Costa degli Etruschi. Innamorarsi dei piatti di pesce di Luciano Zazzeri dopo averli provati a Roma

Tempo di lettura: 2 minuti

zazzeri

Dici ristorante di pesce, dici Toscana, anzi, Maremma e hai l’indirizzo giusto: La Pineta di Luciano Zazzeri, uno dei nostri chef preferiti.

A Marina di Bibbona, sulla spiaggia di fronte a Bolgheri, è qui da una quarantina di anni fa nella capanna di legno che Luciano ha trasformato in una trattoria.

Un indirizzo imperdibile per buongustai e amanti della vera cucina di mare.

Una caratteristica importante della cucina di Zazzeri è la pulizia dei sapori.

Ogni singolo ingrediente è facilmente riconoscibile. Luciano riesce a esaltare gusti, sapori e consistenze con un tocco naturale che pochi possiedono.

È stato a Roma per un giorno e ha cucinato i suoi piatti di pesce da Settembrini, il caffè ristorante che ospita spesso grandi chef. Un’altra serata sold out.

Io ci sono andata e vi racconto i miei assaggi.

gamberetti-zazzeri

Gamberi di fondale fritti, cioè gamberetti piccolissimi e teneri, leggermente infarinati e fritti, una delizia della serie “uno tira l’altro”.

sgombro-zazzeri

Sgombro marinato con crema di ricotta e caramello. Di solito la gente snobba lo sgombro per il suo sapore forte, invece risultava delicatissimo, saporito quanto basta. Abbinamento indovinato anche con la ricotta.

seppia-zazzeri

Seppie in olio cottura con salsa livornese, pane nero e crema di bietola: la seppiolina, cotta nell’olio a bassa temperatura, si scioglieva in bocca, mantenendo la giusta consistenza e tutto il suo sapore.

Il pane nero con la sua nota croccante dava al piatto quella spinta che ci ha colti di sorpresa. Chapeau.

spaghetti-kamut-zazzeri

Spaghetti Kamut con polpo novello e capperi. La pasta Felicetti non ha deluso nemmeno stavolta. Perfettamente al dente, da (ri)mangiare in terrazza sul mare.

dentice-zazzeri

Pesce nel tegame con olive taggiasche e rosmarino. Un dentice dalla carne soda, olive, pomodorini e cipolla. Semplicità che diventa vera bontà.

predessert-zazzeri

Predessert: gambero crudo con cioccolato bianco. Contrasto eccessivo tra la polpa compatta e sapida e la pasta scioglievole, dolce e grassa del cioccolato bianco. Lo ammetto, sono una purista in fatto di crudi.

bavarese-zazzeri

Bavarese al cioccolato bianco e cocco con crumble di pinoli e lamponi. Però il cioccolato bianco nella bavarese era perfetto, ingentilito dal cocco e completato dall’acidità di frutti di bosco.

Due i vini in abbinamento: Vermentino spumantizzato, metodo Charmat,  MaremmAlta di Stefano Rizzi, molto gradevole con gli antipasti, e un blend di Pinot Grigio e Chardonnay di Villa Minelli (Veneto) per un primo e un secondo saporiti. Ottima scelta di Settembrini, come sempre.

Il menu degustazione de La Pineta parte da 70 €.

Che dite, vi ho convinta a fare un salto sulla Costa degli Etruschi per andare ad assaggiare il ristorante di Luciano Zazzeri?

La Pineta di Zazzeri. Via dei Cavalleggeri Nord 27, Marina di Bibbona (Livorno). Tel. +39 0586 600016

Settembrini. Via Luigi Settembrini, 21. Roma. Tel. +39 06 9761 0325

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui