. Il biglietto è ridotto per i soci e per chi acquisterà prodott (di qualcunque importo) presso Eataly di Roma, Milano, Genova, Torino e Bologna.

Un pranzo e una cena per il Duomo di Crema (Cremona). Domenica 2 giugno si contribuisce al restauro della cattedrale andando a pranzo in uno dei locali delle Tavole Cremasche, 7 ristoranti che si sono impegnati a destinare il 20% dell’incasso a quest’opera. Anche Lunedì 10 giugno si può dare una mano cenando  presso la Pro Loco di Crema (Piazza Duomo, 22) e l’Opera Pia Oratorio San Luigi (Via Bottesini, 4). Il costo è di 18 euro per antipasto di salumi misti, gran grigliata mista con contorno, dolce e gelato. Prenotazione obbligatoria alla Pro Loco di  Crema (tel. 0373.81020).

Domenica 2 giugno alle 21,00, presso l’enoteca Acino che Vola  (in Via Gaetano Rappini, 23C) di Roma, cena/buffet di presentazione ufficiale della squadra “Rougher Dan Khan“, composta da tre romani trentenni che partiranno il prossimo 13 luglio da Roma alla volta della Mongolia: Lorenzo Dutto, un pilota di elicotteri su piattaforme petrolifere in Malesia, Emanuele Gigli e Giuseppe Orsini. Insieme partiranno da Londra attraverso la Repubblica Ceca per raggiungere Ulan Bator, in Mongolia: 13mila chilometri e 15 Paesi da attraversare. La cena sarà anche l’occasione per raccontare un po’ meglio cos’è il Mongol Rally e tutte le finalità benefiche ad esso associate! (costo: 15 euro, tutto compreso, con uno speciale buffet dedicato ai vegetariani!) Una cospicua parte del ricavato verrà versata in beneficenza al Lotus Children Charitable Centre.

Ai partecipanti sarà possibile far mettere la propria foto sulla carrozzeria dell’auto che farà il rally.

2 Commenti

  1. Abbiamo corretto. Però bisogna dire che… eravamo in buona compagnia: “Il Vocabolario della lingua italiana Treccani e il Devoto-Oli non hanno dubbi: oggi s’ha da dire e da scrivere beneficenza senza i, conformemente all’etimologia. Si tratta di un prelievo libresco dal latino beneficentia(m), attestato per la prima volta in Andrea da Grosseto (1268; TLIO), che, peraltro, a testimonianza di iniziali oscillazioni, aveva beneficienzia (ma in testi coevi e di poco posteriori si ha sempre benefice-).
    Certo, si capisce la tentazione di comportarsi per analogia come nel caso di deficienza (che mantiene però la i etimologica della forma tardolatina deficientia[m]) e di efficienza (dove però si fa sentire, sovrapposto al vocalismo latino di efficientia[m], l’influsso del più recente modello dell’inglese efficiency, da cui viene il significato moderno di efficienza ‘rispondenza o adeguatezza di uno strumento o di un’organizzazione alla propria funzione’).
    La più recente edizione dello Zingarelli, dando come corretta la forma beneficenza, avverte di evitare la forma beneficienza: si tratta di un significativo segnale che l’uso della forma scorretta è effettivamente piuttosto diffuso. Ciò nonostante, la norma dà come forma corretta beneficenza e a questa ci si atterrà” (treccani.it)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui