Mercato Metropolitano 4

Qui, una volta, c’era la Fiera di Sinigaglia (o Senigallia), storico mercatino delle pulci già nell’Ottocento (prende il nome dalla cittadina marchigiana, che era porto franco) che, dopo varie vicissitudini negli ultimi decenni, ha trovato casa sulla riva opposta del Naviglio.

Mercato Metropolitano 6

Ora, al suo posto, negli spazi dismessi della Stazione di Porta Genova, c’è il Mercato Metropolitano: inaugurato da poco, avrà sicuramente la stessa durata dell’Expo di cui forse conosciamo tutto quanto a prezzi (e a sfide tra padiglioni e ristoranti regionali). Poi si vedrà. Ma si parla già di esportare il format (per la parte che riguarda il mercato vero e proprio, non la ristorazione) all’estero, per far conoscere i nostri piccoli produttori nelle realtà più attente al buon cibo italiano.

Mercato Metropolitano 8

Ma intanto com’è questo Mercato Metropolitano? Visitato in un sabato di solicello primaverile il colpo d’occhio è piacevole: un magazzino risistemato, tende e tendoni, bancarelle, cassette di fiori e di piante, anche verdure, un po’ dappertutto, tavolate e sedie e di tutto un po’, food truck e apecar.

Mercato-Metropolitano-patate Mercat Metropolitano agretti Mercato-Metropolitano-melanzane-e-cipolle
Mercato-Metropolitano-frutta

Subito all’ingresso, La Bottega di Elisa: un tendone che ospita prodotti ortofrutticoli in gran parte provenienti da una fattoria fuori Milano, o comunque preferibilmente dalla Lombardia. Dalle patate (1€/kg) alle fave (3,50€), agli agretti (6€), dalle mele golden (2€) alle pere abate (2,50 €).

Mercato-Metropolitano-pane

Ma entriamo nel magazzino: un forno propone pane a prezzi variabili a seconda della “stagionatura”: il pane fino a 6 ore dalla produzione costa 6€ al kg, a 12 ore, 5€, mentre quello di un giorno 3€ e quello di 2 giorni, 1€. Pizze a partire da 18€ /kg (pomodoro e mozzarella e ci sono poi proposte di pizze “gourmet”, con varie farciture) e focacce a 14€/kg, anche in questo caso con tariffe curiosamente differenziate (un morso a 3,50€, un triangolo 6,50 €, due 12 €, tre 17,50 €). Tutto prodotto con farina Petra.

Preso il pane, si passa al banco della pasta: porzioni di agnolotti del plin, ravioli e tagliatelle, da 6,80 a 7,80 €. Plin di carne o verdure con sugo d’arrosto, di robiola di Roccaverano con pere caramellate burro alla lavanda lime, di scorfano con ristretto di pescee briciole di pane al rosmarino. Si possono anche prendere e cucinarseli a casa (dai 14 ai 20-22€/kg). 

Mercato Metropolitano Salad bar

Salad bar: insalate (a peso), bruschette (6€), zuppe (5€).

mercato-metropolitano-Milano

I salumi e i formaggi di Biagio: taglieri da 7 a 20€.

Mercato-Metropolitano-Enoteca-Palazzo-Mentone

Se avete sete c’è l’Enoteca di Palazzo Mentone: una selezione di vini di produttori italiani (e qualche spumante) venduti al calice (30, 70, 120 ml): si fa lo scontrino e ci si riempie il bicchiere all’apposito distributore, che legge il codice a barre e “versa” la quantità prevista… Oppure La Birra di Pratorosso: 33cl di una buona birra artigianale a 4,50 € alla spina, 5/6€ la bottiglia.

Mercato-Metropolitano-Macelleria-Joe-Cipolla

Per carnivori c’è La Macelleria di Joe Cipolla (locale milanese specializzato appunto in carni): hamburger a 7,50 € (3 € le patate fritte), tartara di scottona 8,50 €, tagliata a 12,50 €, costata a 14,50 €,  bombette marchigiane a 9,50€. Oppure pollo: alette 7,50 €, sovraccoscia o petto 8,50, mezzo pollo 11,50 €. Il tutto alla brace (i forni sono Josper). E qui le code si fanno più lunghe.

E poi c’è La Pescheria di Zio Pesce (altro famoso locale meneghino): fritto di gamberi calamari 11,50 €, di baccalà 10,50 €, baccalà mantecato 8,50 €. E volendo anche ostriche: Fine a 2,80€ l’una, Ronce a 3,50€.     Continuiamo il tour e troviamo: La piadina de I Piadinari – da 3,50 a 5,90€. I dolci di Fresko & buono (chiuso il sabato) e la caffetteria gestita da Taglio, altro locale milanese, giovane ma di grande successo.

Mercato Metropolitano 5

Mangiando mangiando siamo arrivati al Mercato vero e proprio: un’ottima selezione di prodotti (piccoli produttori, bio, attenzione alla sostenibilità, insomma che rispondono bene a tutte la parola d’ordine del mangiar sano, garantisce Unaproa, l’Unione Nazionale tra le Organizzazioni dei Produttori Ortofrutticoli, Agrumari e di Frutta in Guscio, con il marchio ‘I 5 colori del benessere‘). In fondo una cucina attrezzata per gli showcooking. All’uscita incontriamo il chiosco della gelateria Vanilla.

Mercato Metropolitano apecar

Ma noi ci incamminiamo verso la zona dello street food.Un’ampia sezione è infatti dedicata al cibo di strada, con apecar e camioncini vari, che sosteranno per tempi più o meno lunghi. Si parte con il chiosco dei cocktail di Rita (insomma, gli spazi affidati in gestione ai locali milanesi sono una rassegna del meglio sulla piazza, nel loro genere).

Mercato-Metropolitano-pasta

E vai con i tortellini (Parmigiano, panna, brodo) di Tortellino, con l’Ape Panella (panelle, arancini e altro, da 2 a 4 €), Mignon (meravigliose sfogliatelle, pastiere e capresi mini, a 1,50 €), e gli hamburger e le tartare di Cascina Capello a 6 € (tagliata 13€, costata 16 €, filetto 19 €), un altro Sicilian Street Food (arancine e cannoli a 3€), e altri ancora… Pieno di gente, di code, ovviamente, anche se abbastanza veloci. Si può mangiare e bere qualcosa spendendo anche meno di 5€…

Aperto dal lunedì al giovedì dalle 11 alle 24. Il venerdì dalle 11 alle 2, il sabato dalle 9:00 alle 2 e la domenica dalle 9 alle 24.

Per aggiornamenti e informazioni sugli eventi consultate la pagina Facebook di MM.

2 Commenti

  1. Personalmente, mi è piaciuto parecchio, è un’idea sensata (a differenza di rho). Unica pecca: gli orari sono solo virtuali; la parte street food esterna apre e cucina a “discrezione”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui