In Sardegna, poetto vuol dire spiaggia e quindi mare. Il nome indica il lungo e sabbioso litorale che si estende ad est di Cagliari, dal promontorio noto come la Sella del Diavolo e lungo il golfo di Quartu Sant’Elena, delimitato a nord dalle saline e dalle oasi naturali in cui sostano i magnifici fenicotteri rosa.

Insomma, uno dei volti della Sardegna che amiamo.

L’arenile è caratterizzato da sabbia bianca e fine, che fino a qualche anno fa formava bellissime dune, oggi quasi scomparse a causa dell’erosione atmosferica e di alcune pratiche edilizie poco accorte. Ciò che resta può comunque gareggiare con i più rinomati mari del mondo, cosa ancor più sorprendente trattandosi di spiagge ‘cittadine’.

Il sole gentile del pomeriggio e un bagno rigenerante in quelle acque trasparenti sono spesso il dopolavoro dei fortunati abitanti di Cagliari e Quartu, che possono poi continuare la serata con piatti di pesce e cocktail abbinati, magari ascoltando musica dal vivo in uno dei chioschi bistrot del lungomare. Ce ne sono tanti, e alcuni di loro hanno sviluppato stagione dopo stagione un approccio più attento alla qualità.

In un ideale percorso da Cagliari lungo via del Poetto, che poi diventa viale Golfo di Quartu, ne abbiamo scelti 10, secondo noi i migliori per la cura e l’originalità dell’offerta: eccoli per voi.

1. Le Palmette Beach Club

Lo stabilimento ha aperto nel 2015, ed è all’inizio di via del Poetto, vicino al porticciolo di Marina Piccola e a 5 km dal centro di Cagliari. Offre i classici servizi, come noleggio lettini, ombrelloni e sdraio, e la possibilità di affittare tavole da SUP (Stand Up Paddle). Per chi preferisce sorseggiare un cocktail fresco con qualche stuzzichino, c’è il Lounge Bar con diverse proposte a base di frutta fresca.

Ma il pezzo forte delle serate è il ristorante in spiaggia, il regno dello chef Jacopo Lenza (qui in alto la foto di un piatto di Alberto Mele), con un menu di mare al 100% (anche se non manca un’offerta pensata per vegani e per i bambini) che trae ispirazione dalle tipicità locali per abbinamenti intriganti, come nel caso della vellutata di cavolfiori con ricci di mare a crudo e focaccia croccante o della tagliata di tonno al papavero e caffè.

Si può optare per il menu del giorno che comprende varie portate tra antipasti, primi e secondi piatti, e un calice di vino per 35 €, oppure si può ordinare alla carta, e i piatti variano tra i 10 e i 16 €.

Le Palmette Beach Club. 1a Fermata, Lungomare Poetto. Cagliari. Tel +39 3381041979

2. Malibu

E’ il classico chiosco di spiaggia, dall’esterno non è dissimile dagli altri, anche perché l’amministrazione comunale ha regolamentato qualche anno fa l’aspetto e la cubatura dei ristobistrot del Poetto, uniformandoli un po’ tutti. Ecco perché è nell’offerta gastronomica che si gioca la vera partita. Al Malibu puntano molto su un format giovane come l’aperitivo o la cena veloce, con piatti unici  a circa 12 € per accompagnare il vino al calice o il cocktail preferito, fritture di paranza o semplicemente di calamari.

Brunch leggeri ed estivi per spezzare la giornata e godersi il sole, insalate, primi piatti e carne alla griglia (non siete obbligati a mangiare pesce anche se siete in riva al mare!).

Malibu. 4a Fermata Lungomare Poetto. Cagliari. Tel. +39 320 7019970

3. Twist Beach Club

Atmosfera particolarmente rilassante al Twist Beach Club, garantita dal rumore delle onde, colonna sonora perfetta per un aperitivo nelle ore dolci del tardo pomeriggio. Originali drink colorati abbinati, magari, a un tagliere: quello  del Twist è composto di salumi e formaggi che vengono da aziende della zona – per quanto possibile – e costa circa 15 €.

Quando è la stagione giusta, i ricci crudi, aperti e mangiati sono d’obbligo, ma se pensate che il Twist abbia una cucina prevalentemente di mare vi sbagliate. I piatti forti del menu sono le bistecche, in particolare quella di cavallo, servite complete di contorno a scelta tra quelli del giorno, che costano 15 €. Naturalmente, tra i primi piatti, tutti tra gli 8,50 e i 12 €, non possono mancare la fregola di mare e gli spaghetti con le arselle e la bottarga.

Con la stagione estiva iniziano anche gli eventi musicali dal vivo: per queste occasioni l’aperitivo a buffet comprensivo di un drink costa intorno ai 15 €.

Twist Beach Club. 5a Fermata Lungomare Poetto. Cagliari. Tel. +39 349 4543658

4. Il Nilo

Tra i primi ad aprire sul Poetto in ordine di tempo, il Nilo è forse il chiosco che si è distaccato meno dal format tradizionale. Hanno scelto di non avere un ristorante vero e proprio – “Lasciamolo fare ai ristoratori di professione” è stato il commento – per concentrarsi su proposte più veloci e semplici da preparare, premiando la qualità delle materie prime.

Al Nilo si gustano taglieri di salumi e formaggi, piccoli prodotti da forno, ma soprattutto tra i locali sono famosi  i panini. Farciture scelte, tra salumi e formaggi, verdure fresche e grigliate, abbinate a pani diversi, arricchiti con cereali e semi. I vegani al Nilo sono bene accetti e possono stare sicuri che non resteranno a stomaco vuoto, poiché oltre ai panini ci sono anche diverse insalatone pensate apposta per loro.

Particolarmente apprezzato il rapporto qualità prezzo: per un drink (cocktail o bottiglia) e un tagliere/panino/insalata si spendono intorno ai 10 €.

Il Nilo. 6a Fermata, Lungomare Poetto. Cagliari. Tel +39 338 2850696

5. La Caravella

Il nostro ultimo chiosco del tratto propriamente cagliaritano si distingue per un’offerta gastronomica molto ricca. Ristorante molto apprezzato di cucina marinara, ha in carta tutti i piatti che ci si aspetterebbe in questa parte della Sardegna: tonno, arselle, bottarga di muggine. A pranzo la formula business lunch permette di mangiare un menu completo (tre portate) per 25 €, o un piatto unico per circa 15 €.

Da poche settimane, La Caravella è anche pizzeria, tutti i giorni a partire dalle 19:30.  Numerose le versioni in carta, dalle classiche (Margherita, Quattro Stagioni, Napoletana) ad altre meno comuni, come la Carlofortina, con tonno e pesto,  Canadese, a base rossa con funghi, wurstel e prosciutto cotto, o la Sarda, con cipolla di Tropea, capperi, salmone e menta. A sorpresa è la pizza Boh, secondo, cioè, l’umore del pizzaiolo. I prezzi sono assolutamente abbordabili e vanno da un minimo di 5,50 € per la Margherita ai 12 € per quelle più elaborate.

La Caravella Beach Club. 7a Fermata, Lungomare Poetto. Cagliari. Tel. +39 329 6837266

6. Sax Beach

Con il Sax Beach entriamo sul Lungomare del Golfo: il golfo è quello di Quartu Sant’Elena, Quartu in breve, ideale prosecuzione del Poetto di Cagliari, e particolarmente vivace per la movida notturna. Arrivare in auto la sera potrebbe essere una vera impresa quando inizia la bella stagione, tanti sono i concerti e le serate a tema organizzate dagli stabilimenti del luogo. Molto meglio arrivare direttamente al mattino o al primo pomeriggio, godersi il sole e magari restare a cena.

La cucina del Sax Beach è aperta tutti i giorni a pranzo e cena e offre un bel banco di pescato fresco da cui si può scegliere cosa mangiare. I prezzi ovviamente variano in base alla quantità e alla qualità del pesce che finisce nei singoli piatti, ma per fare qualche raffronto, uno spaghetto con le arselle costa 11 €.

Mentre per un fritto misto – composto da calamari, gamberi, paranza e verdure – se ne spendono 18.

Sax Beach. Viale Lungomare del Golfo, Quartu Sant’Elena (Cagliari). TEl +39 347 3777710

7. Jinny Beach

Poco distante rispetto al Sax Beach, troviamo il Jinny Beach. Rispetto al versante cagliaritano, i chioschi di Quartu non hanno dovuto sottostare a limitazioni, né edilizie tanto meno gestionali: le soglie di tolleranza della musica notturna si ampliano fino all’alba, e questo ha fatto sì che da questa parte del litorale siano concentrati i locali più trendy. Il Jinny è uno di questi: look total white per lettini e gazebo con tende svolazzanti che fanno tanto Riviera.

Il beach & restaurant bar è aperto dalle 8:00 alle 2:00, si inizia dalla colazione del mattino con cappuccino o centrifugato di frutta e verdura, mentre per il pranzo l’offerta prevede  piatti veloci e freschi, insalate e taglieri, con alcune proposte vegane, e comunque con ingredienti il più possibile a km0. Aperitivo nell’American Bar e cena a pochi passi dal bagnasciuga completano una giornata perfetta.

I costi sono in linea con la location: per un aperitivo accompagnato da un piccolo tagliere di rinforzo con salumi e formaggi si spendono dai 7 ai 12 € a seconda del cocktail scelto; per una cena completa (primo, secondo, caffè e calice di vino) il prezzo si aggira dai 30 ai 40 €. 

Jinny Beach. Viale Golfo di Quartu, Sant’Elena (Cagliari). Tel. +39 340 245 7283

8. Frontemare

Total white è anche la scelta del Frontemare, stabilimento piccolo ma molto curato ed elegante. L’area dei gazebo è attrezzata con lettini in vimini e tavolino basso, che durante le serate diventano tanti privé in riva al mare, dove riprendersi dalla pista da ballo. La cucina del ristorante, nelle mani dello chef Marcello Putzu è operativa ininterrottamente dalle 12 a mezzanotte, e promette di regalare esperienze sensoriali complesse, mentre la missologia è appannaggio del Lounge Bar, dall’aperitivo a notte inoltrata.

I prezzi sono in linea con l’ambiente: un business lunch con due piatti, bevande escluse, costa 20 €, l’aperitivo sta intorno ai 15 €, per una cena completa si spendono tra i 40 e i 50 €.

Frontemare. Viale Lungomare del Golfo 150, Quartu Sant’Elena (Cagliari). Tel +39 392 7983163

9. Blue Sky

Semplicità e genuinità sembrano essere la chiave per inquadrare il Blue Sky, stabilimento balneare di impronta classica, con annesso ristorante di cucina marinara. Poche concessioni a mode e tendenze di impiattamento e abbinamenti; gli ingredienti protagonisti di questa cucina sono evergreen: polpo, crostacei, cozze, pesce azzurro e gli immancabili ricci, che prendono via via la forma di polpettine, intingoli e zuppette, insalate e grigliate.

Con un po’ di fortuna si riesce anche ad assaggiare le orziadas, le anemoni di mare che da queste parti si cucinano insemolate e fritte. I prezzi sono un po’ più bassi rispetto ai ristoranti di mare della zona, ma si aggirano comunque intorno ai 30 € a persona per un antipasto, un piatto, acqua vino e caffè.

Blue Sky, Viale Lungomare del Golfo, Quartu Sant’Elena (CA). Tel +39 3389721415

10. Le Due Torri

Il nostro itinerario si conclude alle Due Torri, stabilimento con ristorante annesso, che all’apparenza non emerge, soprattutto rispetto ad altri con velleità più glamour, ma che merita una visita per la qualità della cucina. Non particolarmente modaiola, azzarda però qualche abbinamento inconsueto, come i topinambur con i ricci, il risotto con gorgonzola di capra, frutti di bosco e nocciole, o ancora i culurgiones con i ricci invece che i classici spaghetti.

Cucina locale non solo di mare, che comunque non manca nella configurazione  (tipica per il posto) arselle-polpo-ricci, ma che non disdegna la carne, e i dessert come le sebadas accanto ai classici dolci al cucchiaio. Per un pasto composto da primo, secondo, acqua vino e caffè si spendono intorno ai 30 € a persona.

Le Due Torri, Viale Lungomare del Golfo, Quartu Sant’Elena (Cagliari). Tel +39 347726 1456