Firenze. Cos’è Pitti Taste che si tiene alla Stazione Leopolda con tanto caffèTempo di lettura: 2 min

Mancano un paio di settimane al taglio del nastro della 12a edizione di Pitti Taste, “Gusto e Italian food lifestyle”, ovvero il salone “dedicato alle eccellenze del cibo e alla food culture,” come recita il comunicato stampa di Pitti Immagine che organizza la manifestazione in collaborazione con il Gastronauta Davide Paolini.

Dall’11 al 13 marzo, a Firenze alla Stazione Leopolda e in giro per la città, torna una delle manifestazioni più interessanti del mondo enogastronomico. Stand, incontri, presentazioni, prodotti e produttori, assaggi e sorrisi: senza quell’aria da “noi siamo i primi della classe” che a volte assumono altre manifestazioni consimili.

Quest’anno, tema portante sarà il caffè, con talk, installazioni, contest, mostre che ne illustreranno i vari aspetti. Partner “tematico” sarà “La Marzocco”, un’azienda (toscana) leader nel settore delle macchine da caffè per bar e ristorazione.

foto smartphone tazzine caffè

Ci saranno 380 aziende espositrici, dalle più “vecchie”, come numero di presenze, alle più nuove, come Amarelli, Fabio Barbaglini, Luigi Guffanti, Maglio Cioccolato Italiano, Gelateria Dai Dai, Dievole, Nonino, PRI.MA, Antica Macelleria Falorni, San Patrignano/ Buono Due Volte.

Ci sarà il Taste Shop, che si sposterà in piazza Gae Aulenti (per me dovrebbero spostarlo a Prato, o anche più lontano: ogni volta che ci passo dentro devo accendere dei mutui – compro praticamente di tutto).

Ci sarà “Il Cucchiaino d’Argento”, ovvero la rivista dedicata all’alimentazione dei bambini, novità dell’Editoriale Domus che sarà presentata domenica 12 alle 16 nell’Area Ring.

Ci sarà, sempre in piazza Gae Aulenti, anche un’installazione con la nuova Mini Countryman.

Ci sarà il Fumoir di Taste con gli Amici del Toscano.

Ci sarà la presentazione di due libri che più diversi, e più simili, non si potrebbe: quello di Davide Paolini Il crepuscolo degli chef. Gli italiani e il cibo tra bolla mediatica e crisi dei consumi, e Giovani & Audaci. Ritratti (quasi veri) dei cuochi che stanno rivoluzionando la cucina italiana di Stefano Cavallito, Alessandro Lamacchia e Paolo Vizzari (EDT Edizioni).

Ci sarà naturalmente Fuori di Taste con i suoi 100 appuntamenti in giro per Firenze.

Ci sarà Emanuele, che si aggirerà con aria smarrita e famelica fra Taste Dentro Taste e Taste Fuori di Taste, con libroni di elenchi di produttori, calendari di conferenze, appunti di cose da comprare, dépliant di ogni tipo.

L’anno scorso siamo stati in 15.000. Chissà quest’anno…

PITTI TASTE INFO

Gli orari di apertura per operatori del settore e per il pubblico di appassionati:

  1. per rendere sempre più agevole il lavoro in fiera degli operatori del settore, Taste riserva loro una fascia oraria interamente dedicata: la mattina di sabato 11 e di domenica 12 marzo, dalle ore 9.30 alle ore 14.30.
  2. dalle 14.30 alle 19.30 e lunedì dalle 9.30 alle 16.30, ingresso aperto anche al pubblico.

Biglietto di Ingresso: 20 € per il pubblico – 15 € per operatori del settore

Official Hashtag:   #Taste12   #PittiTaste   #fuoriditaste #TasteRing   #TasteShop   #TasteTool   #TasteTour

[Immagini: AKA Studio Collective]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui