I Cento migliori ristoranti di Torino con Davide Scabin su tutti, critici compresi

I Cento di Torino

I Cento di, sottinteso migliori ristoranti, colpisce ancora. La guida che mette i Top in classifica come in un campionato, dopo l’exploit di Roma e la premiazione di Metamorfosi come ristorante emergente, crea il caso Davide Scabin. Alla presentazione della guida di Torino e Piemonte c’è anche lui, il numero Uno della lista Top 50: Davide Scabin, il pilota del Combal.Zero (la parte Pop 50 elenca, invece, tutti a pari merito)

A margine della presentazione, Davide Scabin si è intrattenuto con i curatori della guida Cavallito, Lamacchia, Iaccarino sul tema dell’evoluzione della critica gastronomica senza accorgersi di Nerina Di Nunzio che, in ossequio al nome della sua agenzia Food Confidential, ha spiattellato sul blog tutte le considerazioni dello chef.

Davide Scabin

“Volevo poi dirvi che Scabin non mi ha rilasciato un’intervista, sono stata io che mentre lui parlava per cavoli suoi con i curatori delle guide EDT ho ascoltato i loro discorsi e mi sono permessa di riferirveli”, ha precisato a discussione più che avviata tra critici, guidaroli, giornalisti, blogger, comunicatori, curatori di guide, appassionati.

“La critica deve cambiare, deve trovare una nuova ragione d’essere, una nuova spinta utile per rendere la cultura del cibo italiano un unico forte movimento”, è il pensiero di Davide Scabin che ha scosso anime, pance e status di chi lavora intorno al cibo. Cultura del pensiero unico o tentativo di alzare l’asticella della conoscenza della cucina italiana oltre gli steccati nazionali in vista di Expo 2015?

Ciber eggs 2012 Combal.Zero

Quale che sia la risposta, da oggi i critici fortemente criticati dallo chef Davide Scabin potranno chiedersi se il suo Combal.Zero è davvero il primo della lista di una Torino che si allarga alle piole e agli indirizzi di una gita in Piemonte.

L’estensore della scheda del Combal.Zero non poteva prevedere di essere un quasi veggente con il suo critico incipit. Ve lo trascriviamo prima che iniziate a scorrere la lista e a chiedervi se siete dalla parte degli chef o della critica, voi che al ristorante andate per svago e divertimento e non per prendere appunti o fotografare.

Semplicemente il migliore. È per questo che il Combal è sempre qui, al vertice della nostra classifica, discutibile su tutto ma non su questo. Ma non prendetelo come un dogma di infallibilità gastronomica: siate scettici, critici, sedetevi al tavolo con l’espressione di chi vuole proprio vedere e lasciatevi avvincere dai sapori, dalle emozioni, dal divertimento.

I migliori ristoranti di Torino e dintorni

  1. Combal.Zero
  2. Casa Vicina GuidoperEataly
  3. Dolce Stil Novo alla Reggia
  4. Ristorante La Credenza
  5. Magorabin
  6. Ristorante Consorzio
  7. Ristorante La Barrique
  8. Al Gatto Nero
  9. La Valle
  10. Vintage 1997
  11. Ryràl
  12. Ristorante VO
  13. Kido-Ism
  14. Scannabue Cafè Restaurant
  15. La Louche
  16. Ristorante Berbel
  17. Tajut
  18. La Taverna di Fra’ Fiusch
  19. Mare Nostrum
  20. Contesto Alimentare
  21. Enoteca Bordò
  22. Al Garamond
  23. Tre Galline
  24. Tre Galli
  25. Osteria Antiche Sere
  26. Oinos
  27. Enoteca Parlapà
  28. Ristorante Carignano Grand Hotel Sitea
  29. Shizen
  30. L’Acino
  31. Ristorante Capriccioli
  32. G Ristorante Golden Palace Hotel
  33. Ij Brandè
  34. Ristorante Quanto Basta
  35. Il Bastimento
  36. La Tana del Re
  37. Ristorante del Circolo dei Lettori
  38. Le Vitel Étonné
  39. Porta di Po
  40. Ristorante San Tommaso 10
  41. Ristorante Sotto la Mole
  42. Il Chiosco dello Zoo
  43. Casa Slurp!
  44. La Gola 2
  45. Simini
  46. Le Scodelle
  47. Taberna Libraria
  48. Ruggine
  49. Dadò
  50. Ristorante del Cambio

Allora, siete d’accordo con questa classifica o anche voi vi sentite come il nostro lettore ciro che non è andato troppo per il sottile (“come al solito giornalisti e critici troppo di parte sempre alle solite tutto pilotato”) e pensate che in fondo il Cambio poteva stare un po’ più su della posizione n. 50?

[Immagini: Franca Formenti, Vincenzo Pagano]



9 commenti su “I Cento migliori ristoranti di Torino con Davide Scabin su tutti, critici compresi

  1. Non vorrei entrare nel merito ma preferisco una guida come quella dei Cento dove i “critici” vanno a.mangiare nei ristoranti in incognito, pagano il conto senza nemmeno chiedere fattura intestata e poi decidono se inserirti o meno nella guida, sulla quale io mi son ritrovato leggendola per caso. Una guida dove si mettono in gioco chiarendo subito che e’ una classifica soggettiva e non assoluta. E soprattutto il cambio non lo recensiscono tra i locali ma a margine poiche’, se non ve ne foste accorti (visto il suggerimento che potrebbe essere un po’ piu’ in su nella classifica) il cambio non e’ in classifica proprio perche’ e’ chiuso da tempo ed in attesa di apertura. Purtroppo anche la michelin e’ caduta nella trappola recensendo il cambio e i suoi piatti quando in realta’ nelle cucine mancavano ancora i pavimenti. Per il resto ci sarebbero tante parole ma che poi sarebbero sempre le stesse. Buon appetito

    • Veramente Cavallito LaMacchia e Iaccarino li conosce tutta Torino – di sicuro non sono in incognito!
      Questo non cambia di una virgola il fatto che per me sia la guida più utile in circolazione.

  2. Salve, è incredibile che ci sia Casa Vicina GuidoperEataly, ci sono andato 2 settimane fa, c’erano solo 6 coperti è quando siamo entrati sembra che disturbavamo, malgrado la mia prenotazione per 3 persone. Ho portato un mio amico svizzero ed è rimasto colpito dall’antipatia del Sig. Vicina. D’altronde ho scritto un articolo piu’ dettagliato su trip advisor.Come servizio ed accoglienza è uno dei peggiori ristoranti fatti in vita mia. Per la cucina, devo dire che non è male..ma molto cara per quello che è. Per esempio 50 euro per un tris di primi in piccole porzioni, diciamo mezze porzioni, se aggiunget un secondo è il dolce, si sorpassa largamento 100 euro senza i vini..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.