Gelato a Milano. Lo sai che Bastianello compete con Grom in quantità?

Le belle giornate sono qui, lunghe e sempre più calde. Ancora qualche giorno e il 20 giugno è solstizio d’estate. Finalmente è tempo di gelato!!

La ricerca a Milano sarà lunga e caloricamente dispendiosa, ma con un intero team a disposizione riusciremo a proporre qualche indirizzo interessante, promesso.

Cominciamo dal locale che non ci si aspetta, niente catene famose per il momento (ma diremo la nostra anche su quelle), personalmente vorrei partire da una pasticceria.

Ore 13, voglia di dolce, niente salato. Bastianello è lì a due passi da me e dal centro (da San Babila per essere più precisi). Pasticceria ben frequentata dalla colazione all’aperitivo grazie rispettivamente alle sue sfoglie e alle sue creazioni sfiziose, sembra sia abbastanza sconosciuta come gelateria.

Saranno i prezzi piuttosto alti a spaventare gli avventori, 3 euro cono e coppetta piccoli, 3.50 euro il medio, 4 il grande (1 euro l’aggiunta di panna), ma la quantità è ben superiore rispetto al tanto decantato torinese che inizia per G e finisce per Rom. Gusti piuttosto classici ma dall’egregia realizzazione, su tutti le creme, frutta secca ed il sorbetto al cioccolato: ecco allora la stracciatella con un’equilibrata quota di cioccolato a scaglie croccanti, il miele e pinoli, la mandorla, il pistacchio, il torroncino, il maggiolino (fior di panna e fragoline di bosco) e lo yogurt (quelli provati). Poi zuppa inglese, fragola, limone, lampone, misto bosco. Buona la struttura, delicata scioglievolezza, insomma un gelato che soddisfa.

Pasticceria Bastianello. Via Borgogna, 5 20122 Milano Tel. +39 02 76317065



13 commenti su “Gelato a Milano. Lo sai che Bastianello compete con Grom in quantità?

  1. Per questa Milano da leccare, forse potevate iniziare da qualcuno più conosciuto. Ma è gelato artigianale, semi-artigianale o finto artigianale? Industriale non sarà mai 8)

    • Non capisco se fai dell’ironia dicendo che si poteva cominciare da qualcuno più conosciuto. A parte che Bastianello è famosissimo, ma perchè dover parlare dei soliti noti? Credo che chi vive in una città abbia l’obbligo morale di far conoscere posti meno conosciuti ma non per questo meno buoni.
      Cosa doveva fare il Formenti? Andare da Grom e dire che è molto sopravvalutato? O da Choco cult ed elencarci tutte le varianti di cioccolato in vendita? Bel divertimento!
      Per quanto mi riguarda, spero che Formenti faccia una capatina nella nuova Gelateria di Porta Romana, ho mangiato un gelato alla ciliegia squisito e da Misciolgo in Bovisa che compete se non addirittura supera Il Massimo del Gelato.

      • Non ti funziona l’aria condizionata per caso?

        Mi sono meravigliato che un tour del gelato parta da un poco noto quando bisognerebbe fare flame e parlare dell’ero in più necessario per la panna di Grom. E non sai che non esiste più il gelato industriale ma solo quello artigianale preceduto da un qualche cosa?

        E sì, era ironico. A proposito, conosci la Ciribiciaccola?

        • Non ho l’aria condizionata perchè la considero uno spreco a danno dell’ambiente. Dici che ne risento mentalmente? :)
          Comunque, sono convinta che sia del tutto inutile continuare a parlare di Grom, meglio mettere in luce posti dove fanno un buon gelato artigianale (conosco benissimo le differenze con quello semi artigianale e quello industriale: anche se, ogni tanto, in ufficio, mi prendo il Cucciolone dalla macchinetta non sono del tutto avulsa dal contesto): l’educazione alimentare si fa, giustamente, parlando di quello che non va ma, credo, soprattutto proponendo valide alternative. Grom è un brand, ne parlano tutti, lo star system lo celebra, a che serve dire che la panna costa 1 euro in più? Le persone che si fanno condizionare dai brand sono disposte a pagare di più, è una logica schacciante di marketing.
          Inoltre, come prodotto non è che faccia schifo …

          Non conosco la Ciribiciaccola, ci prendiamo un gelato assieme? ;)

        • Per rispondere a “mi vien da ridere”, conosco la ciribiciaccola, ottima gelateria!!

          Da bastianello, credo che uno dei loro gusti migliori sia senza dubbio il sorbetto al cioccolato, secondo me tra i migliori di milano (ripeto, imho!)

      • “IL” Formenti é proprio milanese, mi piace :D
        Da grom non metto piede da mesi, troppi alti e bassi, troppi conisti novizi che ti danno un assaggio di gelato, troppo gelato che si scioglie in un lampo…peccato perché gli ingredienti della crema di grom mi piacevano molto.

        Come per le paninoteche ho preferito partire da locali da far conoscere, per poi passare a quelli storici o di moda.

        Ps Paola le do un’anteprima, l’articolo della Gelateria di Porta Romana è in rampa di lancio…non ho provato la ciliega ma un gusto che potrebbe stuzzicare molti golosi ;)

        Pps se ha segnalazioni interessanti mi scriva alla mail del blog :D

    • Non sono partito dai solito noti perché…insomma tutti partono dai soliti noti, volevo essere un filo originale (anche se poi non ho resistito a fare un paragone con grom) :)

      Com’è il gelato di Bastianello? Molto cremoso e “pannoso”, ho consigliato soprattutto le creme perché reputo che la frutta si trovi ad un gradino inferiore (ultimamente il lampone non mi è piaciuto).

  2. Avete mai provato il gelato naturale di CONCOREZZO -Monzae Brianza, in via dei Capitani 67? Trovo che sia strepitoso….tutto assolutamente naturale, questo ve lo assicuro!!!!

  3. Provato.
    Crema di riso: non un gran che, con chicchi di riso piuttosto crudi qua e là forse per sottolineare un sapore non eccessivamente rilevante.
    Maggiolino: gradevole, buono, niente di più.
    Devo tornarci, provare altro.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WP-SpamFree by Pole Position Marketing