Caviale su pizza e hamburger: idea geniale o delitto gastronomico?

Tempo di lettura: 1 minuto

pizza caviale

Caviale su pizza e hamburger: orrore gastronomico o invenzione geniale?

hamburger caviale

In Inghilterra una catena di supermercati gourmet, Waitrose, ha dichiarato che le vendite di caviale sono aumentate del 50% da quando il ristorante di Chelsea Honky Tonk ha inserito nel suo menu un hamburger con uova di pesce e foglia dorata.

pizza nino's caviale 1000 dollari

Subito è scattato il confronto con la tonda da mille dollari che si mangia da Nino’s Bellissima Pizza, nel quartiere di Manhattan a New York: quattro tipi di caviale, tra cui il Beluga e il Black Russian Royal Severuga, creime frache e lobster.

caviale

Così da Waitrose spiegano il fenomeno: “I sapori salati e insoliti del caviale funzionano bene con un amburger carnoso o morbido, formaggio fondente e pizza”. Per questo il megastore ha introdotto il Quindao Caviar, una nuova varietà di caviale di storione d’allevamento, considerata conveniente (30 g = 30 dollari, 50 g=45 dollari), dal sapore più “morbido”, dal colore ebano, creata appositamente per hamburger e pizza.

waitrose

In definitiva, “Anche grazie a un prezzo più accessibile, i nostri clienti hanno più ampia possibilità di usare il caviale e sperimentare a casa“, concludono da Waitrose.

Secondo americani e inglesi, l’idea è geniale. Io, abituata al ristorante romano Perlenere, dedicato al caviale, sono un po’ scettica. Ma sono curiosa di sapere cosa ne pensate voi. Il vero delitto gastronomico qual è? Sperimentare col caviale e sdoganarlo dal suo principio di luxury food o mangiare pizza e hamburger con uova di pesce?

[Link: Telegraph. Immagini: Telegraph AFP, ShengEater, Waitrose]

1 commento

  1. Un delitto mi sembra esagerato.
    Certo se devi perderti qualche nota di gusto a vantaggio di altre note, portate da altri alimenti, allora devi essere sicuro che non siano note stonate o inutili.

    Se non ho visto male, nella prima foto si abbinano salmone e caviale. Mi sembra una sovrapposizione: o l’uno o l’altro.

    La terza al contrario mi sembra lasciare campo al caviale senza metterlo a contendersi troppo il suo gusto con altri sapori pungenti, e se la base è con i “controc…” dev’essere davvero buona, senza “se” e senza “ma”.

    La seconda foto vado sulla fiducia: se non erro è l’hamburgher più costoso al mondo e credo costi migliaia di euro (se non ricordo male c’è anche il tartufo).

    Qui lo chef gioca facile sulla provocazione: massimo 3 acquirenti; impossibile che dopo tutta quella spesa poi non piaccia (ti deve piacere per forza). Ancora più impossibile che chi lo ha gustato abbia un giorno ad incontrare un altro che l’ha mangiato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui