Chiara Carta da Zucchero

Chiara e Chiara avevano un sacco di dolci da raccontare, per questo un anno fa pubblicano nel quartiere Baggio di Milano la Pasticceria Carta da Zucchero. Sulle pagine di questo volume, che è anche Sala Lettura, non scorrono parole ma frolle e madeleine, biscotti e pain au chocolat, paste e quiche, fino a quel capitolo sul picnic d’asporto a 9 €: una torta, una tovaglia, un libro e bibbidi-bobbidi-bu, vedi che avviene laggiù.

torte al limonecolazionecrostata di ribes Carta da Zucchero

Ogni weekend queste due fate smemorine preparano una sacchetta da picnic con torta salata di verdure stagionali, frutti e muffin di vario tipo. Ingrediente principale è sempre la fantasia e poi salagadula megicabula bibbidi-bobbidi-bu fa la magia tutto quel che vuoi tu.

picnic ingredienti Carta da Zucchero

Infatti, puoi decidere di portare via così il tuo pranzo al sacco, oppure aggiungere anche una borsa cucita a mano che diventa tovaglia, in accordo con alcune sarte del quartiere, e/o un libro della libreria di fronte, Linea di Confine, diverso ogni settimana.

sala Carta da Zucchero pasticceria Milano

Molto ancorate alla vita del quartiere, non son mai restie nell’organizzare eventi di vario tipo legate alle realtà di Baggio, da merende e laboratori per i più piccini fino alle attività per tutti. E bibbidi-bobbidi-bu, questa scorsa domenica hanno ritirato il premio Piazza Mercanti alla Scala di Milano per l’imprenditoria femminile.

pasticcino al lampone Carta da Zuccherobiscotti al cocco

Salagadula megicabula i dolci di Carta da Zucchero sono magicamente composti dalle materie prime più preziose e di qualità, dai pinoli ai frutti di bosco, fino ai loro biscotti di cocco e cacao o alle torte di limone, per un delicatezza di ogni composizione finale che.. puff, si scioglie e scompare in bocca. Il tutto accompagnato da caffè e bevande di vario tipo, quali i deliziosi succhi biologici.

E se li pronunci che avviene laggiù? Vai a vederlo anche tu, bibbidi-bobbidi-bu.

Carta da Zucchero. Via Ceriani 13. Milano. Tel. +39 02.83425490

1 commento

  1. “Baggio. Il Borgo. Il Parco.
    Le attività commerciali, la gente, la storia,
    la voglia di vivere il quartiere,
    il piacere di riempire le strade,
    il desiderio di vedere trasformata una periferia in un angolo di paradiso.” (dal web)
    .
    A Parigi chiedevo: “fatemi conoscere una Parigi più nascosta, più periferica, ma non meno attraente”. E i parigini/e erano felici di condividere una via, un percorso periferico, una passeggiata personale, del cuore. Con una boulangerie o una patisserie dove fermarsi e ritemprarsi.
    Baggio mi ricorda questo.
    .
    Ricordiamoci che a pochi metri c’è l’Osteria Alla Grande, recensita dall’autrice. E poi chi ama i libri, come C & C, va premiato andando a trovarle.
    Anche perché a 9 euro non mangi nemmeno un’insalata di Berton e le due Chiare ci fanno felici con una torta del pic nic.
    .
    La storia di queste simpatiche pasticcere milanesi è molto bella e commovente: dal nulla hanno vinto un concorso che li ha aiutati a partire.
    Che il viaggio sia lungo e con tanti passeggeri, Milanesi e non milanesi.
    .
    Baggio…Milano…come Parigi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui