Milano. Panettone e pandoro vestiti di Ricordi e di musica

Panettone a Natale e a Capodanno o panettone tutto l’anno? Non so quale sia la vostra posizione. Ma conosco quella di Giovanni Cova & C, azienda dolciaria milanese che ha appena sfornato una collezione di dolci natalizi e pasquali, vestiti con carte, confezioni e scatole ispirati alla grafica delle edizioni musicali Ricordi.

Lo ha fatto attingendo ai materiali custoditi a Milano dall’Archivio Storico Ricordi presso la Biblioteca Braidense. E quindi, stile e immagini da locandine, libretti, partiture, riviste, copertine illustrati da Marcello Dudovich e Leopoldo Metlicovitz tra gli altri.

Questi dolci classici e festivi che sarebbero piaciuti a Giuseppe Verdi o a Giacomo Puccini, Giovanni Cova & C li destina sia al mercato italiano che al mercato straniero. Con una distinzione strategica. Il mercato italiano, a detta dell’AD Andrea Muzzi, nel segmento premium continua a percepire forte e a preferire il legame tra dolce e stagione, l’estero invece ha destagionalizzato acquisti e consumi; peraltro chi non ha una tradizione specifica con tutto il suo portato sentimentale, adotta il prodotto per scelta in ogni stagione. Perché gli piace. O magari perché ama i canditi o forse perché un amico italiano glielo ha fatto conoscere. E via motivando.

La bellezza ci salverà e la dolcezza risuonerà

L’intento di Muzzi, congiuntamente con Pierluigi Ledda, direttore dell’Archivio, è stato quello di unire eccellenze per creare un messaggio quanto più possibile comunicabile, da Milano al mondo. Un messaggio di bellezza e di educazione. Di gusto italiano. Di milanesità. Di storia. Di cura per gli ingredienti e le lavorazioni. Di passione all’opera e per l’Opera.

Non è scelto a caso il verbo nella frase “Giovanni Cova & C celebra Ricordi”.

Il Pandoro e Panettone Classico per le Feste 2017 sono vestiti con le immagini della Turandot. E comunque, panettoni farciti, colombe, torroni e altre specialità saranno confezionati in (riproduzioni di) partiture autografe di Paganini, della copertina del libretto della prima assoluta della Madama Butterfly di Giacomo Puccini, della copertina della storica rivista musicale Ars et Labor del 1907. I prezzi al pubblico oscillano tra i 20 e i 25 €/Kg nel negozio di via Cusani 10 a Milano e nella rete di distribuzione. E in ogni confezione un libretto – in italiano o in inglese a seconda del mercato  offrirà spunti per approfondire questa avventura gastro-musicale.

Sì, ma lo spunto scatenante del progetto? È bastata una frase. Una citazione di Giuseppe Verdi che in una lettera all’editore Tito Ricordi celebrava la bontà dell’elefantiaco panettone ricevuto in omaggio: “Come al solito era buonissimo e bellissimo …

Ora sta a voi, se volete, contraddire o emulare il Maestro.

[Immagini: iPhone di Daniela, Ufficio Stampa]




- venerdì, 6 ottobre 2017 | ore 10:21

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.