Dopo le incursioni di Magna Roma a Trastevere, Ostia, Monteverde, Ostiense, eccoci al Pigneto: potrete bere bene, mangiare anche una golosa tonda con impasto di pane pizza. E poi ci sono la carbonara di Dolciotti, i cocktail di Spirito, lo street food di Premiata Panineria, le musiche di Klang e il tartufo pregiato (ma accessibile) di Bosco.

1. Spirito

Si tratta di uno degli speakeasy più apprezzati di Roma, che propone cocktail realizzati con sciroppi homemade e oltre duecento etichette di distillati. Da Sfumature di Martini (Martini Riserva Speciale Rubino e Ambrato, Martini Riserva Speciale Bitter, velluto di zenzero, top soda all’ibisco, Schweppes Heritage) ad altri cocktail, i prezzi sono tra i 9 e i 10 €.

Spirito. Via Fanfulla da Lodi, 53. Tel. +39 327 2983900. Chiuso il martedì.

2. Pigneto 1870

Buon ristorante di quartiere e creatura di Andrea Dolciotti che lo intitola con l’anno di costruzione del palazzo che lo ospita, nonché della fondazione del quartiere. Il menù è stagionale e ci sono due degustazioni: la prima, “origini dello chef” (38€), prevede tartare di manzo, gelato alla mela verde e senape, (una buona) carbonara, diaframma con funghi e fichi e un dessert a scelta, mentre per 42€ i commensali scelgono un antipasto, un primo, un secondo e un dolce. Tra gli antipasti, non perdete le animelle di vitella con cavolfiore, birra stout e gamberi rossi (15€) o il cuore di manzo con carciofi e neve di pecorino (13€). Tra i secondi trovate anche la pajatina d’agnello… ma con lattuga di mare (19€).

Pigneto 1870. Via del Pigneto, 25. Tel. +39 06 7021401. Chiuso domenica.

3. La Santeria

Pizzicheria e bistrot o, meglio, vineria con cucina. L’idea nasce dalle menti di Gioia Di Paolo e Alessandro Cignetti circa dieci anni fa, ma è solo nel 2013 che aprono il locale dall’arredamento gradevolissimo: ci sono specchi inglesi, foto di famiglie, porcellane di grande valore. I vini sono italiani, francesi, ma anche portoghesi, tedeschi e via dicendo. Tutti, però, naturali al 100%. Da mangiare ci sono formaggi e salumi d’alta qualità (15€ il tagliere misto) ma con un po’ di fortuna anche le ostriche fornite da Corrato Tenace, piatti caldi che fanno la gioia di chi apprezza la cucina di casa come di chi ama il tocco d’originalità. Non male la trippa a 8€.

La Santeria. Via del Pigneto, 213. Tel. 06 64801606. Sempre aperto.

4. Bosco – Officina del Tartufo

Ha aperto solo pochi mesi fa quest’angolo dai sapori montanari provenienti dall’Abruzzo che propone specialità da mangiare rapidamente sui pochi tavoli disponibili. Il tartufo diventa pret a manger grazie a crostoni golosissimi che vanno dagli 8 ai 12 €: tra i più interessanti ci sono quello di pane artigianale con crema di patate arrosto, uovo e tartufo e il burger di tartare di manzo, stracciatella di tartufo e cavolo viola. Ci sono anche sfizi, come il granturco grigliato, camomilla, sale nero vulcanico e ovviamente tartufo (6€).

Bosco. Via Macerata, 8/C. Tel. +39 06 7018134. Chiuso il lunedì.

5. Premiata Panineria Pigneto

Lo street food del Pigneto è quello della Premiata Panineria (sì, il localino che nasconde Spirito in alto alla classifica). A patatine e panelle siciliane si accompagnano a hot dog, burger (5,50 – 11 € a seconda della dimensione e della tipologia), cartocci di mare dai 5 ai 12€. Ci sono anche dolci espressi a 3.50€.

Premiata Panineria Pigneto. Via Fanfulla da Lodi, 53. Tel. + 39 06 45502362. Chiuso il martedì.

6. Sant’Alberto

Ecco il locale che ha aperto i battenti in seguito alla chiusura di Primo. Si tratta di una pizzeria e liquoreria che propone quattro tipi d’impasto: napoletano, romano, integrale, pizza pane. Quest’ultimo è sofficissimo, alto, avvolgente e goloso, perfetto per ingredienti come pastrami, stracciatella di burrata, lingua di bovino, hummus, formaggi, roast-beef. L’aperitivo con cartoccio di pizze fritte e drink sta a 6€, 5 se invece ve lo portate via. Gli antipasti sono arancino broccoli e ‘nduja o supplì, anche all’amatriciana, entrambi a 2.50 €, bruschette, timballi. Le pizze, dalle classiche alle gourmet, partono da 5.50 € per una marinara.

Sant’Alberto. Via del Pigneto 46. Tel. +39 06 7013827. Sempre aperto (sabato e domenica anche a pranzo).

7. Klang

Nuovo indirizzo che entra tra i migliori 10 anche un po’ per incoraggiamento: non aspettatevi di fare la cena della vita, insomma, ma qui l’esperienza è quella di cenare e ascoltare musica contemporaneamente. Molta elettronica, ma anche altri generi, con una ricerca artistica pazzesca. Da mangiare ci sono mini-pizze e burger e bun (nella media), fritti e (ben riuscite) jacket potatoes: quella con pollo sfilacciato, gorgonzola e cipolla (7€) è “zozza” quanto buona.

Klang. Via Stefano Colonna, 9. Sempre aperto.

8. Na Cosetta

Indirizzo di quartiere noto in tutta Roma per le serate musicali accompagnate da piatti. Qui vengono gli appassionati di musica del Pigneto, insomma. Ha da poco lanciato “‘na cosetta mondiale”, cioè un nuovo menù fatto di contaminazioni e food pairing con cocktail che permette di provare qualcosa di originale come le potato cup, patate a dadini, cotte in padella e condite come se fosse pasta o le polpette ubriache ai gusti di Bloody Mary, Bolino caipirinha, Del Capo che non ci hanno però convinti molto, mentre succulenti sono gli gnocchi del giovedì: al forno con pomodoro e mozzarella. I dolci sono della pasticceria De Bellis. Un’altra novità è il Gran Gourmettier: percorso di 12 assaggi sotto forma di tapas, ideale per un tavolo di 4-5 persone. Per un pasto si spendono in media 20-30 € a persona.

Na cosetta. Via Ettore Giovenale 54/A. Tel. +39 06 45598326. Sempre aperto (sabato e domenica anche a pranzo).

9. La Santeria di Mare

Abbiamo provato a unire questo locale col precedente, ma proprio sono due cose diverse. Qui l’attenzione è nei confronti delle ricette capitoline di pesce che rivivono in un ambiente curato. La zuppa d’arzilla con broccolo romano farà la gioia dei puristi della tradizione, come anche le specialità provenienti dalla “salumeria di mare”: i taglieri, qui, sono con prosciutto di pesce spada che viene accompagnato con pizza e fichi (15€) o con la ‘nduja (12€) e la porchetta di tonno (12€). Ma ci sono anche i crudi, secondo pescato del giorno. Goduriosi i ravioli all’arrabbiata di Mauro Secondi su salsa di peperone affumicata crudi di spada e peperone crusco.

La Santeria di Mare. Via del Pigneto, 209. Tel. +39 06 89230730. Sempre aperto (domenica anche a pranzo).

10. Necci dal 1924 e Rosti

Siamo stati indecisi fino all’ultimo sull’inserimento in guida di questi due locali che non eccellono in gusto e qualità ma che sono indubbiamente punti di ritrovo che quotidianamente fanno uscire dai propri appartamenti tanti giovani universitari che abitano la zona (e non solo). Insomma: se quel che cercate non è il pasto della vita, ma cercate locali con un po’ di movimento e che propongono un aperitivo nella media (si può anche continuare per il pasto vero e proprio) ecco qui, questi sono i più vivi nel quartiere.

Necci dal 1924. Via Fanfulla da Lodi, 68. Tel. 06 9760 1552. Sempre aperto.
Rosti. Via Bartolomeo d’Alviano, 65. Tel. +39 06 275 2608. Sempre aperti (sabato e domenica anche a pranzo e per il brunch).

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui