terrazza-gallia-restaurant

È vero che per Terrazza Gallia c’è un ingresso indipendente, con un ascensore che saetta fino al settimo e ultimo piano.

Ma andare e pranzo o cena in un grande albergo è anche il bello di sospendere il tempo e godersi l’entrata dall’ingresso principale dell’hotel, le porte girevoli, la hall, la salita con altri passeggeri pensosi, fare due o tre svolte, poi trovarsi nella sala ed essere accolti sulla terrazza e perdersi un po’ a guardare il panorama e gli arredi di design. Arriva qualcuno e la definisce hotel experience. Sono d’accordo.

fratelli-lebano

Poi, è anche vero che siamo tutti presenti e festanti quando si tratta di inaugurazioni, ma non dovremmo essere più festanti quando si celebrano compleanni, che sono conferme del lavoro intrapreso?

Qui si è festeggiato un anno di Terrazza Gallia (ve lo avevamo raccontato qui), e l’inserimento nella Guida Milano 2017 del Gambero Rosso con un punteggio molto lusinghiero: successo còlto da due coppie di fratelli: i campani Antonio e Vincenzo Lebano in cucina, i bergamaschi Roberto ed Enrico Cerea fautori del progetto per Luxury Collection Hotel.

Un progetto, e l’autunno come pretesto per un nuovo menu, or ora in carta. Ma tra serate da sandali e mattine da stivali, questa stagione di mezzo è inafferrabile e i suoi prodotti devono ancora rinfrescarci o già scaldare le nostre papille. Costruire un menu è dunque una sfida: quanto di fresco, quanto di caldo, quanto di morbido, quanto di croccante, quanto di colore e di che colore vogliamo nel piatto? E quali vini?

gambero-rosso-di-sicilia-pinoli-estratto-di-pomodorospuma-di-mozzarella-di-bufala-dop-foto-by-f-r

Abbiamo provato un estratto del menu autunnale della Terrazza Gallia in una dolce giornata di settembre. L’inizio: Gambero rosso di Sicilia, estratto di pomodoro pinoli e spuma di mozzarella di bufala DOP. La sorpresa è quanto la spuma sia leggiadra, il gambero salso e sodetto e tutta questa freschezza sia come un arrivederci all’estate.

indivia-brasata

Perché subito dopo è venuta l’Indivia brasata, crema di cavolfiore, acciughe del Cantabrico e orzo soffiato. Altra temperatura: il tiepido, e verdure che si accordano all’autunno, in poligamia con l’acciuga.

risotto-cipolla-giarratana-scampo-limone

A seguire, Risotto mantecato alla cipolla di Giarratana, scampo e limone della Costiera, dove io – donna dalle piccole porzioni che può gustare un menu solo in più e più ritorni – mi sono fermata, felice per l’onda perfetta e il gusto-profumo del limone.

Ma ci sono ancora sorprese.

pensando-alla-cassoeula

  • Pensando alla Cassoeula. Traduco: filetto di baccalà, adagiato sulle sue trippette e completato da un raviolo di verza ripieno delle sue guancette.

mousse-allo-yogurt-e-zenzeropralina-ai-lamponi-foto-by-f-r

  • Una mousse di yogurt e zenzero, con un pralina ai lamponi che parevano coralli.
  • Il nostro (il loro) tiramisù: una sfera di zucchero ripiena di mousse al caffè, bella come una murrina o una biglia gigante, in compagnia di una quenelle di gelato al mascarpone con gruè di cioccolato, gocce di crema al caffè, un bocconcino di cioccolato soffiato e uno di brioche inzuppata nel caffè
  • La piccola pasticceria e dei cannoncini e dei mini croissant con gelato alla vaniglia.

raviolo-cacio-e-pepe-broccoli-salsiccia-di-bra-foto-by-f-r

Poi ci sono gli “oppure”.

Oppure nel menu. Cos’altro propongono i fratelli Lebano quest’autunno? Per esempio, zuppa di porcini in sfoglia a 20 €; porchetta di coniglio con uvetta, pinoli, sedano, rapa, finferli e cipolla rossa a 22 €; o raviolo cacio e pepe con broccoli e salsiccia di Bra a 22 €, o medaglione di astice, patate, porcini e prezzemolo a 36 €; caramella ghiacciata di banana, cachi, ananas e limone a 12 € … e molto altro ancora.

Oppure un business lunch? Mangiare in terrazza veloci e leggeri diventa interessante con una proposta a 35 € che prevede un’entrée, un primo e piccola pasticceria, acqua e caffè inclusi.

terrazza-gallia

Oppure un aperitivo? Con 18 €, un signature cocktail al bar e una serie di sfiziosi assaggi. Più la Milano dall’alto che ammirate sorseggiando e piluccando tutto questo – dalla monumentalità della Stazione Centrale alla nuova skyline della zona Garibaldi.

Il bar e la terrazza sono anche perfetti per un piatto di paccheri fuori orario o per uno spuntino in tarda serata, il roof-top apparecchia dalle 11 del mattino all’una di notte. Oppure, andate di persona a provare. E se andrete lì perché è proprio lì che volete-dovete andare, allora il doppio duo di fratelli avrà centrato l’obiettivo di fare di Terrazza Gallia una destinazione gastronomica.

Terrazza Gallia. Piazza Duca d’Aosta, 9. 20124 Milano. Tel. +39 02 6785 1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui