Da carbonara a tiramisù, 7 ricette italiane con orrori come ingredienti

Tempo di lettura: 2 minuti

cotoletta Brunello

Dopo il  #carbonaragate con la video ricetta “one pot” diffusa da un sito francese e ritirata per la sommossa del web, Coldiretti prova a mettere insieme tutte le nefandezze che colpiscono i piatti italiani in terra straniera.

I Tedeschi, ad esempio, utilizzano l’olio di semi nella cotoletta alla milanese.

Gli Olandesi si guardano bene dall’usare il mascarpone nel tiramisù.

Gli inglesi e gli americani che vanno pazzi per gli spaghetti alla bolognese che sono del tutto sconosciuti nella città emiliana.

I Belgi proprio non possono fare a meno di mettere nella carbonara la panna ed evitare il pecorino.

pizza ananas prosciutto

Non sta bene soprattutto la pizza che nella versione hawaiana con l’ananas e in quella “salutare” con il pollo trova estimatori ai quattro angoli del pianeta. Anzi, anche in Italia ci si è piegati al volere della pizza con l’ananas (soprattutto a Firenze) che è un po’ l’altra faccia della medaglia della würstel e patatine.

Ecco quello che succede alle ricette italiane quando approdano nei ristoranti e nelle case all’estero.

E iniziatevi a preoccupare se lo fate anche voi sul suolo patrio.

Gli ingredienti dei piatti made in Italy all’estero

tiramisù classico Milano

                

RICETTA

INGREDIENTI

1

SPAGHETTI ALLA BOLOGNESE

Spaghetti conditi con sugo di pomodoro e polpettine non esistono nella realtà gastronomica emiliana 

2

COTOLETTA ALLA MILANESE

Carne di pollo o maiale fritta nell’olio di semi al posto della carne di vitello cotta nel burro

3

PASTA ALLA CARBONARA

Prosciutto cotto al posto del guanciale e formaggio grattugiato al posto del pecorino romano. Spesso viene utilizzata la panna

4

PASTA AL PESTO

Mandorle, noci o pistacchi al posto dei pinoli e formaggio comune al posto del parmigiano reggiano e pecorino

5

CAPRESE

Formaggio industriale al posto della mozzarella di bufala o del fiordilatte

6

PASTA ALLA NORMA

Formaggio grattugiato al posto della ricotta salata

7

TIRAMISU’

Panna al posto del mascarpone 

3 Commenti

  1. Non ce bisogno di andare all estero specie per
    2 (come non dimenticare il sempre citato ristorante milanese di periferia che rifila la cotoletta di maiale e tutti contenti perché è grande)
    4 ( i pinoli visto il prezzo è l assenza di sapore anch’io li ho mollati al posto di altri semi tipo girasole sgusciati)
    5 (considerato che di solito uno non va allo stellato a prendere la caprese è difficile che non sia industriale )
    6 ( e va bene quando mettono il grana perché se mettono la mozzarella e si appallotta tutto direi che è molto peggio

  2. Gli spaghetti alla bolognese sono presenti in tutte le trattorie turistiche romane e hanno tutte l’identico sapore proveniente dall confezioni di sughi pronti per la ristorazione.D’altra parte,per molti versi,è più facile trovare una cucina più autenticamente italiana nei”NUOVI”ristoranti italiani in giro per il mondo,che fanno molto attenzione alle materie prime,piuttosto che in tante trattoriacce presenti nelle maggiori città turistiche italiane.Lo stesso discorso per Pizza Hut,per i turisti e per i tanti stranieri presenti in Italia,la pizza americana vale quanto tante schifezze presenti in Italia.SPIZZICO vi dice qualcosa?

  3. Non esiste TRADIZIONE senza…VARIANTI.
    .
    Il concetto di variante è diverso da quello d’interpretazione.
    Variante
    è connesso ad INGREDIENTI
    Interpretazione
    è connesso alla preparazione, agli aspetti tecnici
    (a parità di ingredienti).
    .
    Ma questi due concetti vengono usati con varie sfumature di significato e,
    ad esempio, interpretazione viene usata anche come sinonimo di variante.
    .
    Ad esempio nel Messinese si usa la RICOTTA INFORNATA che non è la RICOTTA SALATA della ricetta catanese.
    Nel Ragusano si usa anche il Ragusano che è molto diverso dalle
    2 ricotte(salata e infornata).
    Ma ancora: vi sono italiani/e(non marziani) che usano caciocavallo, parmigiano, grana ed anche pecorino al posto della ricotta.
    Tra messinesi e catanesi esiste (oltre la ricotta da grattugiare) un’altra differenza: la ricetta originale prevede le melanzane fatte a fette e fritte.La variante messinese prevede invece il taglio a cubetti piccoli.
    .
    Insomma di Varianti siamo pieni…noi italiani.
    E ci scandalizziamo…quando all’estero…usano formaggio…al posto della RICOTTA S.A.L.A.T.A ?
    .
    La cosa che stupisce, POI, è quando gli stellatici STRAVOLGONO…la ricetta TRADIZIONALE.
    Stravolgimento che riguarda…anche gli INGREDIENTI.
    Si grida al miracolo, si grida al capolavoro…
    in un delirio conformistico,
    genuflesso e
    acritico
    verso i nuovi IDOLI m.e.d.i.a.t.i.c.i
    da far ADORARE alla Massa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui