Manca solo l’ufficialità, ma i ben informati dicono che è cosa fatta.

Vincenzo Guarino, lo chef che ha conquistato nel 2017 la stella Michelin al ristorante Pievano del Castello di Spaltenna a Gaiole in Chianti, lascia la Toscana.

La destinazione è il Lago di Como, nel ristorante del rinnovato Mandarin Oriental, lussuoso cinque stelle ubicato a Blevio.

Mandarin Oriental Hotel Group ha rilevato a fine luglio 2018 il CastaDiva Resort & Spa il cui ristorante era stato affidato alla consulenza di un altro chef della Campania, anzi della Costiera Sorrentina, Gennaro Esposito del bistellato La Torre del Saracino.

Il gruppo Mandarin Oriental, già forte delle due stelle Michelin Antonio Guida al Seta di Milano (annoverato tra i migliori due stelle della Penisola), ha cambiato il nome alla struttura che si affaccia sul lago e ambisce a conquistare il macaron.

All’hotel dotato di una spa di 1.300 metri quadri manca l’astro in grado di richiamare con maggiore forza gli appassionati di gastronomia.

Vincenzo Guarino avrà a disposizione una squadra di circa 25 collaboratori che dovranno gestire il ristorante con annessa terrazza sul lago, con vista impareggiabile per le cene all’aperto durante la bella stagione. C’è anche il punto di ristoro aperto tutto il giorno che ha offerto fino alla chiusura invernale un menu italiano e alla griglia con pesce di acqua dolce e carne nonché la pizza.

Un piatto che Vincenzo Guarino apprezza e che ha fatto parte dell’offerta del Castello di Spaltenna anche con serate dedicate (tra i pizzaioli ospiti, Giuseppe Pignalosa).

Il Mandarin Oriental Lago di Como va anche fiero del bar “che rievoca gli anni ‘60” e “offre lo scenario ideale per gustarsi i cocktail della casa in riva al lago”.

Allo chef, autore del libro La cucina creativa mediterranea edita per i tipi di Alesandro Polidoro in finale per il Gourmand World CookBook Awards 2019 di Parigi, sarebbe stata data carta bianca per rivoluzionare il ristorante proprio con l’obiettivo di conquistare la stella Michelin nel giro di tre anni.

Riuscirà Guarino a fare un nuovo centro dopo il percorso al Castello di Spaltenna?

Da primavera, al termine dei lavori di ristrutturazione, ne sapremo di più.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui