Milano. Calendario e mappa delle riaperture di ristoranti e pizzerie

Dal 18 maggio ristoranti, trattorie e pizzerie possono riaprire. Ecco la guida per conoscere i luoghi e le date delle riaperture a Milano

Tempo di lettura: 12 min

Lunedì 18 maggio: data fatidica e attesa, soprattutto dai ristoratori tutti, ma anche dai clienti, per tornare a sedersi nei ristoranti, nelle pizzerie e nelle osterie, ai chioschi e nei lounge bar. Per festeggiare – con le dovute cautele – la ritrovata libertà, per quanto prudente e parziale.

Le aperture comunque non sembrano indiscriminate: eccovi un primo elenco di ristoranti più o meno blasonati o popolari che hanno comunicato la loro data di riapertura. Qualcuno è già pronto, qualcun altro sta lavorando – c’è chi aprirà a giugno, chi a settembre, e chi non ha ancora deciso.

L’elenco è in aggiornamento: per le vostre segnalazioni è attivo l’indirizzo info@scattidigusto.it.

La guida alle riaperture dei locali a Milano

Al Mercato  Eugenio Roncoroni interno

Al Mercato, via Sant’Eufemia

Per il momento Eugenio Roncoroni prevede di riaprire il suo locale, metà (piccolo) ristorante e metà (piccola) hamburgeria, solo la sera, con un menu che cambia tutti i giorni, e che prevede anche hamburger e street food. Sarà tuttavia aperto al pubblico solo il lato ristorante, con la possibilità di prendere un aperitivo al banco esterno al locale. Roncoroni sta tuttavia pensando anche a nuovi progetti.
Aperto da martedì 19 maggio.

All’Origine, via Lamarmora

Il giovane ristorante di via Lamarmora apre da martedì 19 maggio a pranzo e a cena.

Armani, via Manzoni

Due dei ristoranti nel palazzo/hotel di Giorgio Armani per il momento rimangono chiusi – Armani Ristorante, Nobu Milano. Invece Emporio Armani Ristorante riapre il 20 maggio.
[Aggiornamento: tutti e tre i locali di Armani sono aperti]

bu:r ristorante Eugenio Boer sala

[bu:r], via Mercalli

“Stiamo lavorando per ritornare a goderci la bellezza del nostro lavoro e la magia delle serate in vostra compagnia all’insegna della buona tavola. Non sará tutto diverso, sarà un nuovo modo di affrontare questo cambiamento insieme.”

Canteen, via Archimede

Il ristorante messicano di Luca Guelfi, grazie al suo giardino, riapre il 20 maggio, ma i primi due giorni sono già prenotati. “Canteen apre. Con il massimo delle attenzioni e precauzioni possibili. Vieni per un aperitivo, una cena o un dopocena.. i tavoli sono in giardino, all’aria aperta. La magia, l’atmosfera, le candele, il verde, la musica, il cibo messicano, i cocktails….. è tutto come lo avevi lasciato. Non è cambiato niente. Anzi, una cosa l’abbiamo modificata. Abbiamo deciso, sapendo del momento economico difficile che stai passando, di abbassare i prezzi. Ma con la stessa passione, qualità e professionalità di sempre. I posti disponibili non sono tanti.”

Carico, via Savona

Carico ha riaperto, con coperti dimezzati. La prenotazione è suggerita, turni e priorità andranno a chi cena piuttosto che a chi vuole fare un semplice aperitivo. Si sta valutando la possibilità di un dehors. Pagamenti preferibilmente contactless.

Casa Lucia, via Ravizza

Il ristorante di cucina italiana ormai storico di via Ravizza riapre i battenti a partire da giovedì 21 maggio, sia all’interno che nel dehors. A giugno partirà il servizio delivery.

Ceresio 7, viale Ceresio

Il ristorante con piscina in cima al palazzo DSquared aprirà il 20 maggio. C’è anche un orario: le 18.30. “Abbiamo molte novità che annunceremo nei prossimi giorni sui nostri canali social, tra cui una nuova sistemazione dei tavoli con distanze più che rispettate e grande sicurezza.”

Cittamani, piazza Mirabello

Il primo ristorante di Ritu Dalmia a Milano ha scelto di riaprire al pubblico a partire da giovedì 21 maggio. Due menu a disposizione dei clienti, uno per il pranzo e uno per la cena. Il lunch vedrà protagonisti il classico Thali indiano e una scelta di “nannini rolls”. Per la cena iil menu è stato rivisto in base alla stagione, ma con i piatti più apprezzati dei menu precedenti, insieme ad alcune nuove proposte. Continua il servizio di delivery. Inoltre è in preparazione uno spazio esterno.

CotolettaMi, via Sciesa

CotolettaMi, ristorante specializzato sulla vera Cotoletta alla Milanese in zona Cinque Giornate, è riaperto dal 18 maggio, a pranzo e a cena, 7 su 7.

Il dehors del ristorante bistrot di Carlo Cracco a Milano aperto per asporto

Cracco Ristorante in Milano, Galleria Vittorio Emanuele

Il ristorante di Carlo Cracco aprirà presumibilmente lunedì prossimo 25 maggio – giusto il tempo di uniformarsi alle direttive più aggiornate. Me lo confermano al Bistrot, dove ho preso un caffè e un’ottima brioche.

Crosta Milano via Bellotti tavolo rotondo

Crosta, via Bellotti

La pizzeria di Simone Lombardi e Giovanni Mineo aprirà con ogni probabilità la settimana del 25 maggio.

Eccellenze Campane, via Broletto

Riapre anche il locale di via Broletto, vetrina della napoletanità a Milano.

El Carnicero

Riaprono il 21 maggio, giovedì, i due ristoranti El Carnicero in via Spartaco e in corso Garibaldi.

Enrico bartolini al mudec tavoli

Enrico Bartolini Ristorante al Mudec, via Tortona

Il ristorante con tre stelle Michelin di Enrico Bartolini riaprirà il 2 giugno.

Gelsomina, via Tenca

La pasticceria Gelsomina riapre lunedì 18 maggio.

Giacomo Milano

“Avevamo promesso che ci saremo rivisti, e lo abbiamo mantenuto: giovedì 21 maggio tutti i locali del gruppo Giacomo Milano riapriranno al pubblico. Al Ristorante Da Giacomo, al Bistrot, all’Arengario, al Caffè e in Rosticceria, troverete ad accogliervi sale rinnovate a misura di sicurezza, e la stessa atmosfera di sempre. Vi aspettiamo.”

Gialle&Co, via Volta

Il locale dedicato alle patate, Gialle&Co, apre venerdì 22 maggio, martedì/venerdì solo la sera, sabato e domenica mezzogiorno e sera (lunedì chiuso). Il locale è stato predisposto secondo le norme, e quindi è stato eliminato il tavolo social.  

Globe Restaurant, piazza Cinque Giornate

La riapertura del Globe Restaurant & Cocktail bar è annunciata dal patron Bruno Marsico: “Ci siamo ritrovati in una situazione nuova, e ci siamo presi il tempo che serviva. Ma ora si delinea la ripartenza: io, Marina e chef Gianfranco abbiamo fatto crescere con passione il GLOBE per 26 anni, e non ci fermeremo adesso. Certo, ancora per un po’, vivremo una versione alleggerita del nostro lavoro. Essere normali non vuol dire essere noi tre. La nostra normalità è con il nostro staff di fiducia, che ora è a casa, ad aspettare quello che aspettiamo tutti. La prima sfida è dedicata a loro e ci stiamo attrezzando, pronti per tornare all’atmosfera che ci ha sempre fatto sentire come in famiglia.” Giorno di apertura: il 1° giugno.

Gud

Il 18 maggio hanno riaperto GUD City Life, GUD Darsena, Gud Eustachi e Vista Darsena.

Il Ronchettino, via Lelio Basso

L’Antica Osteria il Ronchettino, classe 1929, annuncia che aprirà nel mese di giugno.

Immorale, via Lecco

Il ristorante di Luca Leone Zampa ha riaperto con metà dei coperti, format solo con menu degustazione. Si consiglia di prenotare, con uno sconto di 15 € per il pre-acquisto sul sito. Suggerito il pagamento contactless. Si sta valutando la possibilità di un dehors.

Insieme Restaurant interno

Insieme, via Rasori

“L’idea è di aprire con l’inizio della prossima settimana. Useremo questa settimana per completare le procedura di riorganizzazione degli spazi e per far chiarezza su alcuni punti ancora non molto chiari.” L’appuntamento quindi all’Insieme Restaurant è per lunedì 25 maggio.

Kitchen Society, via Chizzolini

La food experience di Kitchen Society torna da lunedì 18 maggio, nelle sale interne e nel dehors. Dal lunedì al sabato a cena, da lunedì a venerdì per il pranzo, anche in formula take away o con consegna a domicilio fatta direttamente dal personale del ristorante.

La Cucina dei Frigoriferi Milanesi, via Piranesi

Il ristorante dello chef Marco Tronconi, nel complesso dell’ex-Palazzo del Ghiaccio a Porta Vittoria, riaprirà sabato 23 maggio. Con l’occasione verrà riaperto anche il dehors.

Locanda Carmelina, via Cadore

Aperta al pubblico da lunedì 18 maggio.

Manna Ristorante, piazzale del Governo Provvisorio

Dice Matteo Fronduti: “Ad oggi non so quando riapriremo con il servizio ai tavoli. Non mi piace per nulla la poca chiarezza delle norme e, sopratutto, le attribuzioni di responsabilità. Voglio aspettare fino a quando non ci sia un quadro più definito.
Quando lo faremo, non penso di utilizzare separè di sorta. Distanzieremo i tavoli perdendone qualcuno. La cosa che più mi preme è la sicurezza operativa del mio staff e comprendere i confini legislativi entro i quali si muoveranno gli organi di repressione. Non ho intenzione di aprire al macello.”

Mu Dim Sum, via Caretto

Il ristorante di Suili Zhou riapre al pubblico giovedì 21 maggio, con un orario leggermente ridotto per permettere le operazioni di sanificazione: 12-15 e 19-23. Lo spazio è stato disseminato di colonnine per permettere ai clienti di igienizzare le mani ed è stata messa in atto un’attenta ri-disposizione e riduzione dei tavoli.
L’accesso potrà essere permesso solo su prenotazione. Per rendere questa esperienza più semplice, lo staff di tutto il gruppo MU ha lavorato in queste settimane alla creazione di un nuovo sito web, che sotto l’indirizzo murestaurants.com raccoglie i siti di tutti i ristoranti della famiglia Zhou.

Open Colonna Milano, via Bassano Possone

Il ristorante milanese dello chef romano Antonello Colonna, in zona Cordusio, annuncia la riapertura per il 1° giugno con questo video.

Particolare Milano, via Tiraboschi

“Con un metro di distanza e senza plexiglass obbligatori possiamo ancora farcela, disponiamo di un giardino molto spazioso in una corte interna. Abbiamo deciso di lasciare ancora più spazio e privacy fra i tavoli pur dovendo dimezzare i posti a sedere. Inoltre abbiamo totalmente rinnovato l’interno di Particolare, abbellito con fiori e piante di stagione. Il nostro obiettivo è anche quello di creare un orto sospeso.” Apertura il 19 maggio.

Pasticceria Iginio Massari, Milano

La pasticceria di Iginio Massari è aperta – ci sono passato stamattina 18 maggio, anche se è un lunedì, giornata solitamente di chiusura. Alle 10 circa ero da solo, mentre consumavo il mio cappuccio e brioche sono entrate altre 3 persone. Effetto straniante, l’ho sempre vista strapiena.

Piano, viale Piave

Riapertura il 19 maggio per la piadineria e cappelleteria emiliano-romagnola Piano in viale Piave. Possibilità di pranzo in loco o da asporto (sempre con con orario 11.30-14.30). Nei prossimi giorni partirà anche il servizio di delivery nella zona.

Ristorante Andrea Berton interni ph Marco Scarpa

Ristorante Berton, via Mike Bongiorno

Lo chef Andrea Berton riaprirà al pubblico le porte del suo ristorante alle ex-Varesine per la cena del 27 maggio. Il ristorante passerà da 22 a 15 tavoli per stare larghi, ma niente plexiglass perché, oltre a essere antiestetico, con le nuove disposizioni sulle distanze si rivelerebbe inutile.

Ristorante Sadler, via Ascanio Sforza

Il ristorante stellato dello chef Claudio Sadler aprirà il 4 giugno. Nessun divisorio di plexiglass o seperè, solo una maggior distanza fra i tavoli, e quindi qualche tavolo in meno.

Sakeya, via Cesare da Sesto

Ha già aperto anche Sakeya, con i coperti che si sono ridotti a 12 – meno della metà. Aperto con lo stesso format, aggiungerà il servizio pranzo (prima erano chiusi) con una formula light. Suggerito il pagamento contactless.

Shambala, via Ripamonti

Il ristorante thailandese Shambala in via Ripamonti aprirà il 19 maggio.

Spica Restaurant, via Melzo

Il ristorante di Ritu Dalmia con Viviana Varese riaprirà il servizio ai tavoli lunedì 25 maggio. Da mercoledì 20 maggio è attivo il servizio take away, che proseguirà anche dopo la riapertura al pubblico, mentre il delivery resterà affidato allo staff di Cittamani. 

Sulle Nuvole, via Garigliano

“Ci siamo interrogati molto su cosa fosse giusto in questo momento e, come molti dei nostri colleghi, abbiamo deciso di aprire solo quando davvero saremo pronti ad accogliervi con la tranquillità che meritate e che desideriamo per tutti noi. Ci sentiamo ancora di più abbandonati al nostro destino da un paese che fornisce informazioni fuorvianti e frettolose a poche ore dal momento in cui verrà concessa la riapertura. Ma non ci piegheremo e saremo più forti di prima con il vostro aiuto.” Il rstorante aprirà mercoledì 20 maggio.

Terrazza Triennale, viale Alemagna

Riapertura con distanze fra i tavoli e presidi sanitari da giovedì 21 maggio.

Tokuyoshi, via San Calocero

Il ristorante stellato di Yoshi Tokuyoshi a Porta Genova riaprirà soltanto a settembre; è tuttavia attivo il suo servizio di delivery, la Bentoteca. “La nostra offerta si basa per il 50% sul cibo e per il restante 50% sull’esperienza,” ha dichiarato Tokuyoshi al Gambero Rosso. “Se viene a mancare quest’ultima – vuoi per l’utilizzo di mascherine vuoi per un’atmosfera tutt’altro che rilassata – non mi sembrava giusto mantenere i prezzi di prima. Ma al tempo stesso quei prezzi sono necessari per una sostenibilità economica.” Da qui la decisione di rinviare a settembre.

Trattoria Arlati, via Nota

La Trattoria Arlati, locale “storico” in attività dal 1936 in zona Bicocca, ha riaperto, naturalmente nel pieno rispetto delle ultime normative.

Trattoria del Nuovo Macello, via Lombroso

Giovanni Traversone riapre la sua Trattoria del Nuovo Macello il 21 maggio.

Trippa, via Vasari

Per il momento Trippa non riaprirà.

Wicky's Cuisine banco

Wicky’s, corso Italia

Il ristorante di Wicky Pryian all’inizio di corso Italia, Wicky’s Innovative Japanese Cuisine, aprirà a giugno. Wicky ha intenzione di proseguire con il “fine dining” solo nella sala bancone in fondo, e ha intenzione di ricominciare ospitando solo 2 persone alla volta, su prenotazione, per offrire solo menu degustazione. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui