Roma. Scoprire a Stazione di Posta i piatti di Marco Martini, aspirante chef emergente 2013

Marco Martini chef

Marco Martini è lo Chef Emergente del Centro Italia 2013 che vuole diventare Chef Emergente nazionale nella sfida che si terrà a Cooking for Art alle Officine Farneto. Dopo questo weekend all’insegna del cibo, dei prodotti e dei vini in degustazione, dei piatti degli chef che si avvicenderanno sul palco, Marco Martini sfiderà a singolar tenzone Alessandro Bellingeri e Danilo Vita, rispettivamente Miglior Chef Emergente del Nord e del Sud. Chi vince, porterà all’estero la bandiera del made in Italy più promettente. Buon onere per la giuria che lunedì 28 ottobre sarà chiamata a giudicare.

La curiosità di conoscere la cucina di Marco Martini, che nella finale del Centro Italia ha battuto un altro astro nascente della ristorazione capitolina, Alba Esteve Ruiz di Marzapane (che però salirà domenica 27 ottobre sul palco di Cooking for Art nella sezione pasticceria), è stata forte. Sarò stringato e lascerò parlare le foto.

Divertenti le amuse bouche, in particolare l’Origine della carbonara che è buona.

Il Calamaro alla griglia oltre ad essere scenografico, è delicato e ben bilanciato.

Baccalà di Marco Martini

Del Baccalà non mi piace dire “già visto”, buono, ma di certo non è un piatto che ascriverei alla sezione “Bandiere di una vita”.

Ajo e ojo di mare

Ajo e ojo di mare. Mi assumo le conseguenze impopolari per questa mia affermazione, ma se sono buone le cozze disidratate, a mio avviso la pasta non era al dente ed era troppo troppo salata. Capisco che dopo 3 minuti di bollitore nell’acqua dei molluschi e altri 7 con corallo di capesante la pasta prenda tutta la sapidità del mare. Ma così forse è un po’ troppo.

Rigatoni stracchino, rucola e pancetta

Rigatoni stracchino, rucola e pancetta. Anch’essi buoni, ma vorrei un confronto su cottura e sapidità.

Maialino mela e senape

Maialino, mela e senape. Quanto è buono questo maialino lo scoprirete da voi. Unico appunto sulla tendenza un po’ troppo dolce del piatto dovuta alla cioccolata bianca.

Zuppa ingleseBanana split

Mi sono piaciuti anche i dolci, Zuppa inglese e Banana split, in un convincente revival.

cocktail

Davvero buoni e ben abbinati i cocktail di Emanuele Broccatelli presentati con amuse bouche e dolce che segnano la tendenza (finalmente) a considerarli parte integrante del percorso gastronomico anche in Italia.

COLLEGATO

E ora non resta che attendere lunedì per verificare se sarà Marco Martini a diventare Chef Emergente d’Italia 2013.

Stazione di Posta. Largo Dino Frisullo (Testaccio). Roma. Tel. +39 06.5743548

[Daniele Amato. Ritratto: Vincenzo Pagano]


- sabato, 26 ottobre 2013 | ore 10:27

3 commenti su “Roma. Scoprire a Stazione di Posta i piatti di Marco Martini, aspirante chef emergente 2013

  1. Beh, leggendo la recensione non mi pare che sia stata una bella serata e consultando il loro menu (con prezzi decisamente alti) non penso che farò visita tanto presto. Troppo salato, pasta scotta, troppo dolce buono ma non irresistibile. E pensare che sono arrivato a questo articolo seguendo il link posto nel servizio relativo ai locali migliori di Roma del Saporario. Chi ci capisce qualcosa è bravo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *