Esclusiva Black Mamba. Cosa farà Daniele Cernilli dopo il Gambero Rosso

Tempo di lettura: 2 minuti

Alle 18.50 di oggi, Venerdì 14 Gennaio 2011, Daniele Cernilli, direttore uscente del Gambero Rosso, mentre traslocava le sue masserizie dal vecchio ufficio di via Fermi a un luogo tutt’ora a noi ignoto, si imbatteva in una serpe infida e velenosa, una sua amica di vecchia data: Black Mamba, che con metodi surrettizi a lei in uso per genesi, estorceva le seguenti dichiarazioni.

“Da Martedì 18 Gennaio non sarò più il direttore del Gambero Rosso, resterò nel CDA ma abbandono tutte le cariche, sia la direzione delle guide che del canale televisivo. Si tratta di una decisione condivisa, determinata dalla mia volontà di fare cose diverse. Si chiude un’epoca ed è giusto che si lasci spazio ad altre visioni aziendali, meno romantiche se vuoi ma più nel segno dei tempi”.

Black Mamba: Scusa Daniele, ma perché non sei uscito tre anni fa con Stefano Bonilli?

“Perché dopo l’uscita di Bonilli ho cercato di garantire una continuità tecnica, se fossi uscito anch’io di lì a poco ci sarebbero stati inevitabili contraccolpi. Così facendo ho evitato licenziamenti fra i giornalisti e il numero di cassaintegrati col tempo si è notevolmente ridotto. Aver contribuito a riportare la nave in porto, a mio avviso, significa che il comandante può anche cambiare. Lascio un’azienda risanata che chiude il 2010 col bilancio in pareggio e in grado di proseguire il suo lavoro con le guide, le riviste e tutte le pubblicazioni che vedono una squadra compatta più che mai. In questi ultimi anni abbiamo superato insieme difficoltà enormi, abbiamo fatto la guida dei vini senza Slow Food, il Canale televisivo senza Rai Sat e la guida dei ristoranti senza Stefano Bonilli. Lascio pertanto una squadra forte.”

E cosa andrai a fare? Mi sveli lo scenario futuro? Dai, confidati con Black Mamba!

“Farò il sito Doctor Wine e spero di avere Scatti di Vino come sito associato e fratello, farò consulenze con gruppi editoriali ma senza responsabilità diretta di una rivista o di una guida. A febbraio uscirà un editoriale sul Gambero Rosso rivista coi miei saluti e, contrariamente a quanto molti si aspettano, non farò la minima polemica nei confronti del Gambero e di chi mi ha preceduto. I rapporti sono sereni, Paolo Cuccia ha fatto di tutto per tenermi e ribadisco che continuerò a far parte del CDA.”

Parola di Black Mamba!

41 Commenti

  1. DANIELE NON HA DETTO CHE ANDRà DA RICCI, NON L’HA UFFICIALIZZATO ALLA SOTTOSCRITTA. LEGGETE BENE IL TESTO! A VOI INTERPRETARLO, A ME NON HA CONFERMATO NULLA.

  2. ha risposto a Cristiana Lauro: Non ti arrabbiare, volevo dire che dal testo a me pare sia chiaro che vada all’ais. Altrimenti dove? Quali sono le alternative possibili? Non ne vedo altre, al di là del fatto che la chiacchiera giri da tempo e dove c’è fumo in genere un po’ d’arrosto da qualche parte si trova. ;-)))

  3. ha risposto a Gianluigi Del Mare: Fai una cosa, visto che sei molto sveglio, fai un pezzo dal titolo: Gianluigi del mare intervista Daniele Cernilli e poi glielo chiedi. Così poi lo pubblichiamo e ci chiarisci le idee a tutti quanti. Che diamine!

  4. Cristiana Lauro e Gianluigi del Mare, perchè non andate da un’altra parte a giocare a figurine? Poi magari vi scambiate anche i numeri di telefono così la smettete di romperci i c…..i! 😀

  5. la notizia mi sembra che Cernilli farà doctor wine, con l’appoggio di scattidivino… è così? voi non dite niente… Che vada all’ais mi sembra assodato, del resto ne parla tutto il mondo del vino come notizia certa!

  6. State sparando le solite ca**ate, come quando avete detto che Cernilli rimaneva al Gambero Rosso. Anche allora lo avete “intervistato” e vi ha detto che da lì non si sarebbe mosso.
    Perchè dovremmo credervi ora?

  7. ha risposto a White Light: per il semplicissimo motivo che ora come allora erano dichiarazioni del direttore ed in entrambi i casi vere allo stato dell’arte 😉
    se non ci credi puoi sempre chiedere all’interessato…
    ciao A

  8. La sostanza non cambia. Date retta a una persona che non ha detto la verità la prima volta e non vedo perchè dovrebbe dirla ora

  9. ha risposto a White Light: Mah, veramente non sta così la faccenda…. Daniele aveva detto un mese fa che allora non sarebbe andato via e oggi dice che va via… Che vuol dire secondo te che resterà al gambero 😀
    sai tendiamo a dare retta alle persone, dovresti a ermo capito visto che ti sto parlando 😉
    Ciao A

  10. dovunque andrà Daniele Cernilli io continuerò a seguirlo è stato un punto fermo nella mia passione per il vino e continuerà ad esserlo… sole non me ne ha mai date!

  11. ha risposto a White Light: il discorso non ruota attorno alla verità, è un po’ più semplice secondo me. Spesso ci sono fughe di notizie che complicano trattative, forse in fieri, non pienamente realizzate, incompiute. Ci costringono, per nostra stessa tutela, a smentire cose vere e nostro malgrado.Talvolta ci sono di mezzo discorsi economici, di immagine, di quote societarie ed altro. Come si fa a liquidare una dichiarazione in maniera così superficiale? Non è corretto, non è intellettualmente corretto.

  12. ha risposto a White Light: Scusa White ecc ecc, quelle che tu con una plebea, romanesca, locuzione definisci “sòle”, sono in realtà notizie che noi pubblichiamo dopo attenta verifica. Quindi, siccome vivo a Roma da sufficiente tempo per tradurre il termine “sòla”,da te utilizzato, con imbroglio o inganno che dir si voglia, penso e a ragion veduta, che sia il caso tu moderi i termini. Oltre a pensarlo, te lo suggerisco, diciamo che te lo consiglio vivamente.

  13. ha risposto a White Light: Scusa ma non le hai chiamate “sòle”, mi sono accorta ora, le hai definite direttamente ca**e! Peggio ancora! Chiariscimi, ti prego! Perchè della presunta fregatura, per una strana, bizzarra ragione mi posso fregiare, ma sulla ca**ta proprio no. Mi scuso col lettore per la loquela tutt’altro che urbana.

  14. “Ci costringono, per nostra stessa tutela, a smentire cose vere e nostro malgrado” (cit.)

    Ma compito delle persone intelligenti non dovrebbe essere il saper distinguere la verità dalla menzogna? Il problema è che siete simpaticamente collusi con Cernilli e gli avete tenuto bordone per non, come dite voi stessi, rovinargli le trattative.

    E d’accordo con lui avete pubblicato una c*****a.

  15. ha risposto a White Light: ti sbagli! e della grossa… noi abbiamo fatto la nostra parte, come si usa in questi case (e potendolo fare) siamo andati alla fonte e abbiamo raccolto una dichiarazione, come abbiamo fatto in questo caso. Libero, bianco, di crederci o meno… ma questi sono i fatti. Così si fa quando si vuole fare informazione, andare alle fonte a raccogliere dichiarazioni.
    Dicci tu che la sai lunga allora, con un nome anonimo, e dici che sono turre ……. cosa succederà 😉
    Prego Vincenzo di emendare il turpiloquio please 😉
    ciao A

  16. Ma perchè si deve fare polemica senza una una polemica?

    Quando questo posto diventa così, mi scade enormemente: io, come altri, credo, non sappiamo nulla di quello su cui polemizzate.

    E’ una notizia, che non andrebbe nemmeno commentata.

    Boh, non vi capisco.

  17. ha risposto a White Light: E’ sempre piuttosto fastidioso quando qualcuno pretende di dare lezioni di moralità senza metterci la faccia e come al solito noi facciamo un’eccezione cercando di spiegare come sia possibile che qualcuno cambi idea.

    I rapporti sono dinamici e quindi in movimento e non cristallizzati. Io non ho alcuna difficoltà a pensare che in un arco di tempo anche breve qualcuno possa cambiare idea. O dobbiamo ritenere che Luce Bianca sia di quegli integralisti che resta bello fermo sul punto di principio costi quel che costi?

  18. Non credo Vincenzo, è la nevrosi degli animali cresciuti e in cattività, studiata anche dall’etologia, che sposta gli occhi dalla faccia alla nuca, obbliagandoli a guardare solo ciò che c’è dentro alla gabbia, per terrore di guardare ciò che c’è, all’esterno della gabbia, alimentando così solo pensieri paranoidi, ossessivi, dietrologici: pensieri vuoti.

  19. ha risposto a White Light: Collusi? Hai un vocabolario irritante che peraltro mi ricorda un blog dove, non di rado, viene focalizzata l’attenzione sulla sottoscritta. Non lo menziono perchè io non faccio pubblicità agli altri, sai benissimo di chi parlo ma sono più intelligente di chi mi ha dato visibilità parlando male di me e di quello che scrivo. A proposito di quello che scrivo, anzi di quello che ho scritto, non è che per caso sei un po’ invidioso perchè l’intervista non l’ha rilasciata a te o a voi o a chi si nasconde dietro a White light? Secondo me si chiama invidia che in inglese si traduce così: Rosication!!!! Ah! ah! Anzi dì agli amici tuoi di titolare un post proprio così. Rosication! Fa ridere dammi retta, avranno un sacco di contatti…Ovviamente il contenuto deve essere autobiografico, per onestà intellettuale…ma forse non sai cos’è, ecco perchè non hai nome e cognome.

  20. ha risposto a umberto: Cerco di spiegarti perchè si fa polemica. Questo è un blog, o un web magazine, chiamalo come vuoi. In teoria potrebbe non avere necessariamente uno spazio per i commenti, o meglio discussioni come accadeva sui forum. Noi, almeno per ora, abbiamo scelto la formula mista, quindi essendoci una sorta di forum, si polemizza come spesso accade nei forum. Insomma, una specie di riunione nel pianerottolo, dove non di rado incontri anche la sora franca del terzo piano, poi se non si chiama Franca ma White Light o Pasquale, cambia poco.

  21. ha risposto a Cristiana Lauro:
    Per chiarezza, io ho considerato una polemica nata sul Prosecco assai interessante, come altre.
    Dico che non capisco di cosa si polemizza attorno a questa notizia. Non lo dico pretestuosamente, non afferro il concetto. In questo caso afferro solo beghe di gruppo, che mi guardo bene dall’approfondire perchè, come dicevo prima, quando sono autorefernziali, sono come quando gli animali dello zoo, (ed è provato) guardando solo alle loro spalle mai oltre il recinto.

  22. ha risposto a umberto: Ok, tutto più chiaro! Cerco di rispondere. La polemica qui nasce dal fatto che qualcuno che si cela dietro un nome di fantasia insinua che le nostre notizie siano false, e che siamo “collusi” (che belle parola!) con Cernilli. In verità l’articolo è stato scritto da me su dichiarazioni di Cernilli riportate testualmente e siccome il nostro lancia una sorta di fratellanza fra Scatti di Vino e il suo nuovo sito Doctor Wine, questa cosa genera invidie e gelosie malcelate da polemiche sterili che giustamente ti annoiano, quando non ti irritano. Non so se mi sono spiegata stavolta, ci ho provato. Dimmi!

  23. ha risposto a Giacomo:

    Collaborerò con Franco Ricci e con Antonello Majetta, come consulente e non come dipendente dell’Ais. Farò il sito Doctorwine da me e poi proporrò ad altri siti che stimo di collegarci. Il 10 dicembre, quando dall’aeroporto di Hong Kong davo un’intervista ad Alessandro Bocchetti, non solo non mi ero dimesso dal Gambero Rosso, ma non pensavo ancora di farlo. La decisione l’ho maturata successivamente. Quindi il fatto che Whte Light parli di menzogne è semplicemente un modo per calunniare me ed il sito Scatti di Vino, probabilmente perché dietro a questo nickname si nasconde uno dei responsabili di un sito concorrente. Così vanno i blog, Umberto. E se Whte Light, calunniatore, volesse appalesarsi e querelarmi sono qui che lo aspetto..

  24. Aggiungo che nessuno avrebbe potuto rovinarmi le trattative. Con Ricci ho un’amicizia che dura dal 1983. Ci conosciamo bene e non dobbiamo raccontarci chi siamo e cosa vogliamo. Il problema se mai è un altro. Io ho dato interviste dirette a Scatti di Vino ed a Wine News, non ad altri siti. Meditate….

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui