Un nuovo ristorante di design sulla montagna del Gaislachkogl a 3.048 metri di altezza. A dicembre verrà inaugurato in Austria, a Sölden, ICE–Q, un ristorante alpino collegato direttamente alla cabinovia del Gaislachkogl, considerata tra i progetti più innovativi e di minimo impatto ambientale degli ultimi tempi.

Sölden ICE–Q sala del ristorante

Gli architetti dello studio tirolese Obermoser di Innsbruck hanno progettato una struttura di vetro e acciaio per garantire un effetto di trasparenza in grado di mimetizzare i volumi. I commensali avranno a disposizione 132 posti a sedere nella sala e 80 sulle terrazze panoramiche.

Sölden ICE–Q ristorante e cabinoviaSölden ICE–Q ristorante e cabinovia sotto la bufera

Oltre a vincere il titolo di ristorante più alto dell’intera area sciistica di Sölden e di offrire il massimo confort anche in condizioni atmosferiche estreme, Ice- Block, questo il nome di progetto, punta sull’esperienza gastronomica e sul vino speciale. Il menu vuole offrire il meglio dei prodotti del territorio alpino accompagnati dai migliori vini austriaci e internazionali. E proprio il vino sarà l’argomento principale legato al nuovo rifugio. È stata realizzata una speciale cantina dove in botti di legno si affinerà Pinot 3000, una cuvée di pinot nero creata dall’unione di tre vitigni provenienti da Italia, Austria e Germania. [related_posts]

Quassù si svolgerà ad aprile 2014 una tappa dell’evento “Vino in Quota”, organizzato dal Das Central – Alpine Luxury Life Hotel di Sölden e che vedrà la partecipazione di noti produttori di vino e chef internazionali. L’Associazione delle Aziende vitivinicole del Burgenland si confronterà con alcuni rinomati produttori di vini provenienti da tutt’Europa ed è prevista la partecipazione di molti chef e campioni di sci come Marc Girardelli che guiderà degustazioni di vini. A fare gli onori di casa, Gottfried Prantl, 2 cappelli Gault Millau (16 punti) chef di cucina del Das Central di Sölden che sarà il supervisore della cucina e dalla cui brigata sarà scelto il resident chef.

La costruzione in vetro e acciaio del nuovo Ice-Q è stata realizzata su un terreno estremamente aspro e ha dovuto tenere conto delle temperature estreme. Sono state costruite fondamenta mobili, che permettono al fabbricato di adattarsi nel modo migliore ai cambi di temperatura, con la stessa tecnica usata per la costruzione della stazione a monte della cabinovia.

All’interno del fabbricato, dislocato su 4 piani, si trova oltre al ristorante e alla cantina anche una Top-Lounge, uno spazio di 80 m2 dotato di apparecchiature multimediali per poter accogliere presentazioni, meeting e altri eventi. Infine, l’ultimo elemento spettacolare: dalla terrazza dell’ultimo piano, dove la vista spazia a 360 gradi sulle montagne circostanti, si raggiunge la cima del Gaislachkogl attraverso un ponte sospeso.