pizza fritta

La pizza fritta napoletana piace a Milano e ai Milanesi? Probabilmente ne sapremo di più giovedì 10 marzo dopo l’evento organizzato da Luigi Capuano, pizzaiolo napoletano, nei locali di Anema e cozze di via Orseolo.

Dalle 19 alle 21 tutti potranno assaggiare (l’evento è gratis) la pizza rigorosamente tonda, dal cuore morbido e dalla crosta leggermente croccante e, soprattutto, cotta nel focone, la pentola piena di olio.

A prepararla sarà appunto Luigi Capuano, erede “major” di una famiglia di pizzaioli che conta anche lo “junior” Vincenzo Capuano in queste ore impegnato nel challenge di Las Vegas con le insegne di Rossopomodoro.

Luigi Capuano pizza fritta

Luigi Capuano, napoletano classe 1966, muove i primi passi da “Pizzicato” la pizzeria Mercadante a Piazza Municipio. Inizia a mettere le mani in pasta a 10 anni ma ha subito l’idea di portare la pizza napoletana fuori dai confini della città partenopea. Così apre la sua prima pizzeria a San Teodoro in Sardegna.

Ed è tra i primi ad arrivare a Milano nel 2000 per portare in Brera la vera pizza napoletana. Nel 2006 apre Anema e Cozze in Tortona per saldare la tradizione napoletana allo sguardo contemporaneo fatto di moda e di design.

E qui da Anema e Cozze sarà possibile assaggiare la pizza fritta ripiena di ricotta, provola, cicoli e pomodoro accompagnata da una birra.

Niente friggitrice, ma focone come nel famoso film l’Oro di Napoli con Sofia Loren.

Sarà una pizza da film?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui