La pizza margherita che fa bene la fanno con le alghe e non a Napoli

Tempo di lettura: 2 minuti

pizza con le alghe

La pizza margherita fa bene tanto da poterla mangiare anche tre volte al giorno. La notizia rimbalza sulle pagine di Repubblica che riprende una notizia del Daily Mail. A realizzare la leggerissima margherita ipocalorica (solo 600 calorie) è la società britannica Eat Healthy fondata dal triatleta M. D. Donnie Maclean.

La particolarità di questa pizza è di valere per un pasto completo e di contenere pochissimo sale, una delle sfide che attendono i maestri dell’impasto italiano per la pizza del futuro.

La pizza margherita che fa bene alla salute è realizzata con un mix di farina bianca e integrale, acqua, polpa di pomodoro (18%), mozzarella e un inglese Cheddar (13%), pomodorini, peperoncino, olio di colza, lievito, aglio, origano. E, appunto, alghe il cui sapore e odore scompare appena aggiunti i condimenti.

Il professore Mike Lean ha messo a punto la pizza che fa bene ed è convinto che essa sia più salutare di una qualsiasi insalata grazie al prefetto bilanciamento delle sostanze nutrienti indispensabili.

L’idea vincente sarebbe proprio l’utilizzo delle alghe che Donnie MacLean aveva raccolto sulle spiagge delle isole Ebridi per fornire vitamine e minerali (ferro, zinco, vitamina B 12 e iodio) che normalmente mancano alla pizza.

”Solo perché la nostra pizza fa bene, non vuol dire che sappia di cartone”, avverte la casa con ironia che la propone a circa 5 € grazie anche a testimonial sportivi che hanno deciso di mettere al bando i carboidrati per restare in forma.

“Non sei a Sorrento a mangiarla, si tratta di una pizza surgelata ma gusto e sapore sono buoni come quelli di una qualsiasi altra pizza surgelata”.

Ecco, sull’affermazione del professore Lean ho avuto qualche dubbio. Che non sia mai stato a Sorrento e che non abbia mai assaggiato una pizza Margherita vera per quanto non perfettamente bilanciata come una delle sue tre proposte mozzarella e pomodoro, peperoncino o prosciutto e ananas.

Mi rimetto a voi per scrivere qual è la pizza più salutare che conoscete.

[Link: repubblica, Daily Mail]

5 Commenti

  1. Dire che una pizza è innovativa perché contiene “solo” 600 calorie mi sembra fuorviante in quanto una normale margherita napoletana già contiene solo 600-700 calorie, quindi, a parte il discorso del sale, una margherita (napoletana) classica dovrebbe già di suo essere considerata “dietetica” oltre che bilanciata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui