Nutella bar

Il sogno di molti. Se non di tutti. Si chiama Nutella Bar e – strano, non ce lo aspettavamo proprio – è stato aperto ieri da Eataly.

Se siete già sul piede di guerra per lottare all’ultimo pezzo di pane e nutella (questo e poco altro nel menù, semplice e conciso), fermatevi: parliamo di New York, dove sembra che sia scoppiata la Nutellamania.

Così, per offrire un goloso assaggio di una tradizione tutta italiana, l’Eataly newyorkese si concede questo lusso, secondo però a quello di Chicago, dove il goloso bar è stato inaugurato lo scorso dicembre.

Il Nutella Bar è ospitato dai locali in cui c’era il Wine Shop (temporaneamente chiuso dall’Authority che regola la vendita di alcolici per violazione delle leggi sulla concorrenza, ma dovrebbe riaprire ad ottobre, in una nuova sede) e serve dal classico «pane e nutella» fino alle crepes, con prezzi compresi tra 2,80 e 5,80 dollari.

pane e Nutella

“Ogni volta che apriamo uno store – ha spiegato Dino Borri, portavoce di Eataly – cerchiamo di introdurre un nuovo concetto e a Chicago abbiamo provato con il Nutella Bar. Il successo è stato strepitoso e abbiamo deciso di portarlo anche a New York”.

Punto forte del locale, appunto, pane e nutella. D’altronde “ognuno di noi è cresciuto con questa tradizione – continua Borri – e vogliamo riproporre qui la semplicità di quella tradizione”.

Non mancano brioche, crepe, fagottini e qualsiasi cosa si possa immaginare con la Nutella, ovviamente a base dolciaria.

“Abbiamo pensato – conclude Borri – che il connubio Eataly-Nutella fosse del tutto naturale visto che entrambi i marchi sono originari di Alba in Piemonte”.

Tra i golosi di Nutella a New York c’è anche l’attrice Woopi Goldberg che ha partecipato all’inaugurazione come madrina, beata lei, noi abbiamo suor Cristina.

E se lei si bea del Nutella bar dall’altra parte dell’Oceano negli store di Roma, Milano, Torino, Bari non sono previsti Nutella bar.

Andate e disperatevi in pace. Sia se siete fan che detrattori della crema spalmabile che ha compiuto 50 anni.

[Link: Corriere, Today. Immagini: Eataly, Eugene (Huge) Galdones / Galdones Photography/Eataly]

4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui