pizza napoletana forno elettrico

Fino a qualche anno fa avremmo gridato all’eresia: una pizza napoletana può uscire solo da un forno a legna.

Invece oggi a Nusco (Avellino), nel corso del The Kitchen Tour il circuito BtoB organizzato dall’Associazione Chic, Franco Pepe ha preparato una “Pinsa Conciata” nel forno elettrico Izzo.

pinsa e conciato romano pinsa Franco Pepe

Una pizza con l’impasto classico di Franco Pepe guarnita con confettura di fichi di Maida del Cilento, olio extra vergine di oliva, basilico, origano, pepe e l’immancabile conciato romano delle Campestre. Assente giustificato, fiordilatte o mozzarella.

Il nome potrebbe trarre in inganno, ma si tratta di una vera e propria pizza napoletana.

Il forno elettrico ormai sta imponendo la sua presenza nelle fiere e negli eventi perché basta una spina e il gioco è fatto.

forno elettrico Izzo pizza napoletana

Ma a questo punto mi chiedo, vista l’ottima riuscita di queste come di altre pizze sfornate da validi pizzaioli napoletani in giro per l’Italia, non sarebbe il caso di sdoganare definitivamente il forno elettrico e inserirlo come strumento valido anche nel disciplinare della pizza napoletana STG?

Voi che ne dite in tempi di evoluzione galoppante?

4 Commenti

  1. Ringrazio Luciano per l’apprezzamento anche se la mia pizza, non volendo far torto ai miei colleghi che seguono il disciplinare, non può definirsi propriamente napoletana seguendo un mio personale percorso. Sulla bontà del forno Izzo non ho nulla da eccepire, anche se contrariamente a quanto dice il titolo dell’articolo non ho sdoganato nulla visto che il forno è stato usato in più occasioni sia in Italia che all’estero da me e da altri miei colleghi napoletani come Salvatore Salvo e Guglielmo Vuolo (fra i vari). Ritengo valido l’apporto di un forno che permetta a seconda delle esigenze di realizzare degli ottimi prodotti nonostante l’assenza dei forni a legna. Grazie ancora per l’attenzione.

    • La pizza,può essere Buona fatta nel forno a legna a gas o elettrico..!! Se è buona è buona…. Ma semplicemente di un Buono diverso. Poi le disciplinari sono un discorso a parte…..!!

  2. Delle due l’una: o il forno elettrico permette di sfornare una buona pizza o non si capisce perché tutti questi pizzaioli la usano per fare la pizza in trasferta.
    Se viene buona, non si capisce perché non possa essere utilizzata per la pizza STG modificando un disciplinare che, a quanto pare, pochissimi applicano.
    Se questa non è una pizza napoletana, cosa dovrebbe essere, quindi?
    L’ufficio stampa di Pepe deve aver scritto troppo velocemente…

  3. Ma a questo punto mi chiedo, vista l’ottima riuscita di queste come di altre pizze sfornate da validi pizzaioli napoletani in giro per l’Italia, non sarebbe il caso di sdoganare definitivamente il forno elettrico e inserirlo come strumento valido anche nel disciplinare della pizza napoletana STG?
    .
    Voi che ne dite in tempi di evoluzione galoppante?(dal post)

    Io dico che non potete trattarci come un gregge?
    Da addomesticare e pascere come …più…vi fa…comodo.
    .
    Sui disciplinari ho espresso più volte la mia opinione, parlando ad esempio di Vannulo che non segue nessun DISCIPLINARE e non fa parte da SEMPRE del Consorzio.E fa un’ottima mozzarella.
    Ora addirittura si vuole .d.i.s.c.i.p.l.i.n.a.r.e. la BUFALA CONGELATA.
    .
    I disciplinari possono stare in bagno per pulirsi il c…
    ……………
    ……..
    ….
    .ma non prendeteci…per c….

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui