boivin

Mentre tutto (o quasi tutto) il mondo gastronomico ha stilato classifiche di locali/chef/piatti ecco che Gianni Mura esce su repubblica.it con la prima parte di un viaggio nel 2010 per ricordare i nomi che evocano ricordi nel 2010: gioie e dolori, non solo legati allo sport.

Nei circa 30 nomi elencati in ordine alfabetico, alla lettera B segnala BOIVIN (ristorante) con la seguente motivazione:

A Levico Terme (Trento), miglior cena del 2010 con un menu fisso di 30 euro (vini esclusi). (qui la recensione sul Venerdì)

Ok lo confesso subito, io non sono mai andato al ristorante di Riccardo Bosco. Le prime due guide che mi capitano a tiro recitano un gambero (Gambero Rosso) con valutazione in ascesa e un costo di 35 € esclusi vini e di un risicato 12 (Espresso) con una cucina e ambientazione multietnica sempre agli stessi euro.

E dovrebbe essere una gioia anche se il voto non c’è. Mica un Blatter Josef qualsiasi che becca 5!

Che si fa? Lo segniamo in rubrica?

Per chi volesse fare visita, ecco il menu di Capodanno

Assortimento di pesci marinati
Paleta di Pata negra con le nostre verdure marinate
Crema di topinambur, patate viola e sedano rapa al tartufo bianco
Calamari allo zenzero con riso venere
Maialino da latte confitato con tarte tatine di mele cotogne al rosmarino
Trio di dolci della casa
Macaron bicchierino di cioccolato con mousse al mandarino gelato di olio di semi di zucca

Ristorante Boivin. Via Garibaldi, 9. Levico Terme (Trento). Tel. +39 0461.701670

Foto: blog.enotourtrento.it

5 Commenti

  1. Pur trovandosi a Levico,piccolo centro trentino,il ristorante potrebbe stare a Parigi,Milano,Napoli…l’ambiente caldo,artisticamente suggestivo..propongono una cucina studiata,ricercata per gli ingredienti e le elaborazioni…con un occhio al regionale offrono pietanze influenzate dallo studio attento degli chef,selezione varia di vini….e’ gestito da trentini che hanno orizzonti internazionali…si promuovono anche iniziative culturali ed artistiche.Da non perdere!

  2. lo scorso anno Gianni assegnò il titolo, nella stessa occasione, a un ristorante di un altro Riccardo: All’Oro qui a Roma che a fine novembre si è preso la stella
    in bocca al lupo allo chef Riccardo Bosco! spero di riuscire a passare a Levio presto pt

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui