Come immaginate il Natale web 2.0? (Video imperdibile)

Notizie

Natale-1971L’idea di raccontare il Natale con un docu-film partecipativo come quello lanciato in rete da Antonietta De Lillo e Marechiaro è un’operazione divertente e che restituirà l’immagine delle feste nelle case degli Italiani in un arco di tempo che speriamo sia abbastanza lungo (e qui la voglia di vintage tecnologico per masterizzare super 8 e filmini ante cellulare e schede di memoria dovrà essere forte).

La ricerca che va indietro a cogliere quelle immagini in stile La meglio gioventù o il recentissimo Romanzo Criminale la serie scendendo lungo gli anni 80, 70, 60 è un aspetto che spesso viene bollato come insicurezza dello stato attuale e paura del futuro. Ci si rifugia nelle pieghe della memoria per trovare il calore.

annunciazione-iphone-1

E allora guardiamo al futuro e questo video (in alto) della portoghese excentric cliccatissimo in queste ore. Ecco il Natale prossimo venturo come sarebbe stato se invece dell’anno zero fosse avvenuto ora, il 24 dicembre 2010.

annunciazione-pagina-FB

E mi chiedo se basterà mettere qualche ricetta su un web store o rivoluzionare il modo di intendere il cibo, la cucina e il ristorante. Chissà se sotto l’albero di Natale troveremo in regalo una bella palla di vetro per intravedere cosa ci attende nel 2011.

Parini-re-delle-erbe-meta-carne

Io intanto vorrei sapere quali saranno i piatti che evolveranno concetti e sensazioni di

  • Omaggio a Monk di Massimo Bottura (Francescana – Modena)
  • Rocher di coda di Riccardo Di Giacinto (All’oro Roma)
  • Minestra di piccoli pesci di Gennaro Esposito (Torre del Saracino – Vico Equense)
  • Metà carne di Pier Giorgio Parini (Osteria del Povero Diavolo – Torriana)
  • Assoluto di cipolla di Niko Romito (Reale – Rivisondoli)
  • Maialino con acciughe del Cantabrico di Mauro Uliassi (Uliassi – Senigallia)

Foto: Pasquale, Francesco Arena

Video: excentric.pt

Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.