Ditta artigianale

Caffè a 2 €: 5 domande per il cliente che ha chiamato la polizia

Firenze: multate il cliente che ha chiamato la polizia per il caffè a 2 €, non il barista. No ai babbei nei bar come Ditta Artigianale

Notizie

Il caffè a 2 € è costato a Francesco Sanapo, titolare di Ditta Artigianale a Firenze, torrefazione con 4 raffinati bar in città, una multa da 1000 €

Vi sento. 

State dicendo che i vigili hanno comminato la multa perché il prezzo non era esposto al banco ma presente nel solo menù digitale con il Qrcode. Il caffè a 2 €, insomma, non c’entra. 

Invece il punto è proprio questo. Non una legge tardo borbonica e quindi abbandonata nei fatti (se tutti i bar che non espongono il prezzo del caffè al banco venissero multati apriti cielo).

Il cliente ha chiamato la municipale perché infastidito dal costo eccessivo del caffè, 2 € al banco, appunto. Solo dopo i poliziotti hanno multato Francesco Sanapo perché in Italia è obbligatorio esporre al banco il prezzo di tutte le consumazioni.

Ma come si fa a chiamare la polizia perché in un locale a 100 metri da Ponte Vecchio, che serve con mille attenzioni solo chicchi esotici, un caffè, anzi un decaffeinato, costa 2 € invece di 1,30 €.

Il cliente populista dovevano multare, non il barista.

E lo dovevano multare per deleteria ignoranza sociale, un virus purtroppo contagioso.

A te, cliente chiamatore di gendarmi per il caffè a 2 €, avrei qualche domanda da rivolgere.

Multa a Ditta Artigianale per il caffè a 2 €
Francesco Sanapo mostra la multa che Ditta Artigianale ha ricevuto dalla polizia municipale di Firenze

1 – Prima di entrare in un bar non guardi com’è?

I bar fiorentini di Ditta Artigianale sono belli. Francesco Sanapo, nel 2021, ha recuperato l’ex monastero di Sant’Ambrogio per ambientare la caffetteria dove hai chiamato la polizia.

Ma puoi essere così ignaro del vivere nel mondo da non guardare neanche dove vai a prendere il caffè?

2 – Sai catalogare un bar?

Ognuno di noi fa un esercizio prima di entrare in un esercizio pubblico, che sia un ristorante, un bistrot o un bar. Lo cataloga mentalmente.

Questo ristorante è a buon mercato. Il bistrot ha l’aria di essere costoso. Il bar mi sembra fighetto, magari il caffè lo vendono a 2 €, meglio evitare. Ognuno di noi sì, ma tu, evidentemente, no. 

3 – Sei consapevole che in un bar specializzato pagherai più che alla macchinetta?

Già il fatto di entrare in un bar come quello e chiedere un decaffeinato, insomma. Comunque, ognuno ha i suoi gusti.

Ma se spendere 2 € per il caffè invece di 1,30 € ti preoccupa tanto, perché non hai chiesto il prezzo prima di chiedere il decaffeinato?

4 – E se non vuoi spendere perché entrare? 

Ditta Artigianale a Sant’Ambrogio si trova in una zona in cui non mancano certo i bar. Ce ne saranno una decina nel raggio di poche centinaia di metri dove il caffè costa meno di 2 €.

Guardiamoci negli occhi tu e io, cliente sparagnino. Se sei un forte risparmiatore, per così dire, non entrare in un bar fighetto dove la professionalità si respira in ogni dettaglio.

5 – Conosci il valore di una miscela messicana? 

Francesco Sanapo è un guru del caffè, un alchimista del chicco. Ecco, il chicco del tuo decaffeinato proviene dal Chiapas, in Messico.

Il barista, poi, ci mette la ricetta: tostatura e correlazione tra peso del caffè macinato e quello estratto. Ti ricordo che Sanapo è stato 3 volte miglior barista d’Italia.

Pochi giorni fa Il Financial Times ha inserito Ditta Artigianale tra le 30 migliori caffetterie del mondo. Ma tu chiami la polizia per il caffè a 2 €. 

La realtà è che i bar dovrebbero essere vietati ai clienti babbei. E se entrano per sbaglio: multa!