Ristorante gourmet cani

Pets Deli Food Shop è il nuovo ristorante gourmet per cani e gatti aperto a Berlino, nel raffinato quartiere di Grunewald. Il proprietario, il trentunenne David Spanier, ha aperto il bistrot perché il suo cane non digeriva il cibo per cani normalmente in vendita al supermercato. Ora, grazie all’aiuto dell’esperta di nutrizione Katharina Warkalla, propone mix di carne di manzo, di tacchino, di canguro, broccoli, carote, patate, riso, pasta, fiocchi di cereali, a un prezzo compreso tra 3 a 6 €.

cane al ristorante gourmet Pets Deli food shop

I pasti possono essere consumati in loco, in eleganti ciotole metalliche, o asportati in altrettanto eleganti confezioni di plastica. Insomma, una vera e propria “doggy-bag” che torna alla sua funzione originaria: portare a casa la pappa per il cane. In vendita ci sono anche raffinatezze come l’olio di salmone (bottiglia da 250 cl a 9 €) che aiuta a rendere lucido il pelo, o cupcakes a 4€.

Un deciso passo in avanti rispetto al cagnolino pechinese Pierugo di fantozziana memoria, finito arrostito al ristorante giapponese, al primo Cat Cafè di Tokyo del 1988, a quelli europei (Cafe Neko a Vienna, PeePees Katzencafé a Berlino, Le café des chats di Parigi, Lady Dinah’s Cat Emporium a Londra) e alla norma che in Italia consente a cani e gatti di entrare liberamente in bar, ristoranti e locali pubblici.

Le reazioni umane vanno dall’entusiastico al sarcastico (“simbolo di decadenza”, “in questa città si fa più per i canini che per i bambini”). C’era veramente bisogno di un ristorante gourmet per pet?

cat cafè Tokyo

Si potrebbe rispondere di sì se anche in Italia è previsto il primo locale per felini. Non si tratta di un locale gourmet, ma di un “cat café” ribattezzato Neko Café e gli avventori potranno accarezzare e coccolare i gatti. Gli animali saranno seguiti da veterinari e non ci saranno problemi di igiene grazie a una toilette igienizzata per i mici. Il progetto è della onlus animalista Neko FFFF e dovrebbe partire a breve dopo circa un anno di raccolta fondi e logistica da sistemare. Ai clienti sarà permesso dar loro da mangiare e anche gli umani troveranno menu con torte fatte in casa e prodotti biologici ed equo solidali.

Non basta, però. La Stampa avverte che il primo «bar con i gatti», si chiamerà MiaGola – caffè e aprirà in via Amendola 6D, sempre a Torino, nella stessa sede in cui a metà degli Anni 80 aprì il primo fast food della città.  Torino, così, diventerà la prima città d’Italia ad avere ben due cat cafè di cui uno con tutto personale al femminile.

Per il primo ristorante gourmet in stile berlinese se ne riparlerà appena qualche imprenditore amante dei pet inaugurerà una Trattoria Rex o lo Snoopy Burger Bar. Attendiamo notizie e segnalazioni da tutta Italia e da voi fidati lettori.

[Link: Repubblica, Vanity Fair, La Stampa. Immagini: AFP photo/David Gannon, Daniele Amato]

3 Commenti

  1. Nei miei viaggi a Tokyo l’ idea di andare in un Neko cafè (questo è il nome vero delle strutture, neko=gatto) c’ era, ma non costano proprio poco poco… o quantomeno non come uno starbucks.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui