Valle d’Aosta. Come fare a casa la buonissima Seupa à la Vapelenentse del ristorante Vecchio Suisse

valpelline

A dou po de Aosta c’è un paese che si chiama Valpelline e nella località Chozon c’è un posto davvero a bon martchà, il Ristorante Pizzeria Vecchio Suisse.

chef-danilo-vecchia-suisse

Se avèi an fan di djablo o la conchanse basa, questo è il luogo che fa per voi: 10 € a testa per mangiare la Seupa à la Vapelenentse più buona di tutta la Valle, quella che fa Danilo, con vino e caffè compresi (ma se volete un altro indirizzo, sempre di ottimo rapporto qualità prezzo, leggete qui).

Nelle valli valdostane, tra una zuppa e un po’ di moccetta, si parla ancora il patois, dialetto locale mai stato considerato degno di valore letterario quando in realtà si tratta di un importante patrimonio linguistico della lingua parlata dalla gente di campagna.

vecchio-suisse-brigata

Altrimenti ecco qui la ricetta di questa famiglia, per farla anche a casa vostra, a cou cheur.

La ricetta della vera Seupa à la Vapelenentse

zuppa-valpelline

Ingredienti

500 g di cavolo verza
150 gr di fontina valdostana
Pane integrale o di segale raffermo
1 l di brodo di manzo (o di verdura per la versione vegetariana)
50 g di burro
Sale
Pepe

Procedimento

Mettete su del brodo di manzo o se preferite per la versione vegetariana anche solo di verdure.

Pulite bene il cavolo verza, eliminando torsolo e foglie esterne e poi lavatelo sotto l’acqua tiepida.

Per una versione più leggera lessate il cavolo verza in acqua bollente, altrimenti fatelo stufare in pentola con il burro. Copritelo con un coperchio in modo tale che cuocendo perda la sua acqua. Lasciate cuocere finché la verza non sarà colorita e tenera.

Nel frattempo tagliate il pane a fette e mettetelo in forno caldo o a tostare per pochi minuti. Poi in una larga padella tostate nel burro le fette di pane e poi accomodatele in una teglia da forno. A questo punto iniziate ad alternare, sovrapponendoli, uno strato di cavolo a uno di pane e a uno di fontina, terminando l’ultimo strato superiore con la fontina.

Infine bagnate il tutto con il brodo e mettete in forno a 160°. Fate cuocere per circa mezz’ora o un’ora a seconda della consistenza della zuppa che si desidera ottenere, poi togliete la teglia dal forno e servite la zuppa versando burro fuso sopra la bella crosticina dorata che si sarà formata.

Bon Appètit!

vecchio-suisse-valpelline-aosta

Vecchio Suisse. Località Chozod 1. Valpelline (Aosta). Tel. +39 0165.713935

1 commento

  1. Sarà buona, gli ingredienti sono quelli, ma mi sembra una versione “economica” da ristorante.
    Con un litro di brodo suppongo sia una ricetta per 4 porzioni, e di solito di Fontina ce ne vanno circa 400 grammi, un etto a persona.
    Questa è leggerina 😀

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui