Florent Ladeyn chef

Lo sappiamo. Molti chef sono contrari a Masterchef e ai talent show. E anche molti blogger, critici, giornalisti (in rigoroso ordine alfabetico).

Il talent show è una droga per la cucina. I giovani si illudono che strappare un applauso, un tot di like e di retweet o, peggio, vincere la stagione televisiva significa diventare un grande chef. Passando per la scorciatoia.

Il conto in banca e la notorietà sicuramente aumentano, mi direte.

Ma c’è anche la possibilità che un concorrente prenda la stella Michelin.

Non è accaduto con Masterchef come qualche lancio di agenzia ha riportato, ma con Top chef, giunto al traguardo della quinta stagione e diffuso da M6, la televisione che ha il suo quartier generale a Neuilly (Masterchef è trasmesso su Tf1).

La giovane promessa Florent Ladeyn, 29 anni, finalista della stagione 4, non ha vinto il talent (è giunto secondo), ma si è preso una grossa rivincita con la guida Michelin 2014 Francia. Il suo ristorante di famiglia, L’auberge de Vert Mont a Boèschepe, nelle Fiandre al confine con il Belgio, ha ricevuto la prima stella Michelin.

“Una gran bella sorpresa”, ha dichiarato a La Voix du Nord, “Io non cucino per le guide, ma per i clienti”. E comunque ha ringraziato la Michelin e la sua brigata – età media 22 anni – assicurando che non cambierà nulla al suo ristorante: “Non cambieranno i prezzi e si continuerà a mangiare con le dita”, ha aggiunto per rimarcare il carattere semplice di una cucina molto legata al territorio e ai produttori. Bistronomia, si direbbe (o bistronomik, come ha suggerito un menu in coabitazione con la birra Bavik).

E mentre voi rimuginate sulla necessità per gli chef di stare lontano dal piccolo schermo, ecco tutte le stelle di Francia. Vi saranno utili anche se vorrete raggiungere il nord della Francia per assaggiare la cucina di Florent Ladeyn. Giudicato migliore dalla guida Michelin e non da un talent show (altrimenti avrebbe vinto anche 100.000 €).

guida michelin 2014 tre stelle

I tre stelle in Francia sono ben 27 con l’entrata de L’Assiette Champenoise che ha il menu di partenza a 68 € (e arriva a 258 € con il tartufo). Solo il Giappone batte la Francia con 28 tristellati.

In Francia si contano 79 ristoranti due stelle (6 nuovi) et 504 monostellati (57 nuovi). Ben 115 ristoranti stellati propongono un menu a menu a meno di 30 €.

Per noi italiani farà rumore Alain Ducasse che perde le tre stelle al Plaza Athénée (causa lavori) e Bertrand Grébaut che prende la stella per il suo ristorante, il mai troppo celebrato Septime, sempre a Parigi (e per il nostro commentatore affezionato: da cui si è ispirato Marzapane).

Perde, invece, la stella uno dei ristoranti apprezzati dai foodies italiani, La Bigarrade.

Il Cortile, a Mulhouse, prende due stelle. Stefano d’Onghia è il primo chef italiano a raggiungere questo risultato

michelin francia 2014

Le nuove stelle Michelin per località

1-stella-michelin-q21-stella-michelin-q21-stella-michelin-q2

Reims (51) L’Assiette Champenoise

1-stella-michelin-q21-stella-michelin-q2

  1. Cassis (13) La Villa Madie
  2. Chantilly (60) La Table du Connétable
  3. Courchevel 1850 (73) Le Kintessence
  4. Kaysersberg (68) Le Chambard
  5. Mulhouse (68) Il Cortile
  6. Paris 16ème (75) Akrame

1-stella-michelin-q2

  1. Aix-en-Provence (13) Le Saint Estève
  2. Banyuls (66) Le Fanal
  3. Beaune (21) Le Jardin des Remparts
  4. Beaune / Pommard (21) Christophe Quéant-Château de Pommard
  5. Bélesta (66) La Coopérative
  6. Boeschepe (59) Auberge du Vert Mont
  7. Bourgoin-Jallieu (38) Domaine des Séquoias
  8. Brétignolles-sur Mer (85) J-M Pérochon
  9. Briançon (05) Le Pêché Gourmand
  10. Brive-la-Gaillarde (19) La Table d’Olivier
  11. Cannes (06) Sea Sens
  12. Charmes-sur-Rhône (07) Le Carré d’Alethius
  13. Chassagne Montrachet (21) Ed.Em
  14. Dijon (21) Loiseau des Ducs
  15. La Flèche (72) Le Moulin des Quatre Saisons
  16. Fleurie (69) Auberge du Cep
  17. Fleurville / Mirande (71) La Marande
  18. Lagarde d’Apt (84) Le Bistrot de Lagarde
  19. Leucate (11) Klim & Ko
  20. Lyon (69) L’Alexandrin
  21. Lyon (69) Takao Takano
  22. Lyon (69) La Rémanence
  23. Lyons la Forêt (27) La Licorne Royale
  24. Maringues (63) Le Carrousel
  25. Marseille (13) L’Alcyone
  26. Megève (74) 1920
  27. Megève (74) La Table de l’Alpaga
  28. Mirambeau (17) Château de Mirambeau
  29. Monestier (24) Les Fresques
  30. Monte-Carlo (MC) Elsa
  31. Montner (66) Auberge du Cellier
  32. Mougins (06) Paloma
  33. Nancy (54) La Maison dans le Parc
  34. Paris 1er (75) Jin
  35. Paris 2ème (75) Goust
  36. Paris 7ème (75) ES
  37. Paris 8ème (75) Okuda
  38. Paris 8ème (75) La Scène
  39. Paris 11ème (75) Qui Plume la Lune
  40. Paris 11ème (75) Septime
  41. Paris 16ème (75) St-James Paris
  42. Paris 17ème (75) Rech
  43. Paris / Ville d’Avray (92) Le Corot
  44. Plouider (29) La Butte
  45. Roure (06) Auberge le Robur
  46. St-Amour Bellevue (71) Auberge du Paradis
  47. St-Amour Bellevue (71) Au 14 Février
  48. St-Brieuc (22) Youpala Bistrot
  49. St-Gervais-les-Bains (74) Le Sérac
  50. St-Jean-de-Blaignac (33) Auberge St-Jean
  51. St-Pol-de-Léon (29) Auberge la Pomme d’Api
  52. La Souterraine (23) Château de la Cazine
  53. Strasbourg (67) 1741
  54. Toulouse / Quint-Fonsegrives (31) En Pleine Nature
  55. Uzès (30) La Table d’Uzès
  56. Vannes (56) Roscanvec
  57. Les Vans (07) Likoké

Tutte le stelle di Francia (dalla pagina 8)

[Link: La Voix du Nord, Huffington Post, Le Parisien, dna. Immagini: Proxy city, Tf1, L’Express, Julienbinz]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui