pizzerie bestemmia Porco Cracovia

Queste due pizzerie e le loro pizze sono una bestemmia inaccettabile

Il nome di due diverse pizzerie è una bestemmia. Succede a Lleida, in Spagna, e a Cracovia, in Polonia, due paesi profondamente cattolici

Notizie

Pizzerie che scelgono come nome una bestemmia. Non ci avrei mai pensato – forse bisogna essere dei geni malefici, andati a male però, del marketing, per arrivarci.

Leggo la segnalazione di Giustino Catalano sulla sua pagina Facebook: c’è questa pizzeria spagnola di Lleida, in Catalogna, che ha scelto come nome una bestemmia: si chiama Porco *io.

Ovviamente, non ci ho creduto, nonostante le foto – che burlone questo Catalano, che crea anche le immagini a sostegno della sua bufala. Vado a controllare… porc(a miseria), Porco *io c’è.

Anzi, le pizzerie con bestemmia sono due: oltre alla pizzeria spagnola, che non è presente su Facebook, ma solo su Instagram, ce n’è anche una a Cracovia. Questa però la si può trovare su Facebook. Stesso nome.

pizza aglio verde

Allora: possiamo comprendere, non giustificare, la bestemmia estemporanea, tipo il mignolino che sbatte nel comodino, o il piede nudo che calpesta il mattoncino di Lego. O per deprecare la morte di uno dei tanti personaggi che muoiono in Breaking Bad (l’ho visto, giuro!). Ma un nome di pizzeria che è una bestemmia..

Prendersela con la divinità è una reazione comprensibile, “porco Lego” non suona altrettanto efficace. Ma non si dovrebbe fare a prescindere, per una forma di rispetto verso un credo religioso condiviso da milioni di persone, che lo si condivida o meno.

Vale per ogni forma di credo religioso: no Porco Zeus, così come Porco Baal, Porco Zoroastro o chi volete voi. Senza considerare se si crede o meno nello zoroastrismo, o nell’Olimpo.

Quello che stupisce è anche la geolocalizzazione di queste due pizzerie con bestemmia: Spagna e Polonia, vale a dire due nazioni profondamente cattoliche. Si potrebbe quasi pensare a una reazione anti-religiosa, ma francamente è proprio tirata per i capelli.

La pizzeria con bestemmia spagnola: Porco *io a Lleida

pizzerie e bestemmia

Il logo della pizzeria, oltre la bestemmia, comprende la dicitura “Vermut e pizza”, mentre il sito si apre sulla scritta “In Pizze we Trust”. Bello – è lo stesso slogan di Seu Pizza Illuminati a Roma, ma anche della catena Briscola a Milano, caduta sul fronte Covid-19.

Il sito e la pagina Instagram sono molto orientati al marketing, al target giovanile e così via. Non mancano le indicazioni tecniche: pizza in stile napoletano, 72 ore di lievitazione. “La masa fina, redonda, suave y con los bordes altos…”

Il problema di questa pizzeria, oltre la bestemmia, sono – anche – i nomi delle pizze. Vaffanculo, Cretino, Maiale (una pizza con il pollo), Ca**ata, Cogl**ne, Mad***a santa, Testa di ca**o.

Da segnalare anche due pizze “al femminile”, Zo**ola e Baldra**a. Non c’è da stupirsi, vero? Mentre stupisce (sarà un errore?) l’assenza di epiteti rivolti al mondo LGBQT eccetera.

pizzerie e bestemmia

E poco importa se il sito riporta che la bestemmia non si pronuncia né nelle pizzerie né altrove.

Valutazioni online: 4,5 su TripAdvisor (95 recensioni, #12 di 386 ristoranti a Lleida).

La pizzeria fa parte del Grupo Canalla (altri ristoranti: La Capital, Cantamanyanes, Kanichi Street)

La pizzeria con bestemmia polacca: Porco *io a Cracovia

pizzerie e bestemmia

In Polonia la pizzeria con bestemmia si trova a Cracovia – che è la città di cui fu arcivescovo papa Giovanni Paolo II. Non voglio attribuire significati particolari a questo dato, per carità – lo segnalo come curiosità.

Il sito della pizzeria non funziona – qui forse non arrivo a una bestemmia, ma un “porca miseria” ci sta. La pagina Instagram, dove si parla di ghost kitchen, è ferma a sei mesi fa. Poche notizie, assente da Tripadvisor.

Su Facebook un vecchio menu comprende 5 pizze; i prezzi vanno dai 31 ai 43 złoty (dai 7 ai 10 €).

Valutazioni online: 4,3 su Google.

I problemi con i nomi dei locali

Se è la prima volta che registriamo un nome di pizzeria che è una bestemmia, ci è già capitato di segnalare insegne con richiamo onomastici poco felici.

Ricordiamo una catena di ristoranti spagnola, Mafia – “La mafia se sienta a la mesa” (La mafia si siede a tavola). Con tanto di interrogazioni parlamentari, e, a quanto ci risulta, un nulla di fatto.

L’italian sounding produce brutti effetti.

  




Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.

Tags:
pizza