Ritorno al futuro: 10 piatti di moda del tempo che fu

Tempo di lettura: 3 minuti

Lanificio FGD Roma

Vintage al Lanificio di Roma. Mariachiara Montera e Francesca Gonzales hanno organizzato il compleanno della Foodie Geek Dinner, FGD per gli affezionati, con un tema calzato a pennello sull’ambiente dell’edificio trasformato in ristorante e negozio di arredo e memorabilia. Quali cibi saranno vintage, retrò, tra 20 anni è la domanda; un menu da ritorno al futuro è la (possibile) risposta. Un gioco di previsioni che inizia con il collegamento via Skype con gli studi di Real Time prima della messa in onda della puntata d’esordio di Bake Off Italia.

FGD Roma 7UpFoodie Geek Dinner Roma

Per la serata d’altri tempi, agli ospiti era stato chiesto di indossare qualcosa che fosse oramai passato di moda (per la cronaca indossavo una maglietta della “7up”…) oltre a proporre piatti che ha realizzato lo chef Gabriele Ciocca.

Eccoli i miei 10 piatti e altrettanti stili di vita sospesi tra un passato degli anni ’80 e ’90 che a tratti ritorna e un presente che lo diverrà fra 20 anni.

Il vintage in cucina

zabaione

1. Panna vs Zabaione

La tanta amata panna, un tempo utilizzata un po’ ovunque ed ora quasi demonizzata, la associo allo zabaione (presente anche nel menu della FGD), che sempre più spesso accompagna il dolce nelle serate passate al ristorante

baccalà

2. Gamberetti vs Baccalà

Dal famoso “cocktail” alle 1000 preparazioni che vedevano protagonisti i gamberetti e gli scampi (a Natale un must) rispondo con il baccalà, nuovo prezzemolino delle nostre tavole (anch’esso presente alla cena…)

cupcakes-al-cioccolato-San-Valentino-13b

3. Tortino dal cuore caldo vs Cupcake

Chi non ricorda con nostalgia quella colata di cioccolato caldo che usciva dal tortino? La stessa nostalgia che probabilmente non proverò mai per i cupacke.

alici di cetara

4. Olio “Santo” vs Colatura di Alici

Un tempo farlo in casa era un must: parlo dell’olio “Santo”, la cui forza si esprimeva anche solo con poche gocce. Oggi penso alle alici di Cetara e alla colatura di alici, fantastica, ma che sinceramente inizia a stufare un po’.

Noma-ristorante-31-gelato-amaro

5. Salsa Rosa vs Gelato “aromatizzato”

La salsa anni ’80 per eccellenza s’è travestita da gelato: ad esempio alla menta (in abbinamento al baccalà alla cena), al basilico, alla barbabietola.

Stili di vita

jake gyllenhaal

1. Baffi vs Barba

Se penso agli anni ’70 ed ’80 ricordo tutti gli amici e parenti con i baffi. Ora la maggior parte degli uomini, più o meno da un anno a questa parte, ha la barba (il sottoscritto non è da meno). Quanto tempo servirà perchè tutti mettano mano a schiuma e rasoio?

sonyvintage.com-wm-F15-SILV-8

2. Walkman vs Smartphone

Ricordo ancora adesso l’emozione che provai nel ricevere, da ragazzo, il mio primo walkman. Pesava quanto un “foratino”, era manegevole come utilizzare la catena dello scooter come portachiavi. Oggi se non hai uno smartphone non sei nessuno.

unghie decorate

3) Capelli cotonati vs Unghie Multicolor

Ai tempi del (mio) Liceo le ragazze  avevano i capelli come Bon Jovi o Joey Tempest degli Europe. Probabilmente la piastra non esisteva  o semplicemente rendere i propri capelli una nuvola era considerato figo. Vedo unghie colorate in ogni modo: dai pastelli a quelli lucidi, dalle unghie “segnaletiche” al buio a quelle con un canto della Divina Commedia. Le dimenticheremo

bake off italia concorrenti

4. Quiz televisivi del sabato sera vs Reality culinari

Mike Bongiorno e Corrado erano praticamente i miei zii: il sabato in tv significava Quiz, ma anche gli altri giorni della settimana non scherzavano. Anche la FGD si è aperta con “l’ennesimo reality di cucina”.

scarpa con tacco cono gelato 1

5. Spalline vs Plateau

Qualche decennio addietro uomini e donne  erano giocatori di Football Americano. Non sono un giocatore di basket, ma neanche un nano. Eppure in determinate occasioni oggi il mio 1,75 di altezza basta a malapena per guardare negli occhi fanciulle con questi moderni trampoli. Che spariranno in favore delle ballerine.

[Luca Sessa. Immagini: Matteocef, FGD, viagginelcassetto.com, Amarituda, Luca Sessa, style.it,cine-mania]

5 Commenti

  1. eheh ma la pistra esisteva, solo che noi usavamo l’opzione per farli frisé.
    Poi, via di spalline, bauletti Naj Oleari, felpe Best Company e panna cotta.
    Carinissimo post;-)
    [viva la panna]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui