Stupinigi. Chi sono i 33 Re e Regine tra gli chef italiani

Tempo di lettura: 2 minuti

casina caccia Stupinigi

Regine & Re di Cuochi è una mostra alla Palazzina di Caccia di Stupinigi (Torino) sull’eccellenza dell’alta cucina, sul connubio fra cibo e vino, ma è anche un programma di iniziative per favorire il dialogo fra diversi mondi di creazione artistica.

spaghettoni al cipollotto ph Brambilla Serrani

Intento principale è di presentarsi come contenitore di cultura, sperimentazione e partecipazione. La Residenza Sabauda sarà la prima ma la sola tappa italiana. Poi il progetto prenderà il volo per Shanghai, Mosca, Dubai, San Paolo, Chicago e Seul per far crescere l’influenza italiana nel mondo.

Valeria Piccini piccione ph Fiorenzo Calosso

Il lavoro del comitato scientifico è ben evidente non solo nei contenuti, ma anche nella forma: un allestimento tecnologico multimediale, ma soprattutto interattivo per non lasciare mai i visitatori con le mani in mano.

Per questo la mostra sarà un susseguirsi di rumori, colori e suoni tipici delle grandi cucine, dove ci si potrà smarrire in un luogo che sa di onirico.

Tutto ruota attorno alla cultura del cibo, alla varietà e alla qualità dei prodotti agroalimentari italiani, con rapidi accenni anche alla storia del nostro Paese, necessaria e indispensabile premessa per la filosofia dell’esposizione.

Il corpus centrale della mostra è dedicato ad alcuni grandi cuochi moderni e contemporanei, scelti fra i più significativi protagonisti dell’evoluzione dalla cucina di trattoria a quella d’avanguardia. Ma il vero viaggio è nei retroscena delle vite degli chef, alla scoperta delle fasi meno note della loro produzione artigianale e artistica, dei momenti salienti di queste esperienze di vita e di impresa, con l’obiettivo di far percepire al pubblico quali siano gli elementi attraverso i quali il talento passa da singolare a plurale, da individuale a collettivo.

I grandi maestri selezionati e coinvolti nel progetto sono:

  1. Massimiliano Alajmo
  2. Guido e Lidia Alciati
  3. Matteo Baronetto
  4. Heinz Beck
  5. Massimo Bottura
  6. Antonino Cannavacciuolo
  7. Giuseppe e Mirella Cantarelli
  8. Moreno Cedroni
  9. Enrico e Roberto Cerea
  10. Antonello Colonna
  11. Carlo Cracco
  12. Enrico Crippa
  13. Pino Cuttaia
  14. Gennaro Esposito
  15. Alfonso Iaccarino
  16. Antonia Klugmann
  17. Paolo Lopriore
  18. Valentino Marcattilii
  19. Gualtiero Marchesi
  20. Aimo Moroni
  21. Norbert Niederkofler
  22. Davide Oldani
  23. Angelo Paracucchi
  24. Piergiorgio Parini
  25. Fabio Picchi
  26. Valeria Piccini
  27. Fulvio Pierangelini
  28. Niko Romito
  29. Nadia Santini
  30. Davide Scabin
  31. Salvatore Tassa
  32. Mauro Uliassi
  33. Gianfranco Vissani

Se l’obiettivo primario di questo progetto è promuovere la cultura della cucina italiana e del vino del nostro Paese attraverso questo gruppo di grandi cuochi, parte integrante della manifestazione è il ricco programma di eventi e iniziative culturali e artistiche che potete trovare sul sito (Tel. +39 011 850 660, 011- 0881178)

Si parte il 16 marzo per arrivare fino al 5 giugno.

[Immagini: Brambilla Serrani, Fiorenzo Calosso]

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui