Cilento. Tutti gli ingredienti del BRODO che fanno di questo luogo una terra speciale

Un brodo nel Cilento. Anzi, BRODO, tutto in maiuscolo. Un nome ispirato al Brodo Primordiale, origine della vita sulla terra che a queste latitudini identifica una rete nata nel 2015 da una sinergia tra produttori del Cilento e della piana del Sele.

L’intento è produrre nel rispetto della biodiversità secondo i dettami della Dieta Mediterranea. E stasera alle Trabe, BRODO sarà presentato in una cena evento con un menu dello chef stella Michelin Peppe Stanzione.

Gli ingredienti di BRODO sono 8 realtà a fortissima vocazione territoriale:

  1. Maida
  2. Madonna dell’Olivo
  3. Michele Ferrante​ – fagiolo di Controne
  4. Funicchito – Opere dal Cilento
  5. Caseificio Barlotti
  6. Alici di menaica di Donatella Marino
  7. Piccolo Salumificio di G.ioi
  8. Viticoltori De Conciliis

Lo chef Stanzione svilupperà nel suo menu la coralità del progetto, iniziando con l’aperitivo “Brodo di Sapori” dove sperimenta abbinamenti tra i diversi prodotti della Rete.

  1. La caponata, preparata con un ingrediente di ogni azienda;
  2. I fagioli di Controne di Michele Ferrante con cozze e limone salato;
  3. Il caciocavallo arrostito di bufala dell’azienda Barlotti con confettura extra di albicocche di Maida;
  4. La trippa di baccalà con aglio, olio EVO Madonna dell’Olivo e peperoncino di Michele Ferrante;
  5. Il burro di bufala Barlotti e le alici di Menaica di Donatella Marino;
  6. La torta salata con asparagi e cervellata del piccolo Salumificio artigianale di G.ioi;
  7. La pancetta arrostita del piccolo Salumificio artigianale di G.ioi, con pane affumicato e soffice ricotta di Barlotti;
  8. Il baccalà con pane croccante al vino rosso De Conciliis e fichi mondi di Funicchito.

Passando dal giardino alla sala, lo chef proporrà:

  1. Mischiato napoletano alla marinara di cozze, pomodorino giallo Maida e burrata Barlotti;
  2. Soffice – caldo vitel tonné con conserva di cipolla di Montoro di Maida, mentre il tonno è del laboratorio di Donatella Marino;
  3. Bufala di Barlotti con i fichi del Cilento dell’azienda Funicchito e Naima dei Viticoltori De Conciliis.

Ospiti d’eccezione della serata saranno il maestro pizzaiolo Salvatore Salvo, che proporrà le sue pizze fritte nell’aperitivo con abbinamenti a sorpresa, e il maestro pasticciere Pasquale Marigliano con le sue “dolcezze di Marigliano”.

Le bollicine e i vini dei Viticoltori De Conciliis accompagneranno le varie pietanze dall’aperitivo al dessert con annate speciali e nuove proposte.

Durante l’evento sarà assegnato anche il premio “La Stella del Cilento”, prima edizione di un riconoscimento attribuito alle donne che contribuiscono in vari settori al racconto e alla promozione del Cilento nel mondo.

Il cibo è cultura e dialogo e per questo BRODO ha ideato un premio per le donne impegnate a comunicare e a sostenere il Territorio, un omaggio al mondo femminile che è stato un pilastro della civiltà contadina e custode della Dieta Mediterranea divenuta oggi patrimonio dell’Umanità.

Il costo della serata è di 70 € a persona. Per info e prenotazioni Ristorante Le Trabe: Tel. 0828 724165.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.