nutella professional line

nutella professional line

La Nutella diventa gelato a tutti gli effetti.

Dopo annunci e repentine smentite, la crema spalmabile più famosa del mondo entra ufficialmente nel mondo della gelateria diventando sponsor del Gelato Festival (già Firenze Gelato Festival), la manifestazione itinerante che quest’anno toccherà ben 14 città diverse (di cui 5 in Europa).

Il brand Ferrero aveva già annunciato la sua presenza al Sigep, il mega-Salone di Rimini dedicato alla Gelateria, Pasticceria e Panificazione per presentare il nuovo prodotto professionale creato per realizzare gelati e mousse alla Nutella. Ma poi aveva disdetto lo stand.

Ai piani alti degli uffici del marketing di Alba si è deciso di investire direttamente sul consumatore finale per creare subito una richiesta di mercato e bypassare così la tradizionale pubblicità sui canali dedicati ai professionisti.

Il gelato alla Nutella è un prodotto pronto all’uso che il gelatiere deve solo diluire con latte (ed eventualmente zuccheri), frullare,  e poi mantecare in quanto già  bilanciato e pronto all’uso.

ferrero professional line

Ma non finisce qui perchè in seguito la nuova linea professional verrà declinata in diverse varianti di gusto che interpretano ognuno i cavalli di battaglia dell’azienda piemontese.

Nasceranno, quindi, anche il gelato Rocher, Kinder e Raffaello.

Come recita il comunicato ufficiale, il festival di Firenze sarà l’occasione  per “la presentazione nazionale del semilavorato ‘Nutella Professional line®’, ideale per fare il gelato artigianale (sigh…) al “vero gusto di Nutella”.

Il modo migliore per contrastare tutte le varie imitazioni che le aziende di semilavorati di gelateria hanno inserito nel mercato, talvolta spacciate poi per simil-nutelle dalle gelaterie di tutto il mondo.

Il vero problema della Nutella è che inserita in una vaschetta gelato a diversi gradi sottozero solidifica, perdendo la sua cremosità, a differenza di questi prodotti studiati per rimanere fluidi.

firenze gelato festival gelato

Per assaggiare la Nutella versione gelato si potrà andare al Gelato Festival  che partirà anche quest’anno da Firenze (1-4 maggio con una preview durante la mostra dell’artigianato da 24 aprile) nonostante i problemi e le incomprensioni nate con la giunta cittadina nel 2013. Il festival si sposta neii giardini del Palazzo dei Congressi e poi toccherà Lecce (8-11 maggio), Riccione (15-18 maggio), Milano (22-25 maggio), Roma (29 maggio-1 giugno), Torino (5-8 giugno), Verona (12-15 giugno), Napoli (19-22 giugno), Viareggio (26-29 giugno), Senigallia (3-6 luglio) Cannes (10-13 luglio), Barcellona(17-20 luglio), Parigi (24-27 luglio), Monaco (31 luglio-3 agosto) per terminare ad Amsterdam (7-10 agosto).

buontalenti laboratorio mobile gelateria

Un organizzazione monstre resa possibile dall’utilizzo del Buontalenti, il laboratorio di gelateria mobile più grande del mondo, che ha fatto il suo debutto la scorsa edizione.

winner taco orso

Nutella però non sarà l’unico sponsor della manifestazione.

I fan del Winner Taco potranno celebrare il ritorno del gelato grazie all’Algida che ha soddisfatto le richieste alimentate da una intelligente campagna virale con l’orso mascotte presentato in pompa magna, a febbraio a Roma. E poi ci sarà la Fabbri che fornirà le materie prime per realizzare i gelati in gara.

Ogni tappa infatti vedrà all’opera i maestri gelatieri che presenteranno il loro gusto ‘cavallo di battaglia’ sfidandosi per vincere i due premi in palio giudicati dal pubblico e dalla giuria tecnica. A Firenze, invece, si sfideranno i 10 vincitori delle tappe del tour 2013 per aggiudicarsi il titolo di ‘Miglior Gelatiere Italiano‘.

E voi, votereste come migliore un gelato alla Nutella?

[immagini: Andrea Soban, Gelato Festival, attualissimo]

14 Commenti

  1. Che sia finalmente la morte dei vari nutelloni, nutellas o supernutelle? Quei “gusti” che gelati non sono (non passano neanche per il mantecatore) e per me rappresentano il puffo degli anni 2000.
    E’ vero, questo è un prodotto completo ma almeno è gelato!

  2. La linea professional e’ un prodotto che contiene solo 8,5 % di nocciole.Se vuoi fare il gusto nutella che si possa chiamare tale se non utilizzi una crema di nocciola ad almeno il 40% non tiri fuori nulla.E non utilizzando la nutella per fare il gusto nutella davvero facciamo un favore alla Ferrero proponendo un prodotto di qualita’.

    • Ho assaggiato il prodotto Nutella Professional Line e devo dire la mia, essendo un prodotto molto versatile non si può pensare di portare la pasta di nocciola al 40% visto che la Nutella ne ha solo il 13% e credo di non sbagliare di sicuro il colore del gelato che ne viene fuori, non è lo stesso della NUTELLA, visto che il prodotto viene diluito con un 60% di latte intero, da Nutella Professional line puoi preparare anche uno zuccottino,la torta semifreddo,profitterol, espressino caldo con o senza alcool,bibita al latte freddo ed anche puoi utilizzare il prodotto sempre diluito nello shaker e con lo stesso puoi sviluppare davvero tanto…..

  3. Mah sono curioso di sapere qual’ è quella gelateria artigianale che propone anche solo il nome nutella sulle sue vaschette a 30€/kg.
    Forse all’ estero.

  4. @vincent credo che fare un gusto senza metterci la Nutella e chiamarlo “nutella” sia una “frode in commercio”, per quanto piccola… Ferrero di sicuro non ne sarebbe contenta… Secondo me la soluzione potrebbe essere questa: se usi il prodotto pronto della Ferrero devi avere l’onesta di spiegare ai tuoi clienti che quello non è un prodotto artigianale, diversamente non scrivi Nutella in vetrina…

    • Infatti, tu scrivi gelato gusto “crema di nocciole” e i clienti ti rispondono:”ma questo è Nutella!”
      .Se scrivi “gusto Nutella”ti guardano per dirti “certo che è Nutella!”Se usi la nutella suddetta ti rispondono “questa non è nutella vuoi mica fregarmi?”.Comunque tornano a casa e comprano ancora più convinti il barattolo di Nutella.Il cliente ha sempre ragione…

  5. ho provato un mese fa la Nutella e l’ho trovata abbastanza lontana dal gusto “originale”…da me non c’è posto per la Ferrero

  6. Io la Nutella la faccio con la Nutella in una base fior di latte che ho bilanciato appositamente; alla gente piace, ne vendo un sacco e quindi va bene così… @artigianetto: il puffo è un gusto degli anni 80… @Msimone: 30 euro al kg??? Siamo matti???!!!!

    • Si ho messo il prezzo massimo di alcune gelaterie artigianali italiane, però se dico 22/25€/kg cosa cambia?. E’ resta il discorso di fondo, se faccio gelateria artigianle di un certo tipo, non mi sputtano con il gusto nutella. Manco fossi la gelateria di quartiere che vende il cosidetto artigianle; piuttosto propongo il gelato gusto crema di nocciole, fatto da me con crema di nocciole al 40% non comprata già fatta; perchè porca miseria sono un artigiano.

    • Si il puffo è degli anni 80, il nutellone semplicemente versato in vaschetta è degli anni 2000 (dovrei dire forse degli anni 2010).

      Io la nutella professional l’ho provata l’anno scorso e non l’ho trovata un gran prodotto. Secondo me Ferrero questa volta non ha indovinato…

  7. Conoscete qualche gelateria di Firenze, prato o Pistoia che propone il gelato con NUTELLA PROFESSIONAL? Io a Bologna lo trovo ed è delizioso! Spero possiate aiutarmi a trovarlo anche nei miei “giri” toscani!

  8. Per fortuna che lo slogan è : “Gelato Festival” e quindi possiamo metterci di tutto e di più.
    In attesa di un Festival del Vero Gelato Artigianale Italiano, auguro a Tutti, buon lavoro.
    Salvatore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui